Amalfi: a “Sulle Tracce delle Sirene” le esplorazioni musicali dello “Youkali Quartet”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Prosegue con lo “Youkali Quartet” la rassegna “Sulla Tracce delle Sirene”. Venerdì 11 luglio alle ore 21, nell’Antico Arsenale della Repubblica di Amalfi, va in scena il quartetto d’archi che col suo nome omaggia l’isola immaginaria dello “Youkali Tango” di Kurt Weill.

La musica di quel tango è malinconica, onirica, passionale e dolce, così  i quattro musicisti, Isabella Parmiciano ed Anna Rita Di Pace al violino,  Tsetanka Asatrian alla viola, Marco Di Palo al violoncello, decidono di trascriverne la versione per quartetto d’archi e per ispirazione e omaggio ne danno il nome alla propria formazione. La riscrittura, la trascrizione, l’arrangiamento la sperimentazione diventano così un vizio per il quartetto, che grazie al suono ricco ed infinito degli archi riesce a tradurre in maniera rinnovata musiche dei più svariati tipi, offrendo un concerto di ampio respiro e potente espressività al pubblico della concert season organizzata dall’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Amalfi retto da Daniele Milano, e da InCantiDiSirene, con la direzione artistica di Vincenzo Desiderio,  con il supporto dello sponsor tecnico Consorzio Amalfi  Qualità.

Lo “Youkali Quartet”, così come molti quartetti moderni, costruisce il proprio repertorio attingendo ai più diversi linguaggi e stili compositivi e va oltre tentando una curiosa esplorazione dei differenti “modi di suonare” di “pronunciare” tutte “le musiche”:  klezmer, tango canciòn, tango nuevo, pop, Beatles, R. B. e R. M. Shermann, Edith Piaf. Oggi il gusto salottiero dello Youkali Quartet  sta cedendo il posto ad una vena più sperimentale, grazie ad una ibridazione soft con la tecnologia, con dub, loop station, nastro, dj set,  e con le sonorità di strumenti etnici, quali taus, tanpura, tablas.  In tal modo i quattro maestri, che hanno riscosso vivi apprezzamenti in tutto il mondo, tracciano con gli archetti dei loro strumenti un concerto, evocativo e coinvolgente, che è viaggio a 360 gradi nelle potenzialità espressive ed emozionali della musica.

Il rinnovamento della tradizione musicale, non ci stancheremo mai di dirlo, è il leit motiv di “Sulle Tracce delle Sirene”. Da quattro anni portiamo in scena artisti che con la loro passione innovano i generi musicali, rendendo ad essi nuova vita. Lo Youkali Quartet è una grande espressione di questo tipo di rinnovamento” dichiarano in maniera unanime l’assessore Daniele Milano ed il direttore artistico Vincenzo Desiderio.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Si consiglia la prenotazione, valida fino alle ore 21 di venerdì, da effettuarsi alla mail prenotazioni@sulletraccedellesirene.it.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.