Centrale Latte Salerno: Cisl e Adiconsum insieme per bloccare il bando per la privatizzazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Centrale_Latte_Salerno“La Cisl di Salerno unitamente all’Adiconsum Salerno, l’associazione dei Consumatori, come già preannunciato nei giorni scorsi, hanno deciso di sostenere le iniziative giudiziarie avviate dai lavoratori della Centrale del Latte di Salerno per bloccare il bando per la privatizzazione dell’azienda di Via Monticelli.”. E’ quanto dichiara Matteo Buono, Segretario Provinciale della Cisl di Salerno. “La Cisl e L’Associazione dei Consumatori”, prosegue Buono, “presenteranno un ricorso ad adiuvandum, a sostegno delle ragioni espresse dai lavoratori che ritengono, a giusta ragione, del tutto illegittime le motivazioni che hanno condotto l’amministrazione comunale di Salerno a procedere alla pubblicazione del secondo bando per la privatizzazione della Centrale del Latte”.

“Leggiamo dalla stampa locale”, continua il Segretario Provinciale della Cisl di Salerno, “la Giunta Comunale di Salerno ha definito le legittime azioni giudiziarie avviate dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale di Salerno come una possibile turbativa d’asta, ravvisando, addirittura, gli estremi di una possibile azione penale. Vale la pena ricordare come tanto i lavoratori quanto le organizzazioni sindacali, nella triste vicenda della Centrale del Latte di Salerno, si trovano a svolgere le funzioni istituzionali e statutarie. Come si puo’ definire turbativa d’asta il ricorso presentato da un dipendente preoccupato dal suo futuro occupazionale e dalle associazioni dei consumatori che hanno a cuore la qualità del prodotto che finisce sulla tavola di migliaia di salernitani?”

“Ancora una volta”, conclude Matteo Buono, “l’Amministrazione De Luca dimostra di vivere una fase di risentimento nei confronti di lavoratori e sindacati dopo il flop della pubblicazione del primo bando per la privatizzazione della Centrale del Latte di Salerno. Sarebbe stato piu’ opportuno avviare un normale dialogo con tutte le componenti che hanno determinato la crescita dell’azienda di Via Monticelli”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. ero presente all’assemblea sindacale dell’altro giorno e sono andato via indignato quando ho visto se4duti in prima fila esponenti politici dell’opposizione. è evidente che non si tratta di difendere i lavoratori ma solo di attaccare politicamente il comune di salerno ed il sindaco.
    sono CONTRARIO alla vendita ai privati della Centrale del latte ma queste manifestazioni denotano solo ed esclusivamente un fine politico.
    inoltre CISL ed Adiconsum sono la stessa cosa visto che qualche mese fa avete comunicato il nome del responsabile cittadino dell’Adiconsum precisando che era iscritto della stessa sigla sindacale

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.