Eboli, sindaco Melchionda interviene su Ecoambiente: “Inosservanze su assunzioni e aumento tariffe”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

Eboli_Sindaco_MelchiondaLa società Ecoambiente, in un momento estremamente delicato per il ciclo dei rifiuti, continua ad utilizzare dipendenti con contratto a tempo determinato e in somministrazione, senza rispettare le disposizioni previste dalla legge per il reclutamento del personale ed il conferimento di  specifici incarichi, a maggior ragione nell’ambito della gestione del ciclo dei rifiuti laddove la legge regionale prevede il divieto di procedere a nuove assunzione del servizio fino al completo reimpiego delle unità di personale dei consorzi di bacino e delle società da essi partecipate.

La stessa Provincia per effetto della legge  26/2010 e la legge Regionale 5/2014, ha espresso, fra l’altro, con una specifica delibera con cui invita tutte le società partecipate dell’Ente ad astenersi dall’effettuare assunzioni di personale a qualsiasi titolo, la propria formale contrarietà.

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: “Nel mentre assistiamo a considerevoli rincari delle tariffe per il conferimento dei rifiuti da parte della società Eco ambiente, la stessa dispone o proroga  delle assunzioni di personale da cooperative e agenzie interinali.

Il sospetto, che rischia di tramutarsi in certezza, è che la destra che governa la società e la provincia stia tentando di coprire l’utilizzo smodato che in questi anni si è fatto del personale con un ulteriore aumento delle tariffe, che si attesta a  23 euro a tonnellate, passando da 147 a 170 euro e con anche effetto retroattivo al 2013.

Un atto illegittimo, attraverso cui la gestione di Eco ambiente cerca di tenere al galla un vero e proprio carrozzone.

Ci opponiamo con forza a tale comportamento, inaccettabile soprattutto in una fase di grande difficoltà per il ciclo dei rifiuti, e che inevitabilmente si ripercuote sui cittadini, già al collasso a causa delle innumerevoli tasse da pagare.

 

Intanto faremo ricorso, per quanto riguarda la tariffa, ai competenti organi giurisdizionale, così come stanno facendo anche gli altri comuni.

Esprimo, in tale contesto, anche tutta la mia solidarietà alle maestranze della ex società Aser, così come a tutti i dipendenti delle società e dei consorzi di bacino, i cui posti di lavoro sono a rischio anche a causa degli errori della società eco ambiente e della destra che la governa, determinandone le scelte.

Per fortuna, la nuove legge regionale, pur con i suoi tanti limiti, restituisce la competenza ai comuni in forma associata per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti.

Soltanto così si potrà porre fine ad un modus operandi  divenuto ormai inaccettabile”.

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. caro signor sindaco melchionda e da anni che denunciamo il malcostume e le assunzioni clienterali di ecoambiente ma abbiamo trovato sempre orecchie sorde a questo argomento per quanto riguarda la societa aser azienda tecnologicamente avanzata in campania nel settore rifiuti questi signori sono colpevoli della chiusura aser mi domando come si fa a mettere in liquidazione una societa che al momento della liquidazione vantava crediti per un milione e seicentomila euro con un fatturato mensile di quattrocentoottantamila euro societa che dopo due anni dall inizio della liquidazione i due commissari liquidatori avevano fatto un buco di due milioni di euro come da bilanci da loro prodotti questi signori e signori e una parola troppo grossa non hanno rispettato le leggi nazionali e regionali che impongono la ricollocazione in primis dei lavoratori aser e poi degli altri lavoratori del comparto igiene ambientale la suddetta societa aser poteva assumere altro personale ma si vede che a questi signori non interessava la cosa poiche si sentono al di sopra della legge e violano costantemente la stessa senza che nessuno alzi un dito per quanto riguarda le cooperative politiche e gli interinali queste assunzioni non sono leggittime anzi sono fuorilegge speriamo che ci sia un modo per fermare queste scelleratezze di questi signori ….la ringrazio per aver spezzato una lancia in favore dei 34 lavoratori aser che grazie a questi signori si trovano in mezzo alla strada e che potevano con il loro lavoro specializzato creare nuove opportunita per questa terra martoriata in mano a una politica demenziale…..saluti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.