Salerno: l’area mercato di Torrione di notte in mano a balordi che si sfidano a rally

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
mercato_torrioneL’area mercato in via Robertelli nel quartiere di Torrione a Salerno per una notte si è trasformata in una pista da rally per due auto che si sono sfidate in una corsa tra frenate e sgommate improvvise svegliando in piena notte i residenti della zona intorno all’area dove di giorno si svolge il mercato rionale. I balordi hanno proseguito le loro assurde “performance” per molto tempo fino a quando qualcuno che era con loro ha fiutato l’arrivo delle forze dell’ordine allertate dai condomini dei fabbricati adiacenti. Purtroppo all’arrivo degli agenti gli improvvisati piloti erano già riusciti a svignarsela. Non è la prima volta che quell’area la sera tardi diviene una specie di corrida per bande di bulli che oltre a inscenare gare di rally o motocross con i loro schiamazzi disturbano la quiete pubblica. In  passato l’area è stata anche teatro per risse e regolamento di conti tra bande di teppisti.

GUARDA IL VIDEO (DALLA PAGINA FACEBOOK “FIGLI DELLE CHIANCARELLE”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. mo fanno pure la festa della polizia, per premiarli per il loro lavoro efficiente e tempestivo, bravi cugini dei cacabbicchieri!!!

  2. beh si vede che non hanno un ca… da fare e si vede che gli piace sprecare il carburante in queste idiozie, magari sono figli di papà che non sanno manco cosa vuoldire guadagnarsi il pane

  3. e gente che non esiste sono repressi della società ed hanno famiglie che sono la feccia di salerno io un modo lavrei per farli diveritre solo che sono troppo conigli i genitori sono la causa del loro male un solo grido bruc…….troppe canne e alcol

  4. E se poi, esce fuori che sono figli della gente che saluti rispettosamente abbassando lo sguardo? Canne e alcol? Deficiente questi si pippano cocaina altro che canne, almeno co na canna se ne stanno buoni e tranquilli fermi, poi a chi e’ che vuoi insegnare a vivere se, manco sei buono a scrivere? “lavrei”? diveritre? ma la terza media chi te l ha rilasciata babbuino?

  5. Tanti e tanti anni fa si facevano le corse sulla lungomare: poi gli eventi hanno concluso questo sbagliato modo di esprimersi. Da allora nulla è stato fatto: basterebbe capire il perchè questo fenomeno esiste; aprire gratuitamente i circuiti autorizzati, pagando le spese, con sponsor che pubblicizzano questi eventi. Più gomma nei circuiti, meno sangue per le strade.

  6. Ormai Salerno è solo il centro città e poche altre zone, tipo il Carmine, chissà come mai? degrad,o sporcizia e disturbo alla quiete pubblica colgono l’attenzione solo lì, e non mi si venga a dire che all’incivilta’ di alcuni cafoni non c’è rimedio, se si vuole dare un segnale si può!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.