Lega Pro: ecco le partite a rischio porte chiuse

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Salerno_Calcio_pallone_in_portaUn torneo di terza serie unica caratterizzato dall´elevato numero di partite a porte chiuse, a causa dei pessimi rapporti esistenti tra le tifoserie di diverse società, in particolare nel girone meridionale.

E´ questa la sintesi del dossier riservato che il Ministero dell´Interno avrebbe già inoltrato in queste ore ai vertici della LegaPro in riferimento al monitoraggio effettuato lo scorso torneo su tutte le piazze che per il 2014-15 dovrebbero disputare il torneo di terza serie (sempre che tutte le società riescano ad iscriversi regolarmente). I bene informati confermano che nei palazzi romani l´aria che si respira è molto pesante, visto che – statistiche alla mano – un terzo delle partite nel girone meridionale (se sarà composto rispettando un criterio geografico) rischia di essere disputato senza pubblico, cosa che comporterebbe una perdita ingente per gli incassi delle società e della Lega stessa. 24 sono le piazze cosiddette calde, di cui oltre la metà localizzate nel Sud Italia.

Tra i nomi che girano in queste ore ci sarebbero – tra gli altri – quelli della Casertana, del Catanzaro, del Lecce, del Messina, del Cosenza, del Savoia, del Foggia, della Salernitana, della Paganese, dell´Ascoli, della Reggina e della Juve Stabia. La volontà ovviamente è quella di ridurre al minimo il rischio di gare senza pubblico e dunque i vertici della Lega sarebbero intenzionati a collocare – in modo strategico – alcune piazze calde in gironi differenti, in modo da prevenire pericoli per l´ordine pubblico ma anche per non “alleggerire” gli incassi.

Fonte: igranata.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Ecco la soluzione : in modo da prevenire pericoli per l´ordine pubblico alcune piazze calde , direi incivili, non saranno iscritte al campionato di Lega Pro.

  2. Ma di decidere di addossare alle società le ingenti spese che ogni domenica lo stato, cioè noi contribuenti, deve accollarsi per tentare di garantire l’ordine pubblico non se ne parla proprio? In tal modo, quelle società che non sono in condizione di sostenere tali esborsi dovranno rinunciare all’iscrizione al campionato!

  3. Sempre tanto pessimismo. Una volta partite che vedevano impegnate la Salernitana ad Ascoli, Benevento, Catanzaro ecc, erano funestate da incidenti. Ebbene, nota lieta, per le stesse partite disputate nello scorso campionato, si è assistito sia in casa che in trasferta a normali partite di calcio, addirittura senza neanche uno sfottò da ambo le tifoserie.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.