Lotito, Salerno e la farsa della seconda squadra… Stoccata al patron da sito web laziale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
Lotito_pensierosoIl sito web www.sslaziofans.it dedica un lungo articolo a Lotito ed alla sua seconda squadra, la Salernitana. Si parla dell’impiego dei giovani laziali a Salerno ma si toccano anche altri temi destinati a far discutere. Stefano Greco scrive:

“Caccia i milioni o fuori dai…”. Non l’hanno presa bene a Salerno questa stagione, soprattutto il mancato salto di qualità promesso e strombazzato da Lotito. Andare in Serie B in un campionato con Lecce, Perugia e Frosinone non era facile, ma visto che nessuno in tutta la Lega Pro ha potuto contare sul budget che aveva a disposizione la Salernitana, tutti si aspettavano qualcosa in più dell’uscita di scena al primo turno dei playoff.

Ma il problema vero, è che a Salerno hanno capito a che cosa serve veramente a Lotito essere proprietario della Salernitana: gli serve per “muovere soldi”. Poi, se ci esce anche qualche risultato sportivo, tanto meglio, perché aumentano le entrate e il valore del club. Ma se non arrivano, amen, tanto lui non ci rimette un solo euro. E, soprattutto, non ci mette un solo euro in questa avventura.

Da quando ha preso in mano la Salernitana, in società con il cognato, Claudio Lotito ha finanziato l’avventura in riva al Golfo con i soldi della Lazio: prima 600.000 euro, poi un fisso di 1,5 milioni di euro all’anno. La scusa? Avere una seconda squadra, un club satellite in cui far crescere i giovani della Lazio. Una scusa. Perché a Salerno Lotito ha spedito solo i giocatori della Lazio che non avevano mercato, quelli che non riusciva a piazzare da nessuna parte, visto che per gli altri che avevano un minimo di mercato chiedeva soldi per il prestito.

Ceccarelli, due anni fa doveva andare a Pescara, lo voleva Zeman (che in quella stagione ha lanciato Immobile, Insigne e Verratti), ma il Pescara non voleva pagare il prestito, era disposto anche a dare soldi alla Lazio, ma solo in cambio di una comproprietà o di un premio di valorizzazione. Morale, a Pescara andò Caprari e Ceccarelli fu spedito alla Juve Stabia, in cambio di 80.000 euro. Poco importa )a Lotito) se per Ceccarelli quello è stato un anno perso, lui ha comunque incassato.

Ma torniamo al discorso originario. Lotito è sbarcato a Salerno per allargare il suo giro d’affari. Gli avevano proposto l’aerea del vecchio campo Volpe, con la promessa di poter costruire altro che con il calcio non aveva nulla a che vedere, ma bisognava tirare fuori 10 milioni di euro per acquistare dal Comune di Salerno l’area messa in vendita.

Avere due squadre serve a muovere soldi da un club all’altro, ad allacciare rapporti politici e anche sportivi. Ovvero, tutti i motivi per cui anni fa la Federcalcio decise di abolire le multiproprietà, varando l’articolo 16 bis, che poi in seguito tra deroghe e concessioni è stato completamente disatteso. All’estero, le seconde squadre sono state create per far crescere i giovani, ma con un sistema tale che impedisce a quelle formazioni di poter essere promosse alla fine del campionato. In Italia, è impossibile pensare che una piazza come Salerno si possa accontentare di “partecipare”, quindi si è scelto un ibrido che non porta da nessuna parte, ma che soprattutto non produce nulla a livello sportivo. Ma a livello economico, sì.

“Per valutare il sistema serve capire quanti dei ragazzi in prestito poi tornano effettivamente in Serie A. La Salernitana è la squadra satellite della Lazio: i movimenti tra i due club sono a senso unico, la Lazio ne manda tanti a Salerno, ma da Salerno a Roma? Bisogna dirsi chiaramente se ai giovani si crede davvero o no”

Parole di Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Calciatori. Che non è contrario in linea di principio all’idea delle seconde squadre o delle società satellite, ma al sistema-Lotito sì. Già, perché per rispondere alla domanda di Tommasi, da Salerno a Roma non è tornato nessuno. Per essere ancora più chiari: NESSUNO DEI GIOCATORI SPEDITI A SALERNO HA FATTO UN SALTO DI QUALITA’. Non solo non sono tornati alla Lazio, ma non sono neanche stati valorizzati e venduti ad altre squadre. Per il semplice motivo, che non è quello il motivo per cui vengono spediti a Salerno.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DI STEFANO GRECO SU WWW.SSLAZIOFANS.IT

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. qua più si va avanti e peggio è 🙁
    non so nemmeno se augurarmi che se ne vada, di sicuro non venderà mai la squadra se non per offerte fuori mercato (è successo già con la lazio ha ricevuto offerte serie e ha risposto chiedendo 4 volte la cifra offerta e ovviamente gli interlocutori sono scappati a gambe levate), e con tutti i giochini contabili che si sta inventando il rischio è che prima o poi salti il banco e ci ritroviamo tutti col culo per terra, hanno lo stesso timore anche i tifosi della Lazio
    Per il resto nulla da dire l’articolo è chiarissimo, non ha valorizzato un solo giocatore della primavera della lazio semplicemente perchè quelli che ha mandato erano giocatori scarsi, giocatori da dilettanti o oneste riserve di serie C, riprova ne è che i pochi giocatori validi che ci son arrivati non son ancora sicuri di restare (perpetuini e mendicino) o rischiano di non vedersi rinnovato il contratto e quindi ceduti (tuia)
    in tutto questo Fabiani ha detto esplicitamente che il mercato della Salernitana è fermo, il Benevento ci frega tutti gli obiettivi + importanti, tra 4-5 giorni inizia il ritiro con meno di 10 giocatori in organico sicuri di restare e nessun attaccante………e il bello è che ogni tanto leggo pure commenti di qualcuno che lo difende……….
    rimpiango gli anni del vestuti da bambino, i primi anni della B con Aliberti (i primi non gli ultimi), ricordo ancora l’anno in cui salvammo alla penultima giornata in serie B con gol di Masinga su cross di Grimaudo col Castel di Sangro e lo stadio che quasi cadeva giù dall’entusiasmo ed io un ragazzo 17enne in curva sud mi ritrovai ad abbracciare decine di persone che non conoscevo e piangevano di gioia, era una squadra mediocre ci faceva soffrire le pene dell’inferno, per arrivare nell’area avversaria serviva un miracolo eppure lo stadio era pieno tutte le domeniche, non c’era un soldo come non c’è un soldo ora ma ho provato delle emozioni quegli anni in curva che difficilmente proverò più, ora c’è stata tolta anche la possibilità di sognare, siamo una società satellite che viene utilizzata per pura comodità politica e contabile, finchè gli faremo comodo ci terrà in serie C eppoi chi lo sa…..

    Grazie Lotito, grazie di cuore, ci hai tolto anche i sogni, la speranza di poter essere stabilmente in seria A/B come la nostra città meriterebbe ampiamente, grazie di cuore!!!!!
    scusate il commento così lungo ma sono molto amareggiato avevo bisogno di sfogarmi

    Vattene Lotito, V-A-T-T-E-N-E!!!!!!!!!!

  2. c’è un solo modo anche se mi pesa dirlo
    0 abbonamenti e disertare lo stadio, contestazione a oltranza finchè non mostra di tenere davvero alla squadra, fino a quando ci considererà una pattumiera in cui mandare i giocatori che non ha piazzato o come strumento x esclusivi fini politici e contabile non bisogna spendere 1 solo centesimo nella Salernitana
    questo è quello che stanno facendo i tifosi della Lazio e fidati che Lotito ha una fifa blu di ritrovarsi lo stadio vuoto anche la prossima stagione
    io nel mio piccolo farò quel che posso, se la politica resta quella attuale e non viene messa su una squadra consona ai nostri obiettivi e appropriata alle capacità economiche di questa società, io non guarderò una sola azione in tv della Salernitana finchè non se ne va
    Mi pesa dirlo perchè sono lontano ma se è l’unico modo in cui posso contribuire lo farò volentieri, spero lo facciano tutti, purchè se ne vada
    Enrico

  3. sono sbalordito: non ho mai contestato a prescindere ma stavolta mi pare che ce ne siano tutti i presupposti.
    la mia proposta: prima partita, tutti fuori a tifare e a bere una birra insieme a tutti i “reduci” e nessuno dentro.
    io sono tifoso della Salernitana, non permetterò a nessuno di mancarle di rispetto !!!
    Inoltre faccio un appello a Mario Somma, un granata vero: LASCIALO DA SOLO, FA’ CAPIRE A TUTTI LA STATURA DEL PERSONAGGIO, DIMETTITI.
    Cosa può capitare, un altro Sanderra ? Ce ne faremo una ragione

  4. Io tifo e vado avanti con Lotito. Dovevate parlare quando si vinceva.
    Quest ‘anno andiamo in serie B!

  5. Chi non è d accordo con l operato della società, per favore non venga allo stadio e, se possibile, si astenga dal discutere di salernitana. Si facciano rivedere solo quando troveranno il presidente dei loro sogni… Cioè mai !

  6. io discuto come e quando voglio dell’operato della Salernitana se non ti sta bene non leggermi ma scordati che io mi astenga dal discutere della Salernitana e soprattutto che mi astenga dal contestare, civilmente ovviamente, l’operato di questo “presidente”
    Esiste la libertà di pensiero e di parola, tu se vuoi tieniti stretto stretto Lotito chi ti dice nulla ma di certo nessuno può impedirmi di contestarlo in maniera onesta legale e civile come sto facendo
    Enrico

  7. beato te che credi nei sogni…..
    come ci andiamo in serie B? dimmelo che son curioso, giochiamo con le giovanili? Le squadre che vogliono competere per la vittoria del campionato costruiscono la squadra a luglio non dico al 100% ma almeno il 70% della rosa va in ritiro dall’inizio (vedi Benevento), poi non è detto che si vinca per carità ma sicuramente si ha molte + possibilità di arrivare al successo costruendo la squadra dall’inizio che giocando al risparmio e guardare le altre fare mercato, questa strategia si è visto che non paga più visto che l’anno scorso la squadra è stata costruita a fine agosto e il risultato si è visto
    Per il resto io non ne faccio un discorso di vincere o perdere, ci sta di investire fare subito una squadra forte e non riuscire comunque a vincere, io ne faccio un discorso di progettualità, negli anni scorsi la sensazione che a me arrivava da tifoso è che la proprietà credesse in questa squadra che volesse farla crescere come società e portarla + in alto possibile e a me andava bene poi puoi vincere o perdere quello dipende anche da altri fattori ma alla base c’era comunque un’idea di società vincente nel tempo, o almeno questo credevo
    Da un anno a questa parte invece il messaggio che viene mandato è esattamente l’opposto e non c’è bisogno che dica i motivi sono sotto gli occhi di tutti (se ripenso che manco Gustavo ci viene riconfermato…..), se poi con una squadra costruita a fine agosto ,coi calciatori che non hanno trovato sistemazione e che dovranno quindi x forza accettare le condizioni a ribasso di Lotito, riuscirà a vincere il campionato allora sarò il primo ad ammettere che aveva ragione su queste stesse pagine dove lo sto criticando, ma francamente nutro molti dubbi sul fatto che ciò possa accadere

  8. Lotito è un imprenditore, un affarista senza scrupoli che pensa solo a guadagnare il maggior quantitativo possibile di denaro…esattamente quello che fanno tutti i presidenti delle società. Non sono mica delle onlus!
    Il problema non è Lotito, che è solo più antipatico della media. Bisognerebbe chiedersi come mai Salerno non è riuscita e non riesce tuttora a produrre un’alternativa imprenditoriale valida.

  9. Gabriele quel che dici è vero ma normalmente l’interesse economico/imprenditoriale che c’è dietro il presidente dovrebbe andare di pari passo col dover conseguire un obiettivo sportivo
    Qui il problema è che Lotito ci sta facendo capire abbastanza chiaramente che al momento per lui l’unico risultato sportivo che gli interessa conseguire a Salerno è quello di mantenere questa categoria e nulla più, e peggio ancora non lo vuole nemmeno ammettere, quelle rare volte che parla di noi parla pure di serie b

  10. ci vuole inteligenza calcistica a salerno in questo momento abbonda la cazzima calcistica per informazione ai tifosi granata dico se lotito costruisce una squadra scarsa noi tifosi ci stiamo a casa e le partite se le vede da solo ETCAPITTTTTTTTTTTTTTTT

  11. E’ chiaro che a Lotito la Salernitana serve solo come scarico a terra e non ha per essa velleità di serie cadetta.
    Visto che, però, come dicevo, alternative valide Salerno non è in grado di crearle, bisognerebbe chiedersi…meglio una società solida in C o una raffazzonata in B (per una stagione al massimo)? Non lo difendo sia chiaro, ma bisogna essere realisti…siamo sicuri che Salerno sia una piazza così golosa e irresistibile per un imprenditore sportivo?
    Non vedo sceicchi arabi e oligarchi russi a far la fila fuori la porta, se capite cosa intendo…

  12. Rispetto il tuo pensiero, ma non riesco ad immaginare una Salernitana che giochi per un anonimo campionato spegnendo già da adesso ogni sogno di vittoria che è alla base di ogni tifoso. Perfino quelli del Chievo sognano di qualificarsi per la Europa League, non possiamo biasimarli e come togliere il “sale” del calcio……..Mi ricordo che anche durante i fatidici 25 anni consecutivi di serie C, ogni anno (almendo fino a Natale) sognavamo di vincere il campionato, eppure avevamo società scarse ma che comunque obiettivamente ingaggiano fior di giocatori (D’Angelo, Messina, Vitulano, Tivelli, Chiancone, ecc., ecc.). Bisogna adesso “stimolare” la società come hanno fatto e fanno a Roma (sponda Lazio) altrimenti ci tratterà ancor di più da “burini”…e a questo trattamento io non ci sto………non so voi……….

  13. e allora di che stiamo parlando? se sappiamo già in anticipo cosa ci riserva il futuro allora tanto vale starcene a casa niente biglietti niente abbonamenti niente tv e buonanotte al secchio, che cosa la seguo a fare la mia squadra se nemmeno posso SPERARE di vederla un giorno stabilmente in A? di che parliamo?
    Enrico

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.