Cadavere carbonizzato trovato Montecorvino Rovella, scoperto all’alba da un pastore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Carabinieri_bosco_cadavereIl cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato di primo mattino in località Occiano di Montecorvino Rovella, in una stradina di campagna circondata da campi. A fare la scoperta è stato un pastore di passaggio. Le indagini sono state avviate dai carabinieri della compagnia di Battipaglia, diretti dal capitano Giuseppe Costa e dai colleghi del reparto operativo dell’Arma, immediatamente giunti sul posto insieme al medico legale, Adamo Maiese ed al pm della Procura di Salerno Katia Cardillo. Il ritrovamento è avvenuto in mattinata, ma la morte risalirebbe a qualche ora prima. Secondo gli esiti parziali degli accertamenti fatti finora, si tratterebbe di un uomo di età compresa tra i 40 ed i 60 anni, con la barba e di razza bianca. Le condizioni del corpo non consentono di attribuire con certezza l’età e c’è un particolare che, se confermato, sarebbe determinante per capire cosa sia successo veramente: l’uomo sarebbe stato legato mani e piedi ad un albero prima di essere dato alle fiamme.

Ma su questo gli inquirenti mantengono uno stretto riserbo, anche perché si tratta solo di una supposizione, tra le tante ipotesi che si fanno in base agli elementi raccolti sul posto. Se le cose fossero andate in questo modo, ad agire potrebbe essere stata più di una persona. Pare che al polso l’uomo avesse un orologio che segnava le ore 3 e che sia stato picchiato selvaggiamente. Il cadavere, nonostante sia carbonizzato mostrerebbe chiari segni di violenza da percosse, con fratture. Le mani, in particolare, pare fossero in pessime condizioni. Inoltre, chi lo ha portato nella stradina interpoderale di Occiano lo avrebbe fatto infilandogli un cappuccio, forse per evitare di lasciare tracce di sangue o trascinamento. La via presenta numerosi segni di pneumatici, ma si tratta comunque di una strada molto percorsa in zona. Secondo gli investigatori, che sono molto prudenti, potrebbe essere un regolamento di conti. Di più si saprà dopo l’autopsia e l’eventuale identificazione.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Argomento molto sensibile, di difficile percezione, ma da affrontare. Con una facoltà di medicina a Salerno si è costretti a portare le salme altrove; in questo caso a Vallo dal Dott. Maiese (probabilmente gli altri colleghi sono in ferie). Nella facoltà medica di Salerno – presso l’azienda ospedaliera – non esiste la tanatologia forense; di fatto non esiste la medicina legale “forense”. Le autopsie sono sempre in carico ai bravissimi medici dell’asl, salvo rarissime eccezioni. Unico docente di medicina legale, il prof. Antonello Crisci, bravissimo scienziato, però di tutt’altra branca, che col tavolo settorio ci azzecca poco o nulla. Foggia ci è riuscita a creare un polo medico legale di alto livello. Perché non tentare anche a Salerno.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.