Legambiente: Pontecagnano “Ortocapitale” della manifestazione nazionale Orti in festa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

LegambienteRinaturalizzare le città per fermare il consumo di suolo e migliorare la qualità della vita. E’ questa la sfida che Legambiente lancia con Orti in Festa, la campagna dedicata all’orticoltura urbana che vedrà per il secondo anno consecutivo i volontari dell’associazione impegnati nel weekend del 21 e 22 giugno. Quest’anno l’iniziativa assume un ulteriore valore rientrando nell’Anno Internazionale dell’Agricoltura Familiare indetto dalle Nazioni Unite.“OrtoCapitale” della manifestazione sarà Pontecagnano in provincia di Salerno, dove nell’area del parco archeologico, sono oltre 80 gli orti di città, di 100 metri quadri ciascuno realizzati da Legambiente e affidati ad anziani, e sempre più spesso a giovani. Tra questi spic­cano gli orti didattici, veri e propri laboratori destinati alle scuole e ai bambini. Appuntamento domani sabato 21 giugno nell’area del Parco Archeologico c con il convegno nazionale “La piccola agricoltura di fronte alle sfide globali” a cui prenderanno parte tra gli altri la direttrice nazionale di Legambiente Rossella Muroni, Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania, Francesca Giarè, ricercatrice dell’Inea. A seguire lezioni di orticoltura per realizzare un mini orto sul balcone di casa, laboratori per i più piccini, visite guidate agli orti di quartiere. In Campania iniziative in Provincia di Caserta presso il Taverolaccio di Succivo, Eboli, a Scampia e presso gli spazi confiscati alla camorra a Posillipo .

In Campania, terra vocata all’agricoltura, si contano ormai quasi mille di queste esperienze, tra quelle organizzate direttamente da Legambiente, nei siti di Pontecagnano, Eboli e Succivo, e quelle realizzate grazie al progetto “Mille orti per la Campania”, promosso da Legambiente e finanziato dalla Regione. Riscoprire le tradizioni, gli usi e costumi di un territorio ma anche favorire l’inserimento sociale e lavorativo. Coltivare in modo biologico, biodinamico e naturale con un uso minimo di sostanze chimiche. E’ questa la carta d’identità degli orti urbani e periurbani gestiti in Campania dai circoli di Legambiente. Orti che hanno acquisito negli ultimi anni una forte funzione sociale e rappresentano un’importante occasione per migliorare la qualità della vita nelle città.

“ Coltivare e promuovere gli orti urbani è un atto politico- ha commentato Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania- un atto di resistenza per socializzare, per autoprodurre cibo sicuro, di stagione, a km zero. Per risparmiare. Per non dimenticare saperi contadini e non perdere il rapporto con la terra, per riqualificare spazi abbandonati il cui destino è trasformarsi in piccole, bruttissime discariche. Per frenare l’avanzata del cemento. Per restituire alle periferie colore, bellezza, umanità. Il cittadino campano – conclude Buonomo di Legambiente – che vive nelle città, frequenta poco le aziende agricole, continua ad acquistare i prodotti primari nei grandi supermercati pur sentendo l’esigenza, di una maggiore genuinità e sicurezza di ciò che porta in tavola. È su questo aspetto che si aprono grandi spazi per gli orti di città che possono costituire una presenza ecologica ed ambientale, una strategia all’avanguardia per accorciare le filiere, combattere l’inquinamento, garantire sicurezza alimentare ricompensando gli sforzi dell’agricoltore e raccogliere la domanda e la richiesta del consumatore».

L’esperienza di Legambiente ha dimostrato l’evidente ricaduta ambientale, sociale ed economica. In particolar modo l’affidamento degli orti agli anziani è anche una risposta all’isolamento ed allo stress. L’esperienza di Pontecagnano ha dimostrato che gli anziani che quotidianamente coltivano la terra, oltre a trasmettere la cultura della coltivazione in modo artigianale ai giovani, sono usciti dall’isolamento, non soffrono di depressione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.