A Minori il 6 luglio i libri di Vito Bruschini e Corrado De Rosa, e i vincitori del Premio “Libro in…corto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

minori_la_spiaggia_di_maioriAll’8a edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo prosegue il confronto tra autori di novità letterarie, in concorso per il Premio costadamalfilibri, scultura in legno realizzata dal Maestro Silvio Amato che sarà assegnata l’11 luglio a Villa Guariglia, nell’ambito della stagione musicale estiva nella splendida location di Vietri sul Mare.

Domenica 6 luglio, ore 20.30, al Bar Crystal di Minori, torna lo scrittore e giornalista romano Vito Bruschini. Dopo The Father – Il Padrino dei padrini; Vallanzasca; La strage. Il romanzo di piazza Fontana; Educazione criminale; autore, negli anni Ottanta, di documentari e trasmissioni culturali per la televisionee video didattici per diverse collane editoriali, oltre che regista e sceneggiatore cinematografico (il suo Zanna Bianca e il grande Kid ha vinto il premio della giuria al Giffoni Film Festival nel 1997), Bruschini propone al pubblico della kermesse letteraria in Costiera “I segreti del club Bilderberg. Il romanzo del potere” (Newton Compton). Le indagini di una giovane funzionaria dell’Unione europea sui movimenti finanziari di una corporation americana sono lo spunto per svelare i misteri di una segretissima e pericolosa congrega di potere, il Club Bilderberg. Costituito da circa centotrenta adepti, da sessant’anni muovono i fili della politica e dell’economia mondiale: sono proprietari di banche, manager di multinazionali, primi ministri e capi di Stato, editori dei principali giornali. Negli ultimi decenni i Bilderberg hanno manovrato nazioni per impadronirsi del loro petrolio, commerciato armamenti nei Paesi in guerra e rivoluzionato l’agricoltura affamando le popolazioni dei Paesi in via di sviluppo.

La storia di Aldo Semerari, tra i più importanti criminologi dai tempi di Cesare Lombroso, è invece ricostruita da Corrado De Rosa in “La mente nera” (Sperling & Kupfer). Lo psichiatra salernitano, autore tra l’altro de I medici della camorra (Castelvecchi 2011), di Strozzateci tutti (Aliberti 2010), de La giusta parte (Caracò 2011) e Novantadue. L’anno che cambiò l’Italia (Castelvecchi 2012), sfogliando l’album dei segreti d’Italia, da piazza Fontana alla strage di Bologna, dal sequestro Moro all’omicidio Amato, fino alla prima trattativa Stato-mafia, quella del sequestro Cirillo, con regolarità, spunta il nome di Semerari. A volte sullo sfondo, altre in primo piano, nelle foto ricordo del passato più misterioso del nostro Paese il “professore nero” c’è sempre. Se indagato, viene assolto. Anche dopo mesi di carcere per la strage di Bologna. È un professionista stimato, temuto e riverito, il perito più richiesto dai magistrati e allo stesso tempo il criminologo di fiducia della banda della Magliana e di Luciano Liggio, della camorra e dell’eversione nera. Non è un caso se la sua vita di segreti si conclude con l’ennesimo mistero d’Italia: viene ritrovato in una Fiat 128, la testa mozzata nell’abitacolo, il corpo incaprettato nel baule. Un caso chiuso in fretta, visto che ancora oggi non si sa veramente chi lo abbia ucciso, forse perché – come in un giallo – sono in troppi a volerlo morto per paura che riveli i segreti che custodisce.

Sarà la giornalista Patrizia Reso ad intervistare i due scrittori.

Nel corso della serata a Minori appuntamento anche con il “corto” cinematografico. Le piccole pellicole ispirate a libri o a movimenti letterari, e selezionate da una giuria di esperti per l’assegnazione del Premio “Libro in…corto”, saranno proiettate per il pubblico presente. E così “Sconosciuti” del lucchese Tommaso Landucci, “Pizzangrillo” del romano Marco Gianfreda, “Bold” del milanese Davide Gentile, si contenderanno i riconoscimenti della giuria tecnica, composta dal produttore e distributore cinematografico Oswald Garms, dagli sceneggiatori Barbara Petronio e Nicola Ravera Rafele, dalla regista cinematografica Valentina Bertuzzi, e di quella popolare, ed il premio speciale del Laboratorio di Teorie e Tecniche del Linguaggio Filmico dell’Università della Tuscia di Viterbo. Al termine della proiezione la proclamazione del vincitore o dei vincitori che saranno premiati, a Conca dei Marini, il 10 luglio.

 

 

Sempre a Minori, presso l’Arciconfraternita del SS.Sacramento, fino al 10 luglio la mostra “25 Ottobre 1954 alluvione in prima pagina”, dalle ore 19.30 alle ore 22.30

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.