Maiori: uomo senza vita tra le barche ormeggiate al porto. Si indaga

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
MaioriMaiori questa mattina si è risvegliata con una tragedia che ha scosso l’intera cittadina costiera. Un uomo di 65 anni è stato rinvenuto cadavere nello specchio d’acqua del porto.Il suo corpo senza vita era a pelo d’acqua questa mattina intorno alle 8, quando è stato avvistato dal proprietario di un imbarcazione ormeggiata a uno dei pontili.

P.D.A, queste le iniziali, originario di Maiori e tra l’altro conosciutissimo da residenti e villeggianti, era il custode dell’area portuale e dipendente della società che gestisce l’approdo in Costiera Amalfitana. Probabile che a causare il decesso sia stato un malore che ha colpito l’uomo mentre era sulla banchina facendolo poi cadere in mare. Subito allertati i soccorsi del 118 che hanno recuperato l’uomo dall’acqua e che ne hanno potuto poi constatare purtroppo solo il decesso. Sul posto anche i carabinieri della locale stazione  che stanno raccogliendo le testimonianze nel tentativo di comprendere  la dinamica di quello che, almeno  all’apparenza, sembra  un incidente. A confermare o meno questa tesi sarà l’esame esterno della salma che sarà effettuata, in queste ore, dal medico legale, incaricato dal Pubblico ministero di turno. Non è escluso, tuttavia,  che, nel caso in cui non vengano dissipati tutti i dubbi, si proceda anche all’autopsia.

AGGIORNAMENTO

Sarà l’esame autoptico a stabilire le cause che hanno determinato il decesso di Pasquale D’Amato, di 60 anni (e non di 65 come appreso in un primo momento) ormeggiatore di Maiori (Salerno), il cui cadavere è stato trovato stamani tra le barche nelle acque del porticciolo turistico del comune della Costiera Amalfitana. Da un primo esame esterno, effettuato dal medico legale, il corpo non presenta alcun segno di violenza. D’Amato era stato per l’ultima volta alle 5,30 nel porticciolo. La morte potrebbe essere attribuita ad un improvviso malore. I carabinieri della compagnia di Amalfi (Salerno) diretti dal capitano Alberto Sabba, stanno ricostruendo le ultime ore di vita del sessantenne. Il cadavere sarà trasferito nelle prossime ore nell’obitorio dell’ospedale Ruggi d’Aragona dove sarà effettuata l’autopsia.

FONTE ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.