Cilento, condotta idrica del Faraone. Romano: Nessuna responsabilità Regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Giovanni_Romano_2 Nessuna diretta ed oggettiva responsabilità può essere addebitata alla Regione Campania per presunti mancati finanziamenti della condotta del Faraone che negli ultimi giorni è stata interessata da lavori di straordinaria manutenzione con conseguenziali disservizi ed interruzione di fornitura di acqua ai comuni cilentani.”

Così l’assessore Regionale all’Ambiente Giovanni Romano.

“La condotta adduttrice detta <del Faraone> – sottolinea Romano – è obsoleta per stessa ammissione del presidente del Consac ovvero dell’ente deputato alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’importante infrastruttura. Per questo tipo di servizio di fornitura i cittadini cilentani pagano le bollente dell’acqua, se poi i lavori non vengono effettuati non si possono scaricare le colpe su altri enti che non finanziano le opere di cui sono deputati a mantenerne l’efficienza.”.

La Regione Campania, in particolare il settore Tutela delle acque, solo con i fondi per l’accelerazione della spesa ha impegnato fondi per un ammontare di circa 300 milioni di euro per 116 comuni; e tra breve saranno pronti ulteriori decreti di finanziamento per tutti i 178 comuni richiedenti.

“Il presidente del Consac sa bene che con i fondi POR non possono essere finanziate opere per le quali gli enti gestori incassano una tariffa, in quanto si presume che la tariffa include, o almeno dovrebbe, anche la quota parte necessaria per le manutenzioni e gli ammodernamenti della rete, e questo non perché lo dice la Regione Campania ma perché da Bolzano a Lampedusa valgono le regole dettate dall’Europa. Ciò non toglie un personale impegno a reperire una diversa fonte di finanziamento che possa servire ad ammodernare o sostituire in parte o in toto la condotta adduttrice del Faraone.

“Infine è singolare che il sindaco di Pollica pur di accusare la Regione di sperpero dei fondi a valere sull’accelerazione della spesa “a pioggia” dimentica o fa finta di dimenticare che quei fondi sono stati utilizzati investendo direttamente gli enti locali che hanno candidato i progetti che ritenevano più utili, come ha fatto proprio il sindaco di Pollica che ha chiesto ed ottenuto il finanziamento per gli interventi di protezione civile per la sistemazione del movimento franoso in località <Costantinopoli e Monaco>.

“Siamo davanti ad una compartecipazione, da parte dei Comuni, alle scelte dei progetti da finanziare con i fondi europei che non si era mai vista in questa Regione”, conclude Romano.

 

 

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.