Cilentana aperta a metà: piena inefficienza a risolvere i problemi. Economia sul lastrico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
strada_cilentana_salerno_cilento«In Italia i dati sul turismo sono in crescita, mentre nel nostro territorio abbiamo una ricchezza come il Cilento che nella condizione disastrata in cui versa rischiamo di registrare trend negativi». Così il segretario provinciale Cisal Terziario Giovanni Giudice sui numeri evidenziati dalla Camera di Commercio prima, e dall’Ufficio Territoriale del Lavoro poi, sull’andamento del settore turistico della provincia. «E’ una vergogna che la politica non abbia saputo  nemmeno quest’anno migliorare le condizioni di disagio. L’apertura a metà della Cilentana non può essere considerato un risultato positivo. I rallentamenti stradali rimarranno, così come le difficoltà economiche delle attività ricettive della zona. Da questo punto di vista si può denotare la piena inefficienza degli enti preposti a risolvere i problemi vivi dell’economia del territorio».

Giudice sottolinea la necessità di dover intervenire non solo con il miglioramento delle infrastrutture, ma anche sollecitando la politica a farsi promotrice di una riforma fiscale che possa venire incontro alle diverse condizioni lavorative: «Riforma fiscale, meno fisco in busta paga per i lavoratori. Bisogna ridurre le tasse per le piccole e medie aziende che sono la spina dorsale del Paese. Si necessita, inoltre, di una riforma della contrattazione legata alla flessibilità, alla formazione e riqualificazione dei dipendenti (come l’apprendistato professionalizzante) ad un salario di ingresso. Lo Stato per incentivare alla legalità deve venire incontro alle esigenze delle aziende e mettere a disposizione sgravi fiscali e apertura al credito. Gli 80 euro in busta paga è una misura dettata dalla palese emergenza recessiva che sta penalizzando pesantemente le famiglie italiane, ma deve essere sostituita dal varo di un nuovo sistema fiscale basato sul principio della contrapposizione di interessi affinché ogni cittadino paghi ciò che deve. Bisogna capire che i costi del personale non riescono più ad essere supportati dagli introiti a causa della crisi. Da qui si potrà veramente ripartire per rilanciare l’intera economia».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. la provincia di cirielli e jannone c’hanno messo tutto l’impegno per peggiorare le cose

  2. Perfettamente d’accordo con il Presidente Giudice. Ha ragione, è una vergogna. Genny Gagliano – Pres. Federalberghi Salerno

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.