Sala Consilina: sequestrati beni per 600 mila euro ad imprenditore, denunciato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Guardia_di_Finanza_controlli_sequestriNell’ambito di un’attività di polizia economico-finanziaria pianificata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, i militari della Tenenza di Sala Consilina, in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo per “equivalente” emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Lagonegro (PZ), hanno sottoposto a sequestro quote sociali di sei società per un valore complessivo di 600 mila euro di proprietà di un imprenditore di Lauria (PZ), accusato di dichiarazione fraudolenta, indebita compensazione di crediti I.V.A. in sede di dichiarazione annuale ed occultamento delle scritture contabili obbligatorie. Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Michele SESSA, hanno consentito di accertare che l’imprenditore, legale rappresentante di una società operante nel settore dei servizi, sulla base di una falsa rappresentazione nelle scritture contabili obbligatorie e avvalendosi di mezzi fraudolenti idonei ad ostacolarne l’accertamento (occultamento della contabilità), ha indicato nelle dichiarazioni annuali  elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo, nonché elementi passivi  fittizi.

Tale condotta illecita ha permesso alla società non solo un notevole risparmio fiscale (mancato pagamento delle imposte e tasse dovute) ma anche la creazione di un artificioso e consistente credito IVA utilizzato “in compensazione” per il pagamento di contributi previdenziali dei lavoratori dipendenti. Analogo provvedimento cautelare è stato disposto anche nei confronti dei beni della società, avendo l’Autorità magistratuale rilevato in punto di diritto, sulla base delle più recenti pronunce della Suprema Corte di Cassazione, che la “persona giuridica” non può in tale contesto essere considerata “terza estranea al reato”, avendo direttamente partecipato all’utilizzazione degli incrementi economici derivati dall’ingente frode perpetrata dall’indagato a proprio vantaggio, disponendo pertanto il sequestro preventivo per “equivalente” di beni anche nei confronti della “società-schermo”.

Comunicato Ufficiale Guardia di Finanza – Comando Provinciale Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.