TASI comune di Salerno: il 16 giugno scade la prima rata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Comune_di_SalernoA Salerno città la Tasi si pagherà in due rate con modelli F24: la prima scade il 16 giugno, la seconda il 16 settembre. Nella prima tranche è compreso il 50% del tributo, mentre la rata di settembre rappresenta il saldo con eventuale conguaglio. La Tasi include i servizi indivisibili e la tassa sulla prima casa: l’aliquota sull’abitazione principale è stata ridotta dal 4.7×1000 al 3.3xmille. La detrazione fissa sarà variabile dai 200 euro per rendite catastali fino a 350 euro, ai 100 euro per rendite fino a 750 euro a 0 per rendite catastali superiori. Le famiglie che hanno figli con meno di 26 anni di età potranno usufruire di una detrazione pari a 30 euro per ogni figlio.

Inoltre, alle abitazioni principali vengono assimilati tutti gli immobili dati in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini di primo grado. Infine, sono equiparati alla prima casa tutti gli alloggi realizzati con la legge sul disagio abitativo. Non sono prime case gli immobili che appartengono alla categoria catastale di lusso. Ovviamente dai provvedimenti sulla Tasi è esclusa l’Imu sulla seconda casa e per tutti gli altri immobili, la cui aliquota resta fissata al 10.6xmille, la più alta possibile. Ma proprio per questo meccanismo, i proprietari pagano l’aliquota massima su seconde case, capannoni ed altre pertinenze, non pagheranno praticamente nulla per la loro abitazione principale. Sono esclusi, a Salerno città, dal pagamento della Tasi gli inquilini, che quindi non devono nulla. Il gettito previsto dal Comune di Salerno è di circa nove milioni di euro.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. grazie al comune di aver applicato il massimo. Non si potrebbero licenziare quei vigili che non compiono il loro dovere quale :
    vedere i parcheggiatori abusi a piazza ferrovia e tirare diritto;
    vedere i venditori abusivi, questuanti e quant’altro e tirare diritto;
    vedere le auto in doppia fila dal gommista sul lungomare e tirare diritto;
    vedere i fruttivendoli che espongono la frutta sul marciapiede e tirare diritto……..ecc ecc ecc
    avremmo pagato di meno.

  2. Quote altissime IRPEF, IMU, TASI, TARI, ecc. Purtroppo il sindaco, come tutti i politici ha capito che i Cittadini hanno la memoria corta. Basta loro propinare qualche fesseria nel periodo di campagna elettorale. E il gioco è fatto!

  3. Per la redazione : verificate bene, la scadenza del saldo Tasi e’ prevista per il 16/12/2014

  4. togliete la metro e le luci d’artista e avrete i soldi della tasi. DE Luca stai affamando le famiglie, chi ha una casa con rendita sopra i 750 euro (molti) paga come la vecchia imu e per i flgi detrazioni ridicole

  5. Cominciamo bene con le notizie precise e concordanti.

    La seconda rata scade il 16 dicembre 2014.
    Grazie redazione

  6. BASTA DE LUCA……………………..CI STAI DISSANGUANDO.

    ABBASSA GLI STIPENDI DEI PRESIDENTI E DIRETTORI GENERALI DELLE MUNICIPALIZZATE NON PUOI SPREMERCI PIU’ IN PARTICOLAR MODO IN QUESTO MOMENTO, ELIMINA PER DUE O TRE ANNI LUCI D’ARTISTA PER ECONOMIZZARE MA E’ IMPENSABILE CONTINUARE COSI’.
    LE ELEZIONI SONO PROSSIME.

  7. UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE AL SIG. SINDACO DI SALERNO , EMINENTISSIMO VINCENZO DE LUCA ,CHE CON LA SUA MANOVRA DELLA TASI HA FATTO IN MODO CHE MOLTI SALERNITANI NON POSSANO USUFRUIRE DI ALCUNA DETRAZIONE SULLA PRIMA CASA, IO PER 9 EURO……….PER NON PARLARE DELLE ADDIZIONALI COMUNALI CHE NON SONO RIUSCITO ANCORA A CAPIRE A COSA SERVONO, COMUNQUE GRAZIE MOLTE SINDACO , DI VERO CUORE.

  8. ma che significa questa frase dell’articolo:
    “Ma proprio per questo meccanismo, i proprietari pagano l’aliquota massima su seconde case, capannoni ed altre pertinenze, non pagheranno praticamente nulla per la loro abitazione principale.” ?

  9. VEDO PARECCHIE LAMENTELE…MA PURE DA PARTE CHE FORMANO IL 75%?…MAMMA MIA QUANTI SUDDITI LECCHINI CI SONO DA QUESTE PARTI!

  10. MA a che aspettano i salernitani a ribellarsi? A questo, ci vorrebbe una bella legge nazionale che imponga a tutti i comuni da Bolzano a Canicattì un unica aliquota al 2 X 1000, ed i comuni che non garantiscono con queste entrate i servizi vuol dire che sono incapaci e come tale devo essere commissariati, che che se ne dica i comuni sono una grande macchina di sprechi, De Luca perchè non vendi le società miste? Forse perchè sono una macchina di voti?

  11. Renzi ci affosserà nel giro di due anni.De Luca è capace di, proteggerci e invertire la rotta???????Possibile solo se non appoggerà più gli uomini di Destra.

  12. sono equiparate ad abitazioni principali la casa data in comodato d uso gratuitoa generi nuore ma non a fratelli e sorelle.MISEMBRA PAZZESCO……

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.