Lavoro nero, violazioni del diritto d’autore: blitz in locali e discoteche di Carabinieri e SIAE Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
movida_salernoContinuano i controlli settimanali ai locali della movida da parte dei militari della locale Compagnia Carabinieri unitamente agli ispettori della SIAE di Salerno. Nell’ultimo week end, i militari della locale Compagnia Carabinieri congiuntamente agli Ispettori della SIAE e supportati dai carabinieri specializzati del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro), nell’ambito dei predisposti servizi settimanali di controllo coordinato del territorio volto al contrasto del fenomeno del lavoro in nero e alla verifica del rispetto della normativa sul diritto d’autore, hanno provveduto nella serata di venerdì al controllo di numerosi locali della zona orientale della città e di una nota discoteca sul mare, concentrandosi poi sabato sera con l’ausilio dei militari della Compagnia Carabinieri di Battipaglia su alcuni noti stabilimenti e discoteche del litorale di Pontecagnano.

Durante i controlli venivano elevate contravvenzioni per violazioni amministrative per un totale di circa 10.000 euro da parte dei miliTari dell’Arma, mentre il personale SIAE comminava sanzioni in materia di tutela del diritto d’autore per circa 20.000 euro, provvedendo al contempo ad accertare violazioni in materia fiscale nell’ambito della attività di spettacolo a carico di diversi locali controllati, per irregolarità nell’emissione dei biglietti di ingresso.

In particolare, nel corso del controllo ad un noto locale di Pontecagnano, “sconosciuto” però alla SIAE, veniva denunciato a piede libero un dj per aver illecitamente riprodotto in pubblico brani musicali in violazione della normativa in materia di tutela del diritto d’autore, con conseguente sequestro della strumentazione utilizzata per la riproduzione dei brani musicali, tra cui casse, mixer, sintonizzatore e computer.

Infine, al termine degli accertamenti sulla posizione di 4 lavoratori controllati nelle scorse settimane, e per cui non era stato possibile procedere alla contestazione immediata, sono state notificate nella giornata di ieri sanzioni per oltre 30.000 euro ai titolari dei locali ritenuti responsabili dell’impiego “in nero” in violazione della normativa a tutela del lavoro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. La settimana è di sette giorni uno di guadagno e sei in rosso.Fate chiudere tutto e tutti, poi li daremo anche da vivere.L’accordo non scritto, è venuto meno.

  2. Ma come faranno queste attività a pagare verbali così alti ???
    Questo è un paese che sta alla frutta

  3. Se questi “poveretti” non hanno di che pagare chiudessero e andassero a vivere sotto i ponti, le loro attività saranno rilevate da qualcuno che paga le tasse e tiene i lavoratori in regola.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.