Farmacista salernitano arrestato per ricettazione di medicinali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
farmaci_farmacia_medicineUn farmacista della provincia di Salerno, Eduardo Lambiase, ricettatore di farmaci rubati in tutto il territorio nazionale, è stato arrestato dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma. Le indagini sono partite ad inizio giugno con l’individuazione di un deposito occulto ad Arzano in provincia di Napoli.

Nelle prime ore del 27 Giugno 2014, la Guardia di Finanza di Fiumicino ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta del Sostituto Procuratore Dott.ssa Diana RUSSO, nei confronti di un dottore farmacista residente nella Provincia di Salerno. Oltre all’esecuzione della misura, sono state sottoposte a perquisizioni le due abitazioni private in uso al dottore ed una farmacia della provincia di Salerno.

Le indagini, che hanno condotto all’esecuzione della misura di custodia cautelare in carcere, sono state possibili grazie ad una intensa e dinamica attività investigativa che ha confermato, in termini giudiziari, la responsabilità penale del farmacista, ricettatore di farmaci provento di furto.

I finanzieri del Comando Provinciale di Roma, hanno impedito che, migliaia e migliaia di farmaci oramai inutilizzabili e pericolosi per la salute dei consumatori, atteso lo stato di conservazione, potessero invadere i banchi di centinaia e centinaia di farmacie di tutto il territorio nazionale e fermato l’irresponsabile condotta criminale del farmacista – ricettatore. Le investigazioni, iniziate nei primi giorni del mese di Giugno a seguito di un imponente sequestro operato dalle Fiamme Gialle all’interno di un deposito occulto nel Comune di Arzano, hanno permesso di bloccare la successiva distribuzione di oltre 50.000 confezioni di farmaci di vario tipo, genere ed origine, recanti per la gran parte diverse provenienze nazionali nonché ospedaliere, per un rendicontato valore di mercato pari a circa 850.000,00 euro.

Tra i farmaci rinvenuti ve ne risultavano essere numerosi destinati ai trattamenti terapeutici di patologie oncologiche e neurodegenerative di elevato valore economico, i quali necessitano di particolari modalità di conservazione, tra cui il mantenimento a temperatura controllata. Le sollecite attività investigative, dirette dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno messo in evidenza le condotte criminose del farmacista che ora dovrà rispendere dei reati previsti e puniti ex artt. 648 c.p. (ricettazione) e 61 c.p. (circostanze aggravanti).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.