Al via i Concerti d’estate di Villa Guariglia: Gino Paoli e Danilo Rea tra i nomi in cartellone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
concerti_generica_musica_villa_GuarigliaDiciannove sono gli appuntamenti tra itinerari musicali, incontri con l’autore, percorsi di gusto ed eventi solidali che caratterizzano la diciassettesima edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia” in programma dal 10 luglio al 5 agosto sulla terrazza di Villa Guariglia a Raito di Vietri sul Mare. ll festival quest’anno è il capofila degli eventi cofinanziati con PO FESR Campania 2007 – 2013 Ob. O. 1.12 con DD.GR. n.197/2013 e n.692/2013: La Scoperta della Campania – Sessione “Giugno 2014 – Gennaio 2015” .

Dal 10 luglio la panoramica terrazza di Villa Guariglia – sede del Museo Provinciale della Ceramica – si trasformerà, ancora una volta, in un teatro sotto le stelle per ospitare quella che è una delle più importanti rassegne della Costiera Amalfitana. La consulenza musicale della sezione classica quest’anno è curata dal Centro Studi Internazionale Thalberg Sigismund, presieduto dal M° Francesco Nicolosi. I “Concerti d’estate di Villa Guariglia”, che rientrano nel PO FESR Campania 2007 – 2013 Ob. O. 1.12 , si avvalgono anche del contributo ed il patrocinio del Comune di Vietri sul Mare, della Provincia di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno, della Coldiretti Salerno, dell’EPT, della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, del Gal Casacastra e del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno.

Il faro di Erchie che svetta dalla costa a picco sul Mediterraneo, riletto artisticamente da Giancapetti (il maestro della ceramica scomparso lo scorso 18 gennaio), è l’immagine del festival E si propone come una dedica a colui che seguiva abitualmente la rassegna, riservandosi un posto in seconda fila. Questa edizione dei Concerti punta i riflettori sulla musica, la letteratura, gli incontri con la storia ed i percorsi di gusto. Sarà così un divenire di contaminazioni, metamorforsi tanto per rimanere sul tema scelta dalla direzione artistica della sezione classica. Anche per questa edizione, parallelamente ai concerti, si terrà la Mappa del Gusto, il format nato con il festival ed organizzato con la preziosa collaborazione della Coldiretti di Salerno che mette in campo i ristoranti del territorio per la preparazione di un menù dedicato, realizzato utilizzando solo prodotti d’eccellenza del territorio, fondendosi con l’edizione 2014 del progetto di Campagna Amica “Colti e mangiati”.

Sul fronte dell’incontro con gli autori torna il Premio “costadamalfilibri” (venerdì 11 luglio, ore 21 – ingresso libero) con gli interventi musicali dei “L’una e il Soul”; mercoledì 23 luglio, alle ore 19, ci sarà la presentazione del libro “L’anello debole” – Una nuova indagine del commissario Baricco di Piera Carlomagno, edizioniCentoAutori; sabato 26 luglio, alle ore 18, ci sarà la presentazione del libro “La tentazione della vita” di Maria Monica Martino, edizione Fondazione Mario Luzi. Martedì 15 luglio, invece, il concerto sarà anticipato, alle ore 19, da una visita guidata dell’Associazione Erchemperto e di Antonella Schiavone dal titolo “Quando Salerno governò l’Italia”. Mercoledì 16 luglio, alle ore 21, Villa Guariglia ospiterà un evento dedicato al Made in Italy con Creare Italiano dove Moda, Design, Artigianato e Musica condivideranno lo stesso palco. I protagonisti della serata saranno i giovani professionisti dei diversi ambiti con il compito di proporre una collezione originale all’insegna del marchio Italia. che proporranno Ingresso solo su accredito dal sito www.creareitaliano.it.

 

LA SEZIONE CLASSICA. Il tema scelto quest’anno dalla direzione artistica è “Metamorphosen” sia per omaggiare il 150° anno dalla nascita di Richard Strauss, ma, in particolare, per riaffermare la necessità di un’autonomia assoluta della musica quale energia e valore vitale d’ogni perfezione sensibile nello spazio del bello. Artisti di levatura internazionale ed alcuni tra i migliori giovani del nostro panorama concertistico animeranno un programma, che accompagnandoci dal 10 luglio al 5 agosto, si muove attraverso la metamorfosi dei linguaggi, talvolta testimoni della parabola esistenziale ed artistica di un compositore, altre volte simboli di cambiamenti storici e sociali. Tutto ciò in progetti che mirano ad evidenziare come la musica sia capace di restituire, in ogni ambito, profonde evidenze dell’avventura umana. Potremo osservare anche i mutamenti delle forme che i compositori hanno utilizzato nei secoli per dar vita a pensiero, animo, emozione, a cominciare da giovedì 10 luglio quando nell’incantevole cornice di Villa Guariglia si esibirà la Rotary Youth Chamber Orchestra diretta dal M° Simone Genuini, che presenterà, il giovanissimo violinista Riccardo Zamuner interprete di due gemme della letteratura vivaldiana quali Alla rustica e l’Estate, passando poi, per la Holberg suite di Grieg e chiudendo con i più celebri songs di George Gershwin. Ritorna, il 15 luglio, il Quartetto Terpsycordes di Girolamo Bottiglieri, Raya Raytcheva, Caroline Cohen-Adad e François Grin al cello, reduce dall’incisione di due quartetti beethoveniani, ma che qui spazieranno da Haydn a Brahms, onorando il tema della rassegna con le “Métamorphoses nocturnes” di Ligeti. Largo ai giovani, al work in progress del mondo musicale, il 25 luglio nella Villa Comunale di Vietri, con l’Orchestra del Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno, diretta da Massimiliano Carlini. Il concerto straussiano è fissato per il 26 luglio, in programma “Enoch Arden”, un melologo del 1897, che pone in luce la grande sensibilità teatrale del genio tedesco, interpretato da due mostri sacri del teatro italiano quali Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini con Francesco Nicolosi al pianoforte. Mentre, il 29 luglio il tocco internazionale sarà offerto dal duo portoghese flauto e pianoforte di Luis Meireles e Maria Josè Souza Guedes, protagonisti di un programma che spazia dalla sonatina di Gaetano Donizetti alle virtuosistiche variazioni di Franz Schubert sul tema del lied “Trockne Blumen”, sino a Lapa e alla scuola francese di Piernè. Ancora magistero russo per il recital del vincitore del Premio di Esecuzione Pianistica “A. Napolitano – Città di Salerno” 2014, Alexander Yakovlev, in scena il 30 luglio, il quale proporrà musiche di Mozart e Schumann, prima di interpretare i Quadri da un’esposizione di Musorgskij, che gli hanno consegnato la vittoria sul palcoscenico del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno lo scorso 11 giugno. Due gli appuntamenti ad agosto: il 3 agosto con Cinema Serenade, le più amate colonne sonore di tutti i tempi, da Piazzolla a Rota, da Gershwin a Scott Joplin, sino a Gardel, Morricone, e Piovani, eseguite dal Quintetto Concentus, prime parti del Bellini di Catania e il 5 agosto gran finale con uno dei più grandi affabulatori campani, Peppe Barra, il quale coadiuvato dal Discantus Ensemble diretto da Luigi Grima condurrà nel giardino di “Pierino e il lupo”, alla scoperta dei segreti dell’orchestra insieme a Sergej Prokofiev.

 

LA SEZIONE JAZZ. Il cartellone si dividerà tra Marina di Vietri che ospiterà il 20 luglio con un quartetto di eccellente estrazione composto dai capiscuola del jazz partenopeo moderno, con Antonio Onorato alle chitarre, Joe Amoruso alle tastiere, Rino Zurzolo al contrabbasso e Franco Del Prete alla batteria, e Villa Guariglia, ove il 23 luglio sarà di scena il tenor sax di Daniele Scannapieco in “Reverence”, che si esibirà avendo al suo fianco un All Star Trio composto da Dario Deidda al basso elettrico, dal fratello Tommaso al contrabbasso e dal giovane e talentuoso Luigi Del Prete alla batteria. Un progetto “pianoless”, che tributa un sentito omaggio ai grandi del passato (Thelonious Monk, John Coltrane, Billy Strayhorn, Benny Golson, Joe Henderson e Michael Brecker), con la visione moderna del jazz contemporaneo. Il 1 agosto Vietri sarà allietata dalla street band cittadina, una tradizione che guarda agli U.S.A. e ai processionali di New Orleans, ove tutto è nato, prima di ascoltare il Martucci Vocal Ensemble in “Sing a Song”, un omaggio alla voce, che nella storia di questo genere ha un’origine remota, tra canto spiritual e profano, ricoprente spesso il ruolo sostitutivo di uno strumento. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Conservatorio “G. Martucci di Salerno”. Il giorno dopo (2 agoato) sarà l’Orchestra pop-jazz dell’Università di Salerno, una delle numerose formazioni del nostro ateneo, affidate a Stefano Giuliano a proporre un concerto dalle grandi emozioni e che ospiterà la voce swing salernitana, Vittorio Frattini.

GLI EVENTI SPECIALI. Di altissima levatura sono gli eventi speciali con il concerto di Gino Paoli e Danilo Rea, previsto per il 14 luglio “Due come noi che…”, promosso dalla Banca della Campania, un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana. Due gli appuntamenti dell’Hub Music Project previsti per il 18 luglio con Stateless un gruppo elettronico inglese e il giorno successivo, il 19 The Bad plus, un trio che combina elementi di jazz d’avanguardia con influenze Pop e Rock, che sfugge, metamorficamente, ad ogni classificazione di genere. Due sono quest’anno i concerti che hanno l’obiettivo di promuovere una campagna a favore di altrettante associazioni impegnate sul sociale: il 22 luglio il soprano Anna Corvino, accompagnata al pianoforte da Paola Petrosino, terranno un concerto di beneficenza per l’Associazione Progetto Famiglia Cooperazione Onlus; il 31 luglio, invece, sempre a Villa Guariglia I Musicastoria calcheranno proporranno Spassiba, l’evento-racconto-concerto che da diversi anni sostiene i bambini dell’orfanotrofio di Zhodino in Bielorussia grazie all’impegno dell’Associazione Salerno Accoglie.

LA MAPPA DEL GUSTO. Chiudere gli occhi. Assaporare una forchettata di tagliolini allo zafferano, conditi con un pesto di nocciole tonde di Giffoni, o un’insalatina di seppioline, aromatizzata con il limone sfusato amalfitano. Lasciarsi andare alle sensazioni che il palato suggerisce. Poi, recuperare dai cassetti della memoria le immagini che la mente custodisce: la costiera che corre lungo i Monti Lattari, le verdeggianti terre dei Picentini, la vegetazione rigogliosa del Vallo di Diano ed il mare color acquamarina che bagna il Cilento. Il tutto racchiuso in un piatto, sintesi di quei sapori che rendono sempre più unica la nostra Campania. E’ un viaggio dei sensi quello che questa edizione della Mappa del Gusto dei Concerti d’estate di Villa Guariglia propone ai suoi gourmet. Quindici sono le tappe come del resto quindici sono i ristoranti che dal 10 luglio proporranno menù tematici. Scelto un prodotto tipico, allo chef il compito di reinventarlo e combinarlo seguendo le pagine del suo personale ricettario. E’ tutto qui il segreto della proposta: ogni piatto che è presente in carta è l’opera del suo inventore, pardon “compositore del gusto” (visto che parliamo anche di musica). Quest’originale libro dei saperi e dei sapori si fonde perfettamente al progetto della Coldiretti di Salerno, “Colti e Mangiati”, che punta i riflettori sulla ristorazione di qualità ed al tempo stesso ad una tracciabilità dei prodotti, garantita dalla passione e dalla professionalità degli imprenditori agricoli del territorio. C’è una data, in questa edizione dei Concerti d’estate, il 24 luglio, che avrà come scenografia naturale il caratteristico panorama del Cilento che si gode dalla terrazza di Cuccaro Vetere. In concerto, I Musicastoria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.