Salerno: sgomberata l’ex scuola di Canalone, attivisti non oppongono resistenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Ex_scuola_Canalone_occupataSul cancello della struttura una scritta: “Ex scuola Canalone”, e poi un fitto calendario di appuntamenti fissati dai giovani del Centro Sociale Autogestito, una serie di iniziative pubblicizzate sulle locandine che andavano dalle settimanali riunioni di gestione al calendario delle prove musicali. E poi l’aula studio, l’internet point, il cineforum e l’aula per assemblee e dibattiti. Alle ringhiere dell’ex plesso scolastico adibite a mo’ di balconi, qualche drappo con la scritta “No Tav”. Ma da questa mattina, gli occupanti hanno dovuto abbandonare il loro ritrovo di via Paesano, a Canalone, per l’intervento delle Forze dell’Ordine. Camionette della Polizia, con uomini in tenuta antisommossa,  dei Carabinieri e agenti di Polizia Municipale schierati fin dalle prime luci dell’alba per la necessaria azione di sgombero che, per fortuna, è filata via senza problemi. Non c’è stata opposizione da parte dei ragazzi che hanno raccolto masserizie, suppellettili e oggetti di svariata natura per liberare i locali. 

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. amen
    speriamo gli facciano pagare anche la luce e l’acqua che hanno utilizzato a sbafo in questi anni

  2. Questi ragazzi non facevano niente di male, anzi davano un alternativa a un paesino pieno di bar e nessuna attività socio-culturale, si sono integrati con il quartiere, avviato laboratori dove poteva aggregarsi chiunque, laboratori di argilla, ludoteca, sale prove, ma la “città degli artisti europea” made in pomigliano d’arco, cio’ che non puo’ tassare non la puo’ tollerare, è il nemico di salerno come direbbe qualche stolto che gira qui e ineggia a palazzoni per nababbi, palazzoni ove non potrebbero nemmeno accedere dato che tanta gente che scrive qui non arriva a fine mese, figuriamoci a comprarsi appartamenti con box pertinenziali a 10.000 euro al mq, questo paesello non ha alternative, se non pascolare tra i bar del centro storico sotto le lucine di pomigliano d’arco che spacciano per prodotti locali, e tende a distruggere tutto quello che rappresenta un alternativa al suo business scrauso, andate tutti ai nuovi chips point, quello e’ il posto vostro pecoroni.

  3. purtroppo cafoni come te che giustificano tutto che rovino salerno complimenti per il tuo commenti

  4. Tu chiami me cafone, quando facile che sei il primo tamarro doc, anzi: è EVIDENTE. La gente come te è facile da riconoscere, giudicate tutto e tutti, sempre pronti a puntare il dito, ma guai a chi prova ad esprimere una valutazione oggettiva verso la vostra persona. L’ironia è che vi credete anche colti, quando invece siete degli ignoranti patentati, basta vedere la tua grammatica, difatti: non sei capace nemmeno di scrivere una frase in italiano correttamente, oltre la mancanza assoluta di punteggiatura, ANALFABETA . Una domanda: almeno hai conseguito, non dico il liceo, ma la terza media? Non è la gente come me che rovina Salerno, è la gente come te che non dovrebbe esprimersi pubblicamente, per favore, non parlare a nome di Salerno, non sei degno ne di rappresentare questa città, e nemmeno il paesello piu’ sperduto della provincia. Ora, fai un favore a te stesso: torna a pascolare, PECORONE.

  5. Sinceramente non capisco il perchè di questo sgombro…………mi pare che non dessero fastidio a nessuno e tra l’altro mi sembra al quanto esagerato lo spiegamento di forze….. quando sono passata io c’erano tre camionette della polizia uno dei carabinieri, la mattina presto addirittura il camion dei carabinieri, manco se dovevano andare in guerra………alla fine erano 4 ragazzi che non facevano niente di male. Io amo la mia città, amo quello che sta diventando e sono orgogliosa di essere salernitana, ringrazio il sindaco per quello che sta facendo,ma bisogna capire anche che nella società di oggi non ci sono solo ricconi, veline e calciatori, ci sono anche ragazzi che vivono nell’ombra…..Per quanto riguarda il fatto che hanno rubato luce e acqua beh i politici rubano molto di piu e noi popolo di caproni continuiamo ad andarli a votare….Saluti Emy

  6. Che io ne sappia, in quel plesso abbandonato, i ragazzi avevano intrapreso diverse attività culturali. Attività culturali, cosa molto sconosciuta in questa città, visto che a questa amministrazione interessa solo il teatro cittadino e la schifezza del Crescent.
    La cultura è alla base di tutto… a Canalone ormai non credo ci sia qualcosa di più valido oltre allo spazio che questi ragazzi autogestivano.
    Purtroppo in questo Paese non si riesce a credere che questi spazi servano a far crescere i ragazzi, rispetto ai tanti bar, sale giochi e locali vari, che servono solo a farli ubriacare, se non a far spendere quattrini in slot machine e puttane!

  7. Solidale con i ragazzi…MA L’APPROPRIAZIONE INDEBITA DI ACQUA E LUCE A SCROCCO è ASSOLUTAMENTE DA CONDANNARE!!!

  8. Come giustamente ha detto Emy, ci lamentiamo di corrente che li alimentavano giusto 4 lampadine e due computer, insomma, meno di quanto si spende per tenere accesi 4 lampioni stradali, dato che non e’ che ci alimentavano una discoteca per intenderci, quando invece ci ritroviamo da 20 anni gente a palazzo che ha rubato milioni e milioni di euro, e si sono fatti rimborsare anche le gomme da masticare, siamo seri, quelli chi li condanna? E nel caso di condanne, quanti giorni di galera si sono fatti?

  9. Da cittadino che paga le tasse, sono pienamente a favore dell’occupazione della ex scuola in via paesano, perchè 1)precedentemente era un luogo degradato e deposito di spacciatori di EROINA, questo lo confermano gli abitanti del quartiere, che questa realtà l’hanno vissuta in prima persona.
    2)è uno dei pochi baluardi no Profit , diversamente dalla MOVIDA ubriaca, dove è possibile far ascoltare la propria voce,i propri problemi,le proprie speranze,e, come in una scuola normale, capire le proprie attitudini,lavorative e soprattutto confrontarsi.
    Allo stesso modo sono a favore della presenza del campo di calcio, che ahimè vedrà spuntarsi una galleria all’altezza del centrocampo,ed una rotatoria nell’area del portiere,addio sana attività sportiva vicino casa.
    Questo giochino tra autorità portuale e comune,DEVE FINIRE, nessun cittadino ha potuto scegliere se essere favorevole o no ad un traforo per i camion al centro della città, all’inizio della costiera amalfitana.
    In una zona che è stata bloccata per frana fino ad un mese fa e che HA BLOCCATO ECONOMICAMENTE l’intera COSTIERA AMALFITANA PER LUNGHE SETTIMANE , isolandone i Collegamenti terrestri col capoluogo di provincia.
    il traforo lo avrei fatto ma pedonale dalla baia a vietri sul mare; così da permettere un accesso fruibile ed umano alle meraviglia che ci sono vicine e che dobbiamo preservare.
    GUARDATE LE FOTO DI INIZIO SECOLO E RENDETEVI CONTO CHE MERAVIGLIA CHE ERA LA ZONA DEL PORTO COMMERCIALE . GUARDATELA ORA E FATEVI UN ANALISI DI COSCIENZA SU QUANTO SIETE STATI POSITIVI PER IL VOSTRO TERRITORIO. (SERVI)
    PS: SONO DAVVERO POCHI I SALERNITANI CHE LAVORANO A QUESTI NUOVI PROGETTI COMUNALI!!!!!! CALABRESI E SICILIANI NUMEROSISSIMI!

  10. Io sgombrerei il comune solo per lo spreco, quasi quotidiano, dei lampioni accesi di giorno. Inizialmente pensavo per motivi di manutenzione, ma poi ho notato che nello stesso tratto di strada, questi restavano accesi anche per 3 giorni di fila, senza vedere alcun operaio all’opera. Altro che 4 lampadine della scuola occupata.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.