Politica: Michele Ragosta lascia SEl e passa al PD, “Partito ha esaurito sua funzione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Michele_RagostaIl deputato salernitano Michele Ragosta lascia Sinistra Ecologia Libertà e annuncia il suo approdo nel Partito Democratico. Nei prossimi giorni ci sarà una conferenza stampa a Salerno nel corso della quale verranno approfondite le motivazioni di questa scelta. Di seguito, alcune dichiarazioni dell’on. Ragosta. «Dopo una lunga riflessione, maturata nei giorni che hanno seguito le elezioni europee, e alla luce dell’assemblea nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, che si è svolta sabato scorso a Roma, ho preso atto che la funzione essenziale del partito, quella di essere una sinistra di governo, è venuta meno. Sel ha ormai esaurito la sua funzione, ovvero quella di rientrare nel campo largo del centrosinistra e di rilanciare una politica progressista. Non è più, insomma, il partito nato dal congresso fondativo di Firenze nel 2009, che aveva come scopo principale quello di “riaprire la partita”.

Il percorso della lista Tsipras, che pure ho sostenuto non condividendone appieno lo spirito, ha portato Sel ad imboccare una strada diversa, prendendo scelte che sono completamente in antitesi con quei principi. Lo straordinario successo del Pd e della politica di Matteo Renzi devono essere oggi il punto di partenza per chi vuole avviare un processo di unificazione della sinistra. Nel 2013 sono stato eletto nella coalizione di “Italia Bene Comune” ed è quello il percorso che intendo continuare a seguire e l’unica strada percorribile è quella tracciata dal Partito Democratico. Chi se la sente di cambiare l’Italia, oggi deve stare da questa parte, sostenendo il piano di riforme messo in campo dal Governo».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Che TSIPRAS abbia imboccato una strada che non era la strada della nostra(ideale)sinistra, tutti se ne erano accorti. Ma che oggi si passa a Renzi che di sinistra forse non ha neppure la mano e la gamba, questo è pura follia(opportunismo). Nella sinistra estrema in questi ultimi due anni va di moda. Soltanto per strappare qualche poltroncina. Vedasi boldrini.

  2. Ti devi dimettere!!!!! Altro che lunga riflessione…non c’è niente di cui riflettere….hai semplicemente tradito il mandato popolare, quindi dimettiti e rifletti a casa tua.

  3. Il solito “vizietto alla italiana”…che squallore!!!
    Ricordiamoci di questo altro statista dedito alla profonda, sofferta ma (mi mi raccomando eh..) poco interessata riflessione personale.

  4. Eccone un altro; quanta fatica e sofferenza passare da un partito ad un altro (soprattutto se l’altro è vincente)!

  5. Gli italiani sono sempre uguali, non cambiano mai: prima tutti Fascisti, poi tutti Berlusconiani ora tutti Renziani….squallido popolo servitore di ogni padrone!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.