Province: Upi, servizi a rischio con tagli 2014

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
provincia_esterni_piazza_cavour_2“Abbiamo fatto una prima verifica: nel 2014, con un miliardo e duecento milioni di tagli delle manovre economiche passate e 440 milioni di tagli della recente spending review, dovremo ridurre del 30% i servizi erogati ai cittadini perché non avremo i soldi necessari per garantirli. E’ un questa percentuale infatti che il taglio incide sulle risorse destinate alla gestione di oltre 130mila chilometri di strade, di oltre 5.100 edifici scolastici, sul trasporto pubblico locale e sugli interventi a difesa dell’ambiente”.

E’ quanto sottolinea il presidente dell’Upi, Alessandro Pastacci, ribadendo la necessità che si faccia subito una due diligence sui bilanci delle Province. Tutto ciò, aggiunge il leader delle Province, “è il risultato delle scelte degli ultimi governi che hanno ridotto all’osso i bilanci delle Province senza considerare che questo avrebbe comportato l’emergenza sui territori.

Emergenza – prosegue – che adesso, con la riforma delle Province e l’istituzione delle città metropolitane, ricadrà sulle spalle dei sindaci se non interverremo a riequilibrare la situazione”. A fronte di ciò, spiega ancora Pastacci, “abbiamo chiesto al governo di lavorare con noi alla verifica voce per voce dei bilanci delle Province, per appurare l’impatto che avrà sui servizi ai cittadini e alle imprese il taglio di un miliardo e seicento milioni per il 2014 – di cui quasi 500 milioni sulle Province della città metropolitane – che ci hanno imposto con la manovra economica e con la spending review. Lo ribadiremo nell’incontro che avremo con il presidente della Corte dei Conti e nelle audizioni che avremo in settimana in Parlamento sul decreto legge 90 sulle semplificazioni, presentando emendamenti per riequilibrare i tagli ai bilanci, che oggi – conclude il presidente dell’Upi – incidono su questi enti in percentuali molto superiori che negli altri comparti dello Stato”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.