Salerno, De Luca: “La trasformazione urbana la decidono i Consigli Comunali e nessun altro”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
26
Stampa
Visita_Cantiere_Stazione_Marittima_11_De_Luca “E’ una richiesta sacrosanta quelli degli operatori del settore del commercio del centro cittadino. E’ assurdo e inimmaginabile che ci sia un parcheggio di 700 posti auto che è quasi pronto ed invece e continuiamo, nelle vecchie logiche mummificanti del nostro paese, a paralizzare questi interventi. In altre realtà d’Europa queste cose si fanno di corsa. Qui, bisogna fare i conti con vari gruppi,  gruppetti e gruppuscoli,  che passano le loro giornate a dare fastidio. I commercianti hanno fatto bene a far sentire la loro voce. Dobbiamo muoverci. I tempi dell’economia non sono i tempi di quelli che hanno le giornate da perdere”.

A dirlo il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca a margine della conferenza stampa della manifestazione Basket in the Street. Il sindaco alle domande dei giornalisti sul Crescent e sul destino dell’opera ha detto:  “Il Governo sta facendo uno sforzo enorme per dinamizzare l’Italia, rompere le forme di burocratismo, di mummificazione che paralizzano questo Paese. Uno dei punti più delicati è il rapporto con l’insieme dei pareri, dei contro pareri, il ruolo delle Soprintendenze che va ripensato in maniera radicale”.

Poi il sindaco aggiunge:  “La trasformazione urbana di una città la decidono i Consigli comunali e nessun altro. Dobbiamo arrivare, in questo Paese, ad avere vincoli assoluti come le Costiere,  il grande patrimonio storico – artistico ma anche la possibilità di trasformare quartieri ed aree urbane degradate della città senza perdere anni. C’è poi un altro elemento da tenere in considerazione.  I protagonisti di questa trasformazione urbana sono personaggi di livello mondiale: Zaha Hadid, Bohigas, Bofil. Quale sarebbe l’immagine dell’Italia se,  di fronte a questi programmi di trasformazione urbana,  ci si bloccasse perché c’è il comitato della protezione delle passere a cui da fastidio. Ci copriremo di ridicolo ed allontaneremo dal Paese gli investitori”.

IL VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

26 COMMENTI

  1. facevi solo un bel parcheggio sotterraneo..une bel parco e un acquario caro sindaco… ora cerchi l’appoggio dei commercianti strumentalizzandoli …

  2. ma gigin L\’argentin sta pe ancor pe coliche? hahahahaahh scetat ca a partit e fernut hahahahaaha
    a pigliuat a chill servizio hahahahaahah …. afammoc ca nu si ne argentin ne Italian fors si sul nu figl…. mi dispiace solo per gli Argentini autentici,…no pa gent comm a te hahahahaahaha

  3. Un normale padre di famiglia, dovendo ristrutturare casa, o decide di fare i lavori una stanza alla volta (in modo da poter usare le altre), oppure trova una valida alternativa dove trasferirsi nel frattempo. L’intervento di Piazza della Liberta’ (intesa come parcheggio interrato e piazza sovrastante, Crescent escluso) e’ un progetto di 14 milioni di euro. Una sua articolazione in lotti sarebbe stata quantomai scontata. Facile prendersela con la burocrazia, ma nella sua esperienza ventennale da primo cittadino, non conosceva bene tutti i problemi e gli intoppi che ne sarebbero seguiti? Davvero mi chiedo in che mondo viva: i comitati erano gia’ costituiti ed un ricorso al tar era logico aspettarselo. La verita’ e’ che chi ha approvato il progetto non si e’ preoccupato di dove avrebbero parcheggiato i cittadini salernitani. Per le luci d’artista ci sono le navette, per l’utenza quotidiana un’unica schiera di auto parcheggiate in doppia fila.

    Caro Sindaco, se la prenda pure con la burocrazia, ma ammetta almeno di aver commesso quantomeno una leggerezza. Per pensare ai lavori per lotti non serviva una laurea: bastava semplice buonsenso.

  4. Bravo De Luca, a Salerno non decide neanche il consiglio comunale,ma solo il sindaco.Mi chiedo perche’ fai una crociata feroce contro tutti per il Crescent,invece taci per il Palazzetto dello sport fermo da 8 anni,per il sottopasso delle ferrovie davanti al gran hotel e mi fermo qui.La ciita’ delle gru ferme, della strade che diventano sempre piu’ sporche,della presa di possesso degli emigranti che vendono e fanno quello che vogliono.I parcheggi? Cerano, ora non piu’, tutto fermo non per la questione Crescent come dice lei, ma perche’ messe sotto sequestro dalla magistratura per un crollo che ha messo a rischio lei e il codazzo che si portava appresso.

  5. Che vergogna ! strumentalizzare i commercianti, i lavoratori … Che squallido personaggio, De Luca !!! Per che cosa ? Per fare il Crexent !!! Gatta ci cova …

  6. In Malesia hanno costruito una galleria sotto la capitale lunga 9 km in 7 anni. La galleria può essere usata sia dalle macchine (su due livelli) ed in caso di allagamento può essere usata come canale di scolo. A Salerno (o meglio in Italia) opere del genere non potranno mai essere realizzate. Viviamo e campiamo ancora su quello che ci hanno lasciato i nostri discendenti nel corso dei secoli e ora ci vengono a parlare di paesaggio da preservare. Che infinita tristezza.

  7. Ottenebrato dal Crescent!!!
    Ormai c’è solo quello e pensa solo a quello.
    Chissà che c’è veramente sotto.

  8. In qualità di elettore di de luca mi meraviglio che tratti noi cittadini come un branco di pecore. Ben venga tutto quello che Ga fatto finora ma sul crescent. ….é diventato maniacale con teorie da ricovero coatto. Perché accomuna crescent e piazza? Il progetto è unico ma i problemi giuridicamente e urbanistica mente sono diversi. E poi si 5 beati lecchini che scrivono teorie a sua difesa……..ignoranti.

  9. Ormai c’è bisogna finirlo nel bene e nel male. Non siamo più ricchi da poter gettare i soldi al vento, come vorrebbero comitati e nulla facenti, Per alcuni è un mostro, per altri è non avere più panorama, per altri è ha prescindere, ci si farà una ragiona, i soldi sono stati spesi, finiamo l’opera è poi si tireranno le conseguenze al momento opportuno.

  10. ma il consiglio comunale essendo espressione della maggioranza al governo del comune non è controllato dal Sindaco?

  11. Mi sembra di rivedere quando c’avevano le mani in pasta con il termovalorizzatore, e lo definiva la panacea di tutti i mali, poi quando non e’ stato piu’ cosa sua, allora il termovalorizzatore era un male assoluto, dicono bene i diffidenti, ci sono interessi privati sul crescent, mica si sbatte tanto per la cittadella giudiziaria e altre opere incompiute, chissà come mai eh.

  12. Fà specie ascoltare questo esteta parlare di trasformazione urbana avendo ancora sotto gli occhi e, soprattutto, sotto il naso (per i miasmi) lo STRAAOORDINARIO Solarium di Piazza della Concordia. In 20 anni, ha aperto diversi cantieri dei quali molti sono ancora fermi o addirittura lasciati al loro avvilente destino, ma per questo del Crescent non riesce proprio a dormirci la notte.
    Comincio ad avere l\’impressione che quì ci sia qualcosa che non quadra e che dietro a questi suoi (quasi giornalieri) attacchi alla burocrazia ed alle diverse altrui opinioni ci sia una seria preoccupazione non di un semplice abbattimento, ma di ulteriori ed approfondite indagini sull\’intero comparto dell\’area di S. Teresa.
    D\’altronde, diversamente da tutte le opere che ha appaltato, questo manufatto è venuto su con \”un po\’ troppa fretta\” tralasciando , a quanto pare, di ottenere necessari autorizzazioni e permessi.
    L\’intento, poi, di voler rendere pienamente partecipi tutti i cittadini in maniera \”trasparente\” della intera e contorta vicenda giudiziaria, pubblicando sul sito del Comune, in maniera discrezionalmente non completo, l\’atto relativo alla richiesta di rinvio a giudizio, è stato una grave \”scivolata\”.
    Oltre ad essere stata una totale mancanza di rispetto nei confronti dei Cittadini, continua a fomentare eventualmente dubbi e perplessità sull\’operato della Amministrazione comunale.
    Speriamo se ne possa finalmente e quanto prima venirne a capo, da poter attribuire colpe e responsabilità.

  13. vergogna De Luca, il Crescent nasconde interessi privati in barba allle necessita’ della citta’.
    Hai usato suolo pubblico e demaniale per interessi privati.
    L’area andava bonificata, compresa la spiaggia Santa Teresa.
    Il jolly Hotel non abbattutto ma ristrutturato e restituito alla cittadinanza come ostello della giuventu’ e circolo recreativo e culturale per la cittadinanza.
    I parcheggi esistevano gia’ bisognava soilo pavimentarli e il resto dell’area utilizzata come giardini, parco giochi per i bambini, campo bocce e altro a favore dei i cittadini.
    Vergognati, hai utilizzato interessi privati in suolo pubblico e accusi le associazioni anti crescent e la burocrazia per nascondere il tuo reale interesse.
    No dimenticare che il 9 ottobre p.v. andrai sotto processo per falso ideologico.

  14. A suo carico pende una richiesta di rinvio a giudizio e si ipotizzano diversi REATI!!!
    Invece di fare cabaret e pensare alla palude burocratica, al comitatismo, agli sfrantummati, ai pinguini e ai nemici di Salerno, si preoccupasse, piuttosto, di fare CHIAREZZA, e non la solita CRISTALLINA AMMUINA come ultimamente sul sito del Comune, con la Magistratura.

  15. Se una persona non la pensa come voi, la definite lecchina di De Luca ; sembrate tantissimi, ma non credo lo siate e non lo eravate alle elezioni del sindaco.Queste opere sarebbero già terminate se non ci fossero stati intoppi ,pretestuosamente creati per ” guerre politiche”.Che vi piaccia o no questo è il sindaco eletto dal 75% dei ” lecchini” salernitani; se non vi piace questa città di “lecchini”,cambiate città, altrimenti restate a Salerno ,criticate se volete ,ma non boicottate la nostra/ vostra città.

  16. Che vergogna, una persona che parla di legalita’, e poi fa queste dichiarazioni. Ma siamo a salerno o Iraq. Vergognoso veramente. A questo punto la giustizia deve farsi valere, perche’ questi personaggi non possono assolutissimamente, rappresentare una popolazione. Speriamo che la giustizia vada avanti a testa alta.

  17. Per rendersi conto di come funziona l’urbanistica a Salerno, basta vedere le rotatorie realizzate in localita’ Pastena (SA) vicino chiesa Gesu Redentore, da piangere. il peggiore architetto dichiarerebbe che sono fatte male, no nella bellezza ma nella funzionalita’. Si vuole parlare ma di cosa e basta.

  18. X Cittadino . Di sicuro il solarium che tu dici non e’ un bel vedere ma per quanto riguarda i miasmi forse devi sapere che quando hanno bonificato quella zona, dopo aver rimosso la nave , per poco non si e’ dovuto chiamare l’esercito in quanto c’erano milioni di topi e solo il poco personale addetto ha avuto molti ma molti problemi oltre che tanta paura di centinaia di pantegane trovate sotto la stiva. Quindi cittadino vedi di tornartene al tuo paese che piu’ di un cafone non puoi essere.

  19. Il Cittadino è nato, vive e paga le tasse a Salerno ma comunque ha capito che Attilio, oltre a rispondere fuori contesto e scrivere tanto per…forse pensando di insultare chi esprime un parere diverso dal suo datore di pensiero, è sicuramente un Salernitano vero, uno del Centro, di sicuro assiduo frequentatore dell\’attuale sotto-piazza della Concordia.

  20. Salerno ha bisogno di cambiare pagina. L’epoca De Luca è esaurita. E’ stata la più bella di tutti i tempi. Ma sarà dura trovare un’amministrazione che continui la trasformazione urbana. La restaurazione incombe. I commenti a questa notizia ne sono una lucida e semplice dimostrazione.

  21. perchè appena compare il Crescent subito arrivano a fiumi i post? Io penso come diceva Andreaotti “a pensar male è peccato ma il più delle volte s’indovina” Ora solo chi si ostina a non vedere l’inguardabile costruzione difende..l’indifendibile. Bastava poco ad immaginare il casino che ne sarebbe derivato. Certamente un architetto nostrano avrebbe fatto meglio! Altro che invitare cervelli o pretesi tali dall’estero!!!
    Ora il bimbo è nato cosa ne dobbiamo fare? Abbatterlo per buttare via altri soldi? Le colpe per quella costruzione, se colpe sono, a chi iscriverle? Comunque lo scempio del lungomare è stato fatto il costo del ripristino dei luoghi (eventuale) a chi addebitarlo? Tante riflessioni sono senza risposta insomma a metà del percorso conviene andare avanti o tornare indietro? Il dibattito, peraltro sempre acceso, avrà mai una fine o faremo come nel deserto dei tartari?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.