Truffe assicurazioni, 11 misure cautelari nel Salernitano. 140 indagati. Tre avvocati sospesi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
carabinieri_bicentenario_2014_26Undici misure cautelari (tre arresti e 8 misure cautelari), 140 persone indagate, divieto di esercitare la professione forense per tre avvocati salernitani. E’ il bilancio di un blitz dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, che hanno condotto le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno eseguito all’alba tre ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari, un obbligo di dimora, tre divieti di esercitare la professione forense e quattro obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria nei comuni dell’agro Sarnese Nocerino di Pagani, Sarno, Angri, San Marzano sul Sarno e Nocera Inferiore. Le undici persone raggiunte dalle misure cautelari sono accusate di associazione per delinquere finalizzata alle truffe ai danni di compagnie assicurative. Per ricostruire il raggiro i carabinieri hanno monitorato le attività di uno degli indagati. Una sessantina di falsi incidenti con rimborsi per 250 mila euro, nei quali l’indagato era vittima o responsabile. Da qui sono partire le verifiche su altri casi che hanno portato a scoprire il coinvolgimenti anche di tre avvocati del foro di Nocera Inferiore per i quali è scattato il divieto di esercitare la professione.

IL COMUNICATO UFFICIALE DEI CARABINIERI DI NOCERA INFERIORE. 

La presente attività d’indagine, svolta dalla Sezione Operativa del Reparto Territoriale Carabinieri di Nocera Inferiore e coordinata dal Procuratore della Repubblica di Nocera Inferiore Giovanni Francesco Izzo e dal sostituto Dott. Roberto Lenza ha consentito di disarticolare un gruppo di persone dedite ad organizzare e denunciare falsi sinistri stradali al fine di intascarne i relativi premi assicurativi.

L’indagine che prendeva avvio nell’aprile 2012 in merito ad alcune truffe in danno di compagnie assicurative, si caratterizzava per l’analisi documentale di numerosissime pratiche di sinistri e si arricchiva degli esiti delle intercettazioni telefoniche che consentivano di ricostruire l’esistenza di un vero e proprio sistema collaudato e finalizzato a commettere truffe in danno delle compagnie assicuratrici attraverso la simulazione di sinistri stradali in realtà mai avvenuti.

I controlli effettuati facevano emergere il coinvolgimento in numerosi sinistri stradali di  BUONAIUTO Giovanni che assumeva un ruolo centrale nella vicenda nonché di ANNUNZIATA Alfonso, PISACANE Katia, CALENDA Fraviano. Addirittura il BUONAIUTO figurava in oltre 60 sinistri nel quadriennio 2008/2012, seppure fosse sprovvisto di patente di guida. Il BUONAIUTO, oltre che il ruolo cardine di procacciatore di infortuni e organizzatore sinistri teneva i contatti con alcuni studi legali interessati alla gestione dei falsi sinistri. In particolare, i legali interessati erano BELLACOSA Ornella e DI SIENA Filomena con studio in San Marzano S.S., CELENTANO Lucio con studio a Sarno.

La gestione legale mirava a massimizzare il risarcimento dei danni provocati dai presunti sinistri, di cui BUONAIUTO percepiva poi una parte. Lo stesso contava sulla costante collaborazione di altri due complici fidati  (non reperiti presso le rispettive abitazioni perche’ all’estero per motivi di lavoro) nell’organizzazione dei falsi sinistri, nonché su di una serie di persone che ciclicamente figuravano coinvolte negli incidenti a volte come danneggiate, altre come responsabili ed in altri ancora come testimoni occasionali.

Le compagnie assicurative coinvolte sono in totale 17 ed hanno presentato tutte la querela in relazione ai sinistri contestati.I sinistri analizzati (64 per la precisione), hanno fruttato indebiti risarcimenti per circa 250mila euro. Il quadro indiziario delineatosi ha determinato il Gip di Nocera Inferiore all’emissione di n.3 ordinanze cautelari degli arresti domiciliari , n.1 obbligo di dimora, n. 4 obblighi di presentazione alla P.G., n.3 divieti di esercitare la professione di avvocato, per la durata di due mesi. Complessivamente risultano indagate 153 persone di cui 11 per associazione per delinquere.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Oltre trent’anni, per fortuna, senza mai aver fatto un incidente. E mi girano le scatole di pagare cara l’assicurazione anche per poter far gozzovigliare a sbafo questi cialtroni di imbroglioni. Spero che, accertate le loro responsabilità, vengano puniti severamente. Speriamo ………………………

  2. la notizia è di ieri, pubblicata oggi, a quest’ora il commento è uno solo, più il mio siamo in 2…

    ITALIANI!!!! 180 miliardi l’anno di evasione fiscale che viene valutata in circa 10 milioni di elettori.

    A buon intenditor…poche parole!

  3. Basterebbe un database informatico per sgominare il fenomeno, ma ovviamente non si fà. Pensate che intere famiglie campano (si fà per dire così): fanno i testimoni, le vittime o i colpevoli a seconda dei casi. Basterebbe incrociare i dati e la ripetitività dei fatti e tack il gioco è fatto.
    Ma ovviamente parliamo di fantascienza.
    In Italia gli argomenti che si trattano sono la legge elettorale, gli immigrati (clandestini), l’immunità parlamentare ed i vitalizi.
    Meditate……..

  4. da quando risiedo in questa regione per un macchinone esagerato che ho pago solo 150 euro l’anno di assicurazione, perche qui ognuno paga il suo e in base alle propie disponibilita’ economiche, in sampania per un catorcio di auto di 15 anni sgangherato 1 classe assicurativa senza aver fatto incidenti, pagavo 800 euro l’anno di rca obbligatoria! vergogna campania! a mai piu!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.