Santa Marina, realizzazione Metanodotto: Sindaco chiede modifica del tracciato per tutela ambiente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
santa_marina_comuneIl Sindaco del Comune di Santa Marina, Dott. Dionigi Fortunato, in una lettera inviata, tra gli altri alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Ambiente, Ministero dei Beni culturali, Presidenza Giunta Regionale della Campania, della Basilicata, della Calabria e della Sicilia, Assessorato all’Ambiente Giunta Regionale della Campania, Consigliere G.R.C. – on. Giovanni Fortunato, alla Prefettura – Ufficio territoriale di Governo di Salerno, Soprintendenza per i BAP di SA-AV, Presidenza Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Comunità Montana del Bussento, Lambro-Mingardo, esprime la necessità di trovare una soluzione alternativa in merito al tracciato previsto dalla SNAM, per il passaggio del metanodotto in questione.

“Come già da tempo, e più volte, segnalato – si legge nella lettera –  la società SNAM Rete Gas spa sta portando avanti una proposta progettuale per la realizzazione di un metanodotto denominato “Iniziativa Sealine Tirrenica” per la conduzione di gas dalla regione Sicilia alla regione Campania, mediante una condotta sottomarina posizionata nel mar Tirreno che dovrebbe collegare i due punti di partenza ed arrivo, rispettivamente, di Monforte San Giorgio (ME) e Policastro Bussentino nel comune di Santa Marina (SA)”. Continua il Sindaco Fortunato: “Fermo restando il riconoscimento dell’importanza di realizzare in Italia quelle grandi opere infrastrutturali in grado di ridare slancio allo sviluppo economico del nostro Paese, è, tuttavia, impensabile che tali opere possano penalizzare così pesantemente, scempiandoli,territori incontaminati e  popolazioni della nostra nazione.

Non si spiega come mai, se tra i criteri progettuali di base, individuati dagli stessi tecnici incaricati per la definizione del tracciato vengono indicati “per quanto possibile”, l’utilizzo dei corridoi di servitù già costituite da altre infrastrutture esistenti” ed “il contenimento della lunghezza del tracciato”, poi al contrario si progettano percorsi diversi, decisamente più lunghi ed economicamente molto  più dispendiosi. Il tracciato del metanodotto ipotizzato dalla SNAM, si sviluppa in un percorso, in gran parte sottomarino, comporta la necessita di prevedere una pressione interna alle tubazioni di portata prossima ai 250 bar, che si sviluppa, non dimentichiamolo, lungo le aree vulcaniche e sismiche in continuo movimento presenti nel basso Tirreno.

È il caso, inoltre, di sottolineare che con l’attraversamento a terra, la pressione sufficiente al trasporto del gas si ridurrebbe alla pressione di 75 bar, con un’esponenziale riduzione dei rischi, e la condotta di gas avanzerebbe su linee già solcate, con una contrazione consistente della spesa pubblica. La progettazione non tiene conto, inoltre, dei vincoli urbanisti e ambientali del territorio individuato quale punto d’arrivo, è  il caso di rammentare che il punto  di approdo a terra, coincidente con la foce del fiume Bussento, é classificato ad alto rischio alluvionale, zona qualificata a protezione speciale, essendo sito di interesse comunitario, sottoposto a vincolo paesaggistico ed idraulico, da parte dell’Autorità di Bacino. Nonostante ciò il tracciato in progetto ne prevede,  l’attraversamento    in più punti oltre che  prevedere l’attraversamento di  importanti arterie stradali (SS 18, SS 517, SP 430) e ferroviarie, il passaggio  in un territorio comunale  con vocazione turistica, densamente abitato  con  luoghi ancora incontaminati che rappresentano la principale risorsa economica della popolazione residente”.

“Si chiede alle autorità di competenza – conclude il Sindaco nella lettera – alla luce di quanto sopra esposto, di voler intervenire in maniera urgente per evitare che la programmazione di un’opera di improbabile  realizzazione comporti  un inopinato spreco   di fondi pubblici,  che, se portata avanti,   comporterebbe, comunque,  disastri ambientali  irreparabili, e, nel contempo,tramite le SS.LL., si diffidano gli uffici preposti al rilascio di qualsiasi autorizzazione a riguardo, che sia in contrasto con la normativa territoriale vigente”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.