Crisi: vertenza Btp Tecno Battipaglia, avviati i licenziamenti per 47 operai

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
matteo_buono_cisl_salernoVertenza Btp Tecno, la società avvia la procedura di licenziamento collettivo per 47 lavoratori, su un totale di 110, dello stabilimento di Battipaglia. Dura la reazione della Cisl: “Le scelte negative non possono ricadere sempre sulla classe operaia. E’ pur vero che la Btp ha dimostrato, nel corso degli anni, di tenere allo stabilimento salernitano. Non è questa la ricetta per superare questo momento difficile”, ha detto Matteo Buono, segretario generale del sindacato provinciale. La decisione dell’azienda di via Bosco Primo arriva alla luce degli accordi non rispettati dalla Alcatel Lucent, che prevedeva di assicurare e garantire i livelli minimi di commesse e la realizzazione del piano di sviluppo condiviso per dal 2010 al 2015. Ma nel corso degli anni, pur incrementando l’organico con 40 assunzioni a tempo indeterminato e lo staff leasing per una parte dei somministrati, la Btp ha registrato il mancato interesse della multinazionale francese.

Fattori che hanno condannato la società battipagliese a chiudere il primo trimestre del 2014 con un trend  negativo del 35% il suo volume di fatturato. E per questo, con una congiuntura industriale già delicata, la Btp ha deciso di avviare l’iter per la risoluzione di 47 rapporti di lavoro. Una decisione contestata dalla Cisl provinciale che, attraverso il segretario generale, Matteo Buono, chiede un repentino dietro-front. “Siamo solidali con la Btp Tecno, ma non è questa la strada da perseguire”, ha spiegato Buono. “Concordiamo che gli accordi non sono stati rispettati, ma con i licenziamenti non si risolve nulla. La Btp, se fermerà la procedura avviata per gli esuberi, troverà nelle parti sociali un alleato forte. Insieme possiamo chiamare alle loro responsabilità il ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Campania e di tutte le istituzioni locali che, il 17 giugno del 2010, firmarono l’accordo per un piano volto alla riconversione industriale del sito produttivo di Battipaglia, indispensabile per garantire i livelli occupazionali e lo sviluppo del territorio”. Le inadempienze della Alcatel dunque, secondo la Cisl, non devono ricadere sulle spalle dei lavoratori.

“Chiediamo che siano garantiti tutti i volumi non dati precedentemente”, ha detto Buono, “oltre a quelli che dovranno essere affidati nel quinto anno. Invitiamo pertanto l’azienda anche a una gestione più attenta delle sue finanze, ribadendo che gli utili prodotti vanno investiti in Btp e non in altre società”. Infine, l’appello alle istituzioni: “Questa vicenda testimonia che Battipaglia va inserita nelle cosiddette ‘aree di crisi’. Solo così si può accedere a finanziamenti utili per il rilancio del territorio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Perchè il “dottor” Vivado (padrone della BTP) non dice che fine hanno fatto i soldi che ha preso da Alcatel Lucent ?

  2. I grandi imprenditori del nord che sono venuti in provincia di Salerno a fare scouting di imprese, ora sono sulla via del fallimento!
    Forse perchè i loro compari del MISE non ci sono più ?
    Basta truffe!! In nome dello sviluppo.
    E voi sindacati dove eravate?
    Oggi vi leccate le ferite come i coccodrilli.
    Ci vorrebbe una bella inchiesta Giudiziaria

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.