Renzi da Napoli lancia Italicum e riforme. In platea anche il Sindaco di Salerno De Luca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Matteo_Renzi_Premier“La legalità non è un optional”. Lo dice il presidente del Consiglio Matteo Renzi alla festa di Repubblica al teatro San Carlo di Napoli dove è intervistato da Ezio Mauro. Presente in platea anche il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. Dal palco il premier  parla del Mose e delle difficoltà di un’inchiesta giudiziaria che “riguarda i ladri ma anche le guardie”. Un’inchiesta in cui pesa il ruolo della politica. “Chi volesse negare una evidente responsabilità della politica – dice il premier – anche per la mia parte politica, sarebbe fuori dalla storia”.  Corruzione: serve rivoluzione  Sulla corruzione serve una “risposta strutturale”, annuncia il premier. Bisogna scongiurare il rischio di proposte spot, dettate solo dall’ansia. Il monito è quello di frenare un'”Emergenza educativa”, per cui occorre ripartire dalla scuola, dall’istruzione, dalla cultura, dalla Rai. La “scommessa” per i prossimi anni per Renzi è quella legata agli investimenti in educazione e cultura per sconfiggere la crisi.
Definisce il sistema fiscale nostrano “farraginoso, assurdo e devastante” e promette la lotta all’evasione con metodi elettronici e senza blitz. Il daspo per politici e corruttori Rilancia l’idea del Daspo per  politici e corruttori: “Mi fai la cortesia, tu che hai corrotto o concusso qualcuno, di non mettere più piede negli appalti pubblici”. Sulla corruzione si fa sul serio, assicura Renzi, e annuncia che “venerdì faremo provvedimento di legge per incidere sulla vigilanza e sulle procedure” degli appalti. La promessa è che i condannati non possano mettere più piede in un ufficio pubblico se non per chiedere un documento. “Se falliamo è colpa mia” “Se falliamo è tutta colpa mia ma se ci si fa, l’italia torna a volare, a crescere”.
Renzi parla del ruolo del Paese nell’Unione Europea, che – afferma – non deve più essere considerato la “Cenerentola d’Europa”. Si concentra poi su uno dei “fallimenti” dell’Italia, definisce non accettabile quello che è accaduto nella bonifica dell’ex acciaieria di Bagnoli e assicura la sua presenza costante a Napoli “ogni tre mesi per fare il punto sulla bonifica di Bagnoli”. Rai: cambiare governance e strategia  Torna a parlare di Rai, il premier: “Possiamo chiedere alla Rai di tornare a fare servizio pubblico e di educare le future generazioni di italiani?” e promette il cambio di governance e di strategia. Entro estate Italicum e prima lettura riforme  “Ci sono le condizioni perché entro l’estate” – afferma Renzi – possa essere approvata “la legge elettorale” e si possa incassare “la prima lettura della riforma costituzionale”.
Venerdì De Luca a LIRATV aveva detto: “Dall’inizio della crisi in Italia hanno chiuso 120mila imprese; intanto, come paese manifatturiero, siamo stati raggiunti dalla Francia e superati da India e Brasile. E l’Istat, qualche giorno fa, ha rilevato che al Sud la disoccupazione giovanile è al 60%. Questo è un vero e proprio bollettino di guerra. Fa, dunque, bene il Governo a cercare di sbloccare opere ferme per ragioni procedurali o autorizzative. Non mi è ancora molto chiaro, però, cosa prevede questo decreto. Segnaleremo le situazioni che riguardano la città di Salerno, la vicenda Crescent su tutte, perché è l’esempio tipico della palude burocratica italiana: un danno enorme, prodotto da chi ha la pancia piena, all’Italia dinamica, alle imprese, ai disoccupati”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Questo giovanotto ha dato 80 euro a chi guadagna meno di 1500 euro mensili.Bene,guadagno 1635 euro mensili,ho moglie casalinga e due figli e ovviamente non ho avto nulla.Un mio vicino lui e la moglie con un figlio a carico, hanno avuto 80+80 euro perche’ poco al disotto della soglia dei 1500.Prendere decisioni come queste sono una buffonata, perche’ chi aveva gia due stipendi, ha preso 160×13=2080 euro annui,ma io ho preso NIENTE.improvvisamente questo è DIVENTATO UN POLITICO si pe creaturie

  2. Non so quante volte Renzi ha presentato l’Italicum e le fantomatiche riforme. I giornalisti rilanciando ogni giorno i proclami del PD sono i primi colpevoli della grave crisi che viviamo. Siete solo poveri servi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.