Sorpreso con gabbia trappola, ibrido accecato e fauna protetta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa

uccelli_rapitiNonostante il canto del cardellino sia udibile un po’ ovunque in questo periodo, le guardie Enpa di Salerno si sono ormai specializzate nell’individuarli velocemente quando sono in gabbia e il loro canto sembra fungere da richiamo per i suoi simili.

E così, durante un giro di controllo sulla prevenzione e repressione del bracconaggio di fauna protetta, la protezione animali ha constatato che in un appezzamento di terreno recintato vi era un esemplare di ibrido di cardellino in una gabbietta, appesa ad una pianta da frutto. Data la vicinanza, le guardie hanno subito notato l’assenza dei bulbi oculari, di fatto l’ibrido risultava accecato.

Questa pratica crudele viene perpetrata attualmente per poter ascoltare tutto l’anno il canto del cardellino e usarlo per catturare altri uccelli. Ma il canto proveniva anche da altre direzioni e così, dopo essersi qualificate, le guardie procedevano a visionare l’area notando altre gabbie contenenti cardellini ed un merlo.  Veniva inoltre recuperata una gabbia trappola a con sportello a scatto nella parte superiore, utilizzata per la cattura di piccoli uccelli.

Si è proceduto a generalizzare il soggetto e verbalizzarlo per detenzione di gabbie trappola, avifauna protetta e maltrattamento. Gli animali sono stati trasportati al CRAS di Napoli dove i cardellini ed il merlo, dopo il periodo di riabilitazione, saranno liberati. Per l’esemplare accecato la procedura è diversa, purtroppo non potrà mai essere liberato in quanto anche lo spostamento in gabbie più grandi renderebbe impossibile individuare la mangiatoia e l’abbeveratoio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. questi soggetti che compiono queste atrocità, devono ricevere lo stesso trattamento che fanno a questi poveri esserini. se nessuno ha il coraggio chiamatemi ! bastardi di merda vi auguro una morte atroce e lenta

  2. Dalle mie parti ce ne sono a decine e li vedi volare liberi. Bellissimi. Massima pena per i bracconieri. Sempre.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.