Progetto Bike Sharing Salerno: ecco come migliora la mobilità in città

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
37
Stampa
Bike_Sharing_5Nel corso di una conferenza stampa convocata presso il Salone del Gonfalone nel Palazzo di Città del Comune in via Roma a Salerno, l’Assessore Luca Cascone ha illustrato il nuovo servizio di Bike Sharing finalizzato al miglioramento della mobilità sostenibile. All’incontro hanno preso parte  anche l’Amministratore Unico di Salerno Mobilità Massimiliano Giordano e Gianluca Crescenzo della Renergo Energy. Si è inoltre proceduto ad una rapida dimostrazione del servizio presso la pensilina collocata in via Pertini alle spalle della Scuola Barra.

Il sindaco De Luca su Facebook ha scritto: “Prende il via il progetto Bike Sharing Salerno per il miglioramento della mobilità sostenibile. In tre ciclostazioni collocate in via Giuseppe Odierno (alle spalle della Villa Comunale), sul lungomare Tafuri e in piazza della Libertà (Pastena), sono da oggi utilizzabili 24 biciclette a pedalata assistita per gli spostamenti in città. Dopo una prima fase sperimentale, il servizio sarà potenziato con nuove ciclostazioni e nuove bici”

Scheda tecnica. Per il progetto di Bike Sharing è stata espletata una gara (vinta dalla Renergo, una società di giovani ingegneri salernitani), con la quale è stato individuato un soggetto gestore che ha voluto investire in mobilità sostenibile ed energia rinnovabile partendo con le prime 3 ciclostazioni, alle quali, dopo una prima fase sperimentale, se ne aggiungeranno altre. In particolare quella di Pastena è stata installata sulla strada e non sul marciapiedi, in quanto sarà possibile la ricarica gratuita per le autovetture elettriche.

– N. 3 Ciclostazioni deposito e ricarica, ognuna per 8 biciclette + 2 posti liberi:
Via Giuseppe Odierno (nei pressi del Molo Manfredi);
Via Lungomare Tafuri (Piazza della Concordia angolo via Clemente Mauro);
Piazza della Libertà (Pastena – incrocio via Trento / via R.Mauri).
Dotate di pannelli fotovoltaici per rendere il sistema autosufficiente ma collegate anche alla rete elettrica per garantire funzionalità anche nelle giornate non soleggiate e per l’illuminazione notturna.
La Ciclostazione di Pastena avrà anche una colonnina per la ricarica gratuita di auto elettriche.

– N. 24 Biciclette a pedalata assistita con i seguenti dati tecnici:
Idonee a percorsi collinari (tipici della città di Salerno);
Autonomia circa 70 Km (dipendente dalle condizioni d’uso);
Regolatore di velocità del motore elettrico;
Indicatore della carica residua;
Cambio meccanico a 7 velocità;
Portapacchi posteriore e luci ad accensione automatica;

– Modalità d’uso:
Prelievo della bicicletta, presso una ciclostazione, utilizzando tessera personale a lettura di prossimità;
La tessera è di tipo ad importo a scalare con pagamento regolato da apposito piano tariffario;
E’ necessaria la stipula preliminare di apposito contratto d’uso;

– Piano tariffario:
Abbonamento iniziale di € 39,00 e valido per n. 20 ore di utilizzo;
Ricariche tessera al costo di € 2,00 / ora – minimo € 5,00;
Rinnovo annuale dell’abbonamento ed aggiornamento dati anagrafici € 5,00;
Sono previste agevolazioni tariffarie per utenti abituali o eventi particolari;

– Altre informazioni:
Servizio attivo 06,00 – 24,00 orario estivo e 06,30 – 22,00 orario invernale;
Punto per assistenza commerciale: chiosco presidio SA Mob Concordia;
Ricariche anche on line con apposito APP (in via di rapida implementazione);
Sito di riferimento per abbonamenti, prenotazioni o informazioni sulla disponibilità delle biciclette presso le ciclostazioni: www.bicincentro.it

A settembre disponibilità sul territorio di 21 rastrelliere (senza ricarica) di parcheggio delle biciclette noleggiate o di proprietà dei cittadini. In futuro installazione di ulteriori ciclostazioni anche in zone collinari. In futuro incremento della flotta biciclette disponibile.

Salerno, l’Assessore Cascone inaugura il punto Bike Sharing

VIDEO

 LE FOTO

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

37 COMMENTI

  1. come mai il contratto non prevede una polizza furto e responsabilità civile? la solita fregatura per gli utenti

  2. LASCIANDO STARE CHE IN ALCURE REALTA\’ DEL NORD SONO GRATUITE….. QUI I PREZZI SONO ADDIRITTURA SPROPOSITATI. RIMARRANNO SULLO SCAFFALE!
    STANNO PROPRIO BENE DI FRONTE ALL\’ ELEGANTE \”SOLARIUM\” ! STESSA FINE!

  3. Le solite lamentele da chiancarelli che non sanno più a cosa appigliarsi,ma vi sembra caro 2 euro all’ora? come prendere 2 caffè al banco? quanto costa 1 ora di parcheggio? ma per favore,ma non vi rendete conto che siete ridicoli?

  4. Ti pareva che non arrivavano i soliti a lamentarsi ANCHE di questa cosa. Gradirei che il profondo conoscitore delle realtà del nord qua sopra mi dicesse dov’è che in capa a lui sono gratuite le biciclette, di norma gli abbonamenti partono da 50 euro (non 40 come a Salerno) per delle bici normali (non elettriche come a Salerno), inoltre è interessante la possibilità di parcheggiare/ricaricare anche le proprie bici/auto elettriche, cosa che ho visto fare solo in Olanda e Germania.

  5. Vorrei porre un quesito serio all’Assessore Cascone (che magari legge nello spazio commenti e poi chiarirà). La domanda semplice è questa: Se un ciclista, con la propria bicicletta, dovesse malauguratamente investire un pedone che passeggia sulla “pista ciclabile” del lungomare Marconi, ha colpa il ciclista o il pedone? Sembra una domanda banale ma a quanto ho capito, quella sul lungomare Marconi, non è una pista ciclabile perché priva della segnaletica obbligatoria (insomma, il ciclista sarebbe colpevole al 100%). Può per cortesia l’assessore chiarire una volta e per tutte questo equivoco? GRAZIE

  6. Un\’altra considerazione: volessi effettuare una ricarica di 60 ore per poter utilizzare le bici, spenderei 117€. Con 117€ non comprerei di certo la bici di Nibali e neanche una bici elettrica, ma una normalissima bici di medio livello la comprerei sicuramente e mi resterebbero anche un bel po\’ di €. Bisogna abbassare il prezzo del servizio, è evidente!

  7. Per 2 euro mi toglierei lo sfizio una o anche due volte, ma poi se voglio continuare mi compro una bici. Il problema è sempre lo stesso, anzichè *produrre* qualcosa a Salerno come pasta (Antonio Amato, dove sei?), latte, formaggi o altri generi utili e non per forza alimentari, si “produce” (per modo di dire) negozi in affitto(vedi Crescent), camere in affitto (Hotel) parcheggi a pagamento, grattini per parcheggi a pagamento ecc. da parte di imprenditori che aspirano a rendite vitalizie (la mentalità è creo il business poi controllo tutto dalle vacanze alle Maldive) anzichè lavorare.

  8. Ma come??…polemizza di continuo e poi scompare…poi… quando capita si occupi di qualcosa combina solo danni ed ora…???…si mette a giocare con le bici?!?!
    A parte che questo inutile amministratore è pagato per fare l’Assessore alla Mobilità al Comune di Salerno e quindi gli interessi della collettività, ha , come sempre gli capita, tralasciato di raccontarci, in questo caso, della polizza furto e responsabilità civile.
    Cascone Cascone?!?!
    Ma poi Cascone… dove è finita la tua conclamata strenua battaglia per il ripristino delle corse delle Metro?

  9. non è disfattismo, critica a prescindere o atavico preconcetto ma più semplicemente è che in questi ultimi anni l’Amministrazione comunale tassa il Cittadino con il massimo delle aliquote possibili ed in cambio , invece, si ricevono non beni e servizi ma SOLE e FREGATURE.
    Tutto qui.

  10. Parigi
    Noleggiare una bicicletta: Paris Velib’ e altri servizi
    Per chi no lo sapesse è il servizio del comune di Parigi per il noleggio di biciclette. Per il noleggio bisogna fare un abbonamento che puo essere di un giorno (1,70€) fino ad un massimo di un anno (a partire da 19€), la prima mezz’ora è gratis e poi si paga in base a quanto tempo la si usa.
    Milano
    I prezzi per l’abbonamento sono:
    36 Euro per un anno (365 giorni)
    6 Euro per una settimana (7 giorni)
    2,50 Euro per un giorno (24 ore)
    Oltre al costo per l’abbonamento è applicata una tariffa oraria dopo la prima mezz’ora che è sempre gratuita. Ogni giorno la bicicletta può essere utilizzata più volte, a ogni prelievo scattano 30 minuti di utilizzo gratuito.
    Torino
    http://www.tobike.it/frmAbbonati.aspx

  11. Perché poi Salerno è in Pianura come Modena dal Carmine al Lungomare è solo pianura giusto?

  12. Per “Per gli ignoranti di prima”… e quindi ci dai ragione: Milano: 36 Euro per un anno (365 giorni). Salerno: 39€, 3€ in più di Milano, ma per 20 ORE, non un anno (365 giorni), VENTI ORE!

  13. Ma smettetela di criticare tutto! E poi queste sono bici elettriche. 2 euro all’ora o meno costano quelle normali nelle altre città… e poi lì dove hanno iniziato con le bici ordinarie e gratuite il servizio si è fermato dopo poco perché il pubblico ci rimetteva un sacco di soldi… non esistono servizi gratuiti… qualcuno i costi li deve sempre pagare… smettetela di fare gli ipocriti… magari potevano fare la prima ora 1 euro… ma non mi pare una tragedia…

  14. Con i bus e la metro risparmio e non devo nemmeno preoccuparmi di dove portare la bici. I prezzi sono una troppo eccessivi a momenti costa meno in taxi

  15. alla piattaforma di pastena sarebbe meglio togliere il cordolo perchè le auto , non potendo più parcheggiare sulle ex strisce bianche, lo faranno accostandosi ai cordoli e creando ostacoli al traffico
    e poi dove si metterà il palco della notte bianca? Penso che non si farà più o sarà spostata nell’altra piazza
    comunque per capire come usare le bici , almeno all’inizio, ci vorrebbe qualcuno che a orari stabiliti lo spieghi concretamente sul posto

  16. Ottima iniziativa!
    Sono solo chiancarelle, lasciateli perdere e continuate così. Salerno è ora una delle poche città italiane con un servizio di bici elettriche a pedalata assistita.
    Per loro è un dovere criticare e basta. D’altronde preferivano il degrado urbano alla riqualificazione fatta a via Alvarez.
    W la nuova Salerno; #Chiancarelle #jatevenne

  17. I geni che linkano servizi di bici del nord o che si lamentano dei prezzi alti evidentemente non hanno letto che sono bici ELETTRICHE, non tradizionali.
    Una bici elettrica di base non costa meno di 400 euro per uno scassone, quelle usate dal comune mi sembrano di qualità medio alta (parliamo di 6-800 euro), quindi senza che fate gli splendidi. Chi voleva le bici tradizionali magari facesse prima caso al fatto che a Salerno sono tutte salite, non siamo nella pianura padana. Se poi mi volete linkare le solite chiacchiere sulla germania o la svezia vi faccio presente che quelle sono situazioni avviate da decenni e che i nordici questi servizi se li pagano con il doppio delle tasse nostre.
    Sicuramente vanno previste agevolazioni per studenti, anziani, per chi ne vuole fare un uso intenso, ecc. ecc., ma direi che questo è un ottimo inizio.
    Poi potete sempre farvela a piedi.

  18. A Barcelona il servizio costa 46 euro l’anno, e la prima mezz’ora è sempre gratuita. Significa che posso fare 10 viaggi al giorno da mezz’ora, GRATIS. Giusto come termine di paragone.
    Il costo del servizio qui a Salerno è altino, ma potrebbe anche andare bene considerato che parliamo di bici a pedalata assistita.
    Solo che le 20 ore devono essere scalate al minuto!
    Se uso la bici al mattino per raggiungere la stazione da pastena, la uso per 10 minuti al più, e mi si devono scalare i 10 minuti, non un’ora intera!!!!

  19. quoto in pieno la proposta di DarioP : i prezzi sono congrui per bici a pedalata assistita ma vanno scalati i minuti, non le ore…perchè salerno è piccola e le tre stazioni sono tutte in piano.

  20. il servizio e’ lodevole, ma a chi critica il nord che e’ avanti anni luce e augura di meritarci di non farcela neanche a pied,i gli rammendo che se non c’e’ la mentalita’ della gente per usufruire di questi servizi sono soldi buttati, chissa’ quante bici con “pedalata assistita” rimarranno solo con il telaio o solo con la ruota attaccata alla pensilina !

  21. Ritengo che sia un’ottima iniziativa,le persone disfattiste sono quelle che non vogliono crescere e leggendo sul sito non è vero che il tempo scatta ogni ora bensì ogni 30 minuti.
    Ciò vuol dire che se io parto da pastena senza tempi attesa di autobus con un solo Euro,mettendoci meno di 30 minuti raggiungo o Piazza della Concordia O zona Villa Comunale. E con gli stessi costi al ritorno.Per quanto riguarda i link a realtà di altre città tipo Modena,ma vi siete chiesti quanto abbia investito il comune e quanto sia stato fatto con finanziamenti della comunità Euopea,per cui quanto sia costato alla collettività?

  22. compratevi la bici elettrica GENIO e la migliore giovanile e molto sportiva ma sopratutto velocissima

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.