Capaccio-Paestum: iniziati i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza dell’ex lido Maracaibo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
lavori_Capaccio_Lido_MaracaiboHanno preso il via i lavori di demolizione e rimozione dell’ormai fatiscente ex Lido Maracaibo in località Foce Sele a Capaccio Paestum. Da anni la struttura era chiusa e aveva subito gravi danni a causa delle mareggiate invernali. Tuttavia era diventata anche un ricovero di fortuna per persone senza fissa dimora. Le macerie in cemento erano finite sulla spiaggia e in mare diventando molto pericolose anche per la presenza di spuntoni ferrosi. La demolizione è stata effettuata in danno ai proprietari della struttura che dovranno pagare le spese. Nel giro di qualche giorno l’arenile verrà completamente ripulito e la spiaggia, facilmente accessibile grazie ad uno spartifuoco, tornerà alla libera fruizione dei bagnanti. L’abbattimento fa seguito alle ordinanze n° 97 del 20 giugno e n° 99 del 25 giugno scorsi, firmate dal sindaco Italo Voza. Le operazioni sono coordinate dall’ufficio manutenzioni e protezione civile del Comune, mentre dell’esecuzione dei lavori si stanno occupando gli operai della Sele Calore Multiservizi.

Sul posto sono presenti una pattuglia della polizia locale e i volontari della protezione civile. Si tratta del terzo intervento  di questo tipo sul litorale compreso tra Foce Sele e Varolato. Nelle scorse settimane, infatti, ci era già provveduto alla messa in sicurezza dell’ex Villaggio Merola a Foce Sele (un nucleo di villette che a causa dell’erosione costiera si trovavano ormai sulla spiaggia ed erano state distrutte dal mare) e del pontile di Varolato dove si è proceduto alla rimozione di alcuni pericolosi spuntoni di ferro rimasti lì per anni dopo alcuni lavori. «Oggi è iniziato un altro importante intervento di riqualificazione e messa in sicurezza del nostro litorale. – afferma il sindaco Italo Voza – Grazie a questi interventi stiamo riqualificando dei bellissimi tratti di spiaggia che dopo anni potranno essere nuovamente frequentati dai bagnanti in totale sicurezza. Addirittura in alcuni punti per decenni i detriti hanno impedito il transito sul bagnasciuga».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.