Sanità, manager dell’Asl Squillante obbliga anche i primari a timbrare il cartellino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Ospedale_Ruggi_infermieri_corsiaLinea dura del manager dell’Asl di Salerno Antonio Squillante che obbliga anche i primari che operano nelle diverse strutture ospedaliere dell’Asl Salerno a timbrare il cartellino e dunque a lasciare traccia della propria presenza in corsia. Lo scrive il quotidiano IlMattino.it.   Quello che era un «dovere» di tutti i lavoratori, timbrare il badge in entrata e in uscita dal proprio posto di lavoro, nei distretti sanitari, soprattutto per i direttori, è una rarità. I primari del Salernitano, per trovare ragioni al proprio comportamento, si sono sempre riferiti ad una vecchia legge emanata dall’ex ministro della Salute Rosy Bindi. «Un’interpretazione tutta loro» commenta ora il manager della Asl Salerno, Antonio Squillante, il quale ha deciso di andare a fondo e – come lui stesso sostiene – è riuscito a «smantellare una presunzione, peraltro infondata».

Fonte Il Mattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. post idiota come il tuo è difficile trovarne. I casi sono due il primo è che tu sia uno di coloro i quali non riusciranno a fare più i cazzi propri oppure il secondo caso è che tu sia una analfabeta pazzesco. Infatti vorrei capire perchè il primario dipendente a tutti gli effetti del S.S.N non debba riscontrare la sua effettiva presenza in servizio dovendo comunque prestare un monte orario complessivo mensile previsto per legge (peraltro lautamente pagato) con la timbratura del cartellino, mentre tutti gli altri dipendenti del S.S.N. debbono passare per l’orologio marcatempo? Deve finire questo iniquo privilegio….Per quanto attiene LUI se è riferito al D.G. sappi, mio caro idiota, che nel suo contratto non è previsto nessun monte orario quindi come vedi sei ignorante anche su questo tema ….AGGIORNATI

  2. Lo spiega bene Metropolis oggi e notizie sui siti che specificano l uso del cartellino anche per reperibilita’.il mattino ha pubblicato la nota dei sindacati.cmq sia…ed era ora.le leggi in italia ci sono e che… 🙁

  3. Finalmente un manager con mentalità imprenditoriale e non statalista.
    x Mimmo, lei è il solito mediocre cammellizato sicuramente del pubblico impiego del profondo sud assistenzialista e parassitario.
    Un dirigente di azienda privata.

  4. perchè un primario, lautamente pagato, non debba essere controllato mentre un inserviente deve essere controllato? A questa domanda i signori dei sindacati medici non sanno rispondere se non con fesserie e scuse degne dei bambini di tre anni. VERGOGNATEVI ……poi a chiacchiere si vuol cambiare l’Italia! Iniziamo con questi dirigenti che non vogliono essere controllati! Una domanda a cui vorrei essere risposto: “PERCHE’ I PRIMARI NON DEBBONO MARCARE IL CARTELLINO? QUALE E’ O SAREBBE LA MOTIVAZIONE? NEI MINISTERI I DIRIGENTI MARCANO PERCHE’ I DIRIGENTI MEDICI NON DEBBONO MARCARE??? – QUANDO FINIRA’ QUESTA DISPARITA’ – IL DIRETTORE GENERALE HA FATTO BENE MA LO FARANNO CAMBIARE IDEA? I SINDACATI MEDICI CHE DIFENDONO QUESTA POSIZIONE DI RENDITA CONCORRONO E STANNO CONCORRENDO ALLA DISTRUZIONE DEL NOSTRO S.S.N – CORTESEMENTE VORREI UNA RISPOSTA ONESTA E NON DA SINDACALISTI COLLUSI. GRAZIE

  5. ma quando la stessa cosa che ha fatto Squillante verrà fatto al “Ruggi” di Salerno? I Sigg. Primari dell’Azienda “Ruggi” quando faranno per intero il loro dovere? Quando saranno controllati come legge impone e non con le “autocertificazioni” mensili che sanno di presa per il cu……..
    Ma chi è preposto al controllo oserà un giorno avviare indagini per far finire questa presa in giro??? Ho qualche dubbio se fosse stato un semplice “scopino” sarebbe scoppiato lo scandalo già da parecchio tempo….ma trattandosi di dirigenti medici lo sguardo si volge altrove. Quando si dice che LA LEGGE E’ UGUALE (QUASI) PER TUTTI!!!!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.