Iscrizioni, Macalli a LIRATV: “Una decina di società rischiano di scomparire”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Macalli“Abbiamo società che non sono in grado di presentare le garanzie richieste, speriamo riescano a sanare entro il 15 luglio. Sono problemi mi auguro risolvibili, ma ero e resto preoccupato. Una decina di società non hanno presentato le fideiussioni: nella migliore delle ipotesi avranno una penalizzazione, nella peggiore andranno a casa”. Lo ha detto il Presidente della Lega Pro Mario Macalli ieri a Goal su Goal a LIRATV.  Contemporaneamente altre società hanno problemi agli stadi, è una lacuna che si trascina da anni con deroghe diventate abitudini su cui ci si è cullati”.

Sul consiglio federale convocato dopo le dimissioni di Abete Macalli dice: “Siamo stati convocati prima del Consiglio Federale da Abete ed abbiamo capito le ragioni per cui ha ritenuto di doversi dimettere, non è stata una buona giornata per chi come me ha condiviso un lungo percorso con lui. Prendiamo atto della sua decisione, la rispettiamo e procediamo secondo lo statuto alla designazione del nuovo presidente. L’assemblea straordinaria è già convocata per l’11 agosto quando provvederemo alle elezioni del nuovo presidente. Per ora non ci sono candidature, ci saranno nel momento in cui i soggetti intenzionati presenteranno un programma, in democrazia deciderà la maggioranza. Tavecchio da solo rappresenta il 34%, dovrà trovare il resto per arrivare al 51%. Non facciamoci prendere dal panico, l’11 agosto eleggeremo tranquillamente il presidente. Io ho rinunciato a presentarmi come vice, la mia priorità è la Lega fino al termine del mandato se ci arriverò. Non ho brama a raggiungere poltrone che non mi interessano, vedremo se sarà necessaria o meno la mia nomina. Lotito vicepresidente? Fa parte di una strategia, nulla di strano se fosse così. Ghirelli è un dipendente della Lega Pro, continui a fare il dipendente. Il calcio italiano non è allo sfascio come lo descrivono, può succedere una sconfitta. Ci sono troppi stranieri, il ricambio tecnico è difficile perché i nostri non giocano. I campioni sono pochi, ma si continua ad attingere all’estero penalizzando i giovani italiani. Ben venga anche il ringiovanimento nelle istituzioni calcistiche, se qualcuno ritiene di essere all’altezza si presenti, ottenga i voti e governi. La capacità di un dirigente non si misura con l’età”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.