Carabinieri, Cirielli (FdI-AN): “Governo dia segnale di rispetto per l’Arma”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa

Edmondo_Cirielli_Parlamento“Nel giorno in cui l’Arma dei Carabinieri festeggia il bicentenario della sua fondazione, rivolgo il mio augurio a tutti coloro che, con grande spirito di sacrificio, hanno difeso e difendono la nostra libertà, e faccio un appello al Governo Renzi affinché dia finalmente un segnale concreto di rispetto e passi dalle parole ai fatti, dando all’Arma più risorse per l’organizzazione e il personale”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. “L’Arma dei Carabinieri – spiega – sta facendo sacrifici straordinari ed è stata la prima ad adottare la spending review. Le nostre donne e i nostri uomini, però, nonostante il delicato ruolo che svolgono a tutela della sicurezza dei cittadini, continuano ad essere mortificati.

Il Governo raccolga le preoccupazioni espresse, con grande responsabilità, dai Cocer che denunciano, ormai da tempo, le difficoltà di gestione del settore, dove tra blocchi stipendiali e contrattuali e mancanza di risorse per la manutenzione dei mezzi, la situazione sta diventando insostenibile”. “Un aumento in busta paga – continua – alla luce del principio di specificità, è necessario, così come è stato fatto giustamente con gli insegnanti e per coloro che a maggio hanno ricevuto gli 80 euro”. “Il Pd rispetto ai tagli al comparto difesa proposti da Tremonti nel 2010, un terzo di quelli previsti dagli ultimi tre Governi che si sono succeduti, Monti, Letta e Renzi si oppose fermamente e gridò allo sfascio. Ora, invece, cosa intende fare? Mi auguro non solo chiacchiere. Il Governo batta un colpo e smetta di umiliare coloro che servono la Patria in uniforme”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Bravo 444, non c\’è null\’altro da aggiungere. Hai sintetizzato a meraviglia il tutto. Complimenti.
    Il rispetto è delle persone che tutte le mattine si recano a lavorare, rischiando anche la vita; certamente non è di chi fa chiacchiere, non lavora e matura, pure, pensioni d\’oro.
    A lavorare, la terra dei fuochi vi aspetta.

  2. Una proposta “spending rewiew” per finanziare l’aumento di stipendio ai carabinieri o anche per altre categorie pubbliche: chiunque appartenente ai ranghi dello stato(magistrati,forze dell’ordine,etc) eserciti un mandato politico a qualsiasi titolo non deve avanzare di carriera e gradi mentre svolge tale ruolo e solo alla ripresa del servizio effettivo e reale rientrando nei ranghi riprenderà dalla scala gerarchica lasciata al momento della scelta in aspettativa e pur cumulando i trattamenti pensionistici usufruirà per quest’ultimi del cumulo dei contributi in base al servizio effettivamente esercitato con esclusione dell’aspettativa………………..si farà mai?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.