Scontri Coppa Italia, in fin di vita Ciro Esposito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
scontri_roma_Esposito_sparato“Le condizioni di Ciro Esposito si sono ulteriormente aggravate nelle ultime 36 ore e i supporti vitali non riescono a tenere sotto controllo la funzionalità degli organi. E’ cosciente, ma sedato farmacologicamente”. E’ il professor Massimo Antonelli, direttore del Centro di Rianimazione del Policlinico Agostino Gemelli, a riferire sulle condizioni del tifoso partenopeo ferito da colpi di arma da fuoco poco prima della finale di Coppa Italia disputata allo stadio Olimpico di Roma tra Napoli e Fiorentina il 3 maggio scorso.

La notizia del peggioramento di Esposito è arrivata in giornata. In un primo momento si era pensato al peggio. “Ciro è morto”, aveva battuto l’agenzia di stampa LaPresse, subito smentita dalla famiglia, indignata: “Ciro non è morto, il suo cuore batte ancora”, ha chiarito il fratello Michele. “E’ ancora vivo, anche se in coma irreversibile”, ha spiegato lo zio, Vincenzo Esposito. Già da parecchie ore, peraltro, fonti della Questura davano Esposito come “clinicamente morto” dopo che dal policlinico romano Agostino Gemelli avevano sottolineato stamani come la situazione fosse precipitata.

Intanto, la polizia ha deciso di intensificare la vigilanza alla barriera sud di Roma, alla stazione Termini, davanti al policlinico Gemelli e nelle zone dove sono stati allestiti i maxischermi in città. Si è diffusa la notizia che alcuni ultras napoletani vorrebbero partire in giornata per raggiungere la capitale. La famiglia ha chiesto però di evitare raduni presso la loro abitazione

Fonte Repubblica.it

ANCHE DAI TIFOSI DELLA SALERNITANA CI FU’ L’INCORAGGIAMENTO ALL’ULTRAS DEL NAPOLI. Ciro, non mollare”, così c’era scritto sullo striscione esposto allo stadio Matusa di Frosinone dai tifosi della Salernitana in trasferta per assistere alla partita di play-off. Un gesto lodevole quindi da parte dei sostenitori salernitani, che sta a significare che le vicende umane superano quella che è l’aspra rivalità sportiva tra i granata e i supporter del Napoli.

IL SINDACO DE LUCA SU FACEBOOK. “Preghiamo per Ciro Esposito, la sua famiglia, i suoi amici. La madre è una donna straordinaria. Ascoltino tutti il suo appello: mai più violenza!!!”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Caro direttore Esposito peccato solo che non l’abbiano ucciso i laziali vero? Così potevi attaccare Lotito anche su questo.
    Vergognatevi, strumentalizzare un morto che nulla c’entra con il Tg della Salernitana. Ciro siamo con te

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.