Tim Cup: la reazione granata non basta, l’Alessandria vince 1-0 ed elimina la Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Salernitana_Parma_22_GabionettaUna buona reazione della Salernitana nella ripresa non è bastata a recuperare lo svantaggio subìto nel corso del primo tempo e che ha regalato al termine dei 90 minuti di gioco la vittoria dell’Alessandria sui granata.  E’ la prima uscita ufficiale per la Salernitana targata Mario Somma. Al “Moccagatta” contro i grigi nel primo turno di Tim Cup, la squadra granata è ancora un cantiere aperto per le tante defezioni: mancano Trevisan e Foggia infortunati, e Mounard che è fuori per scelta tecnica. Ma Somma lancia dal primo minuto Gabionetta che era dato in panchina alla vigilia poichè ancora alle prese con un affaticamento muscolare. In attacco la coppia Mendicino-Ginestra con Nalini da trequartista insieme a Gabionetta. Cerniera di centrocampo con Pestrin e Giandonato, Volpe e Castiglia partono dalla panchina. Difesa a quattro: dinanzi a Gori agiranno Colombo Tuia Lanzaro e Giacomini. Nell’Alessandria mister D’Angelo ha fatto vari esperimenti nell’ultima rifinitura, ma alla fine dovrebbe affidarsi al 4-4-2: Nordi tra i pali, difesa con Sosa, Ferrani, Terigi e Nicolao, centrocampo composto da Spighi, Obodo, Mezavilla, Mora, in avanti l’ex Matteo Guazzo e Rantier. 

FESTA A FINE PARTITA DEI GRIGI (VIDEO YOUTUBE)

Il pre partita

 

LA PARTITA. Dinanzi a 2.400 spettatori, di cui una trentina di fede granata nel settore ospiti, parte subito in attacco l’Alessandria ma l’azione viene fermata per off-side. Match subito aggressivo, al 2’ minuto Mezavilla entra duro su Pestrin, per l’arbitro è solo punizione ma niente cartellino giallo. Al 5’ minuto Nicolao ci tenta dalla distanza, palla che termina fuori, Salernitana ben disposta soprattutto in difesa. Guazzo duella con Lanzaro che lo francobolla in ogni zona del campo.  All’8’ la svolta: destro al fulmicotone dal limite dell’area di Mezavilla dopo un servizio di Nicolao respinto corto da Pestrin, palla nel sette alla destra di Gori e Alessandria in vantaggio quasi a freddo. Salernitana che accusa il colpo mentre fanno festa i tifosi piemontesi che rivolgono cori poco “edificanti” nei confronti di Lotito.

Al 13’ Nalini si procura un calcio d’angolo e Giandonato dal corner per poco non sorprende Nordi che si salva di pugno. Dopo un minuto una bella acrobazia di Gabionetta si spegne fuori. Salernitana che sembra riprendersi dallo schiaffo e Ginestra e Gabionetta al quarto d’ora in ripartenza mettono i grattacapi ad Obodo e soci. La squadra di D’Angelo si difende e riparte con Mora e Rantier rendendosi pericolosa sulle fasce. Al 21’ si fa vedere l’ex Guazzo, bello slalom al limite e Tuia è costretto ad atterrarlo. Punizione affidata a Rantier che termina fuori senza problemi per Gori.  La Salernitana prova a reagire affidandosi all’estro di Gabionetta, l’Alessandria però si difende bene e riparte pericolosa in avanti.

Alla mezz’ora un altro corner di Giandonato trova la spizzata di Mendicino che attraversa tutta l’area e non viene raccolta da nessuno. Dopo un minuto viene ammonito Guazzo per scorrettezze, mentre Ginestra e Gabionetta confezionano uno scambio pericoloso concluso con un tiro alto del brasiliano. Dopo un tentativo di Colombo dalla distanza e un liscio di Pestrin che stava favorendo Guazzo la gara inizia ad entrare in una fase di stanca, complice la serata calda del Moccagatta. Finale di tempo con due sussulti, al 43’ un retropassaggio sciagurato di Tuia innesca Rantier, Gori salva tutto, un minuto dopo punizione di Gabionetta deviata in corner, dall’angolo palla a Giacomini che con un gran sinistro impegna Nordi che salva il risultato. Gara che termina con ammonizione anche per Mora il quarto degli alessandrini a finire sul taccuino del direttore di gara.

Il SECONDO TEMPO si apre con gli stessi 11 del primo tempo. La prima emozione della seconda frazione è di marca alessandrina che sugli sviluppi di un corner mette i brividi a Gori con un colpo di testa di poco alto di Mora. Sul capovolgimento di fronte la Salernitana sfiora il gol: Giandonato innesca Nalini che sgroppa sull’out e pesca al centro Mendicino che dall’altezza del dischetto colpisce di piatto a botta sicura ma si salva ancora l’Alessandria. Il ritmo è subito alto e da un liscio di Colombo parte un contropiede pericolosissimo fermato in extremis da Giandonato. La prima sostituzione è dell’Alessandria: al 9’ entra Marconi al posto di Guazzo fischiato dal settore ospiti.

La Salernitana continua a spingere ed al 15’ è Gabionetta da buona posizione a mancare l’intervento vincente servito da un ottimo traversone di Colombo. Un minuto dopo sono i padroni di casa a sfiorare la rete con il solito Rantier che entra in area e colpisce a botta sicura ma Gori dice ancora una volta no bloccando il pallone. La Salernitana non si scompone e continua a tenere il possesso della sfera pur non trovando gli spazi giusti per bucare la retroguardia di casa. Dopo l’ingresso di Valentini per Mezavilla, Mario Somma risponde inserendo Scalise al posto di Giacomini. L’Alessandria non sta a guardare e dopo aver concluso i cambi inserendo Taddei per Rantier, al 28’ sfiora il raddoppio con Obodo che soffia palla a Pestrin e conclude ma trova uno strepitoso Gori che di piede si rifugia in angolo.

La partita si accende anche negli animi con Pestrin che due minuti dopo entra duro su Obodo e viene ammonito: i due iniziano a beccarsi in modo palese sotto gli occhi dell’arbitro. Al 36’ Somma prova a recuperare il risultato cercando di dare maggiore dinamismo alla linea mediana ed inserisce Castiglia al posto di Pestrin. Negli ultimi minuti di gara la Salernitana prova a giocarsi il tutto per tutto spingendo a testa bassa ma l’Alessandria è brava a difendersi con ordine chiudendo tutti gli sblocchi ai granata. Sul finire di tempo viene schierato in campo anche il baby attaccante Cappiello che rileva Nalini. Al 45’ Gabionetta colpisce incredibilmente la traversa: il brasiliano doveva restituire il pallone ai padroni di casa ma il suo lancio si stampa clamorosamente sui legni. Nel corso dei 5 minuti di recupero la Salernitana sfiora proprio all’ultimo giro di lancette il pareggio prima con Castiglia e poi con Colombo che sugli sviluppi di un calcio d’angolo impegnano Nordi bravo a respingere. Finisce la partita con la Salernitana che esce sconfitta dal “Moccagatta” e dice addio al suo percorso nella Tim Cup. La piccola rivincita dell’Alessandria nei confronti dei granata è compiuta…

TABELLINO

ALESSANDRIA-SALERNITANA:  1-0

ALESSANDRIA (4-3-3): Nordi; Sosa, Ferrani, Terigi, Nicolao; Spighi, Obodo, Mezavilla (18′ st Valentini); Rantier (26′ st Taddei) Guazzo (9′ st Marconi), Mora. A disp: Poluzzi, Sirri, Scotto, Pappaianni. All. D’Angelo

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Colombo, Tuia, Lanzaro, Giacomini (25′ st Scalise); Giandonato, Pestrin (36′ st Castiglia); Gabionetta, Mendicino, Nalini (44′ st Cappiello); Ginestra. A disp: Russo, Bianchi, Grillo, Volpe. All: Somma.

Arbitro: Marinelli di Tivoli (Rossi/Imperiale)

Reti: 8′ pt Mezavilla (A);

Ammoniti: Obodo, Guazzo, Sosa, Mora, Terigi (A), Giacomini, Pestrin (S); Angoli: 5-9; Recupero: 2′ pt; 5′ st.

Spettatori: 2406.

 

LA CRONACA MINUTO X MINUTO

 

1° TEMPO

1’ – Partita iniziata con l’Alessandria subito in avanti;

2’- Fallaccio di Mezavilla su Pestrin, per l’arbitro solo punizione e niente ammonizione;

5’- Ci prova Nicolao dell’Alessandria ma senza fortuna;

8’ – Destro al fulmicotone dal limite dell’area di Mezavilla dopo un servizio di Nicolao respinto corto da Pestrin, palla nel sette alla destra di Gori e Alessandria in vantaggio quasi a freddo;

13’- Nalini si procura un calcio d’angolo e Giandonato dal corner per poco non sorprende Nordi che si salva di pugno;

14’ – Gabionetta tenta in acrobazia, ma senza fortuna;

17′  – Bel lancio di Giandonato per Gabionetta, salva tutto Terrigi

18’ – Rantier e Mora creano scompiglio lungo l’out, la Salernitana si rifugia in corner;

21’- Si invola Guazzo che viene atterrato al limite da Tuia, punizione di Rantier che termina fuori;

24’ – Ammonito Obodo per simulazione;

27′  – La Salernitana prova a reagire affidandosi all’estro di Gabionetta, l’Alessandria si difende bene;

30’ –  Altro corner di Giandonato trova la spizzata di  Mendicino che attraversa tutta l’area e non viene raccolta da nessuno;

31’ – Ammonito Guazzo per un braccio largo nei confronti di Giandonato;

35’ – Ci prova Colombo dopo una ribattuta alessandrina ma sfera che termina alta;

36’ – Retropassaggio di Pestrin e Guazzo per poco non sorprende Gori dalla distanza;

37’ – Ammonito Giacomini nella Salernitana e Sosa nell’Alessandria;

38′ –  Cross di Giandonato, Tuia manca l’impatto con il pallone;

41′  – Punizione sulla trequarti per la Salernitana, palla leggermente spostata sulla destra. Giandonato tira in porta, palla alta;

43′ – Tuia perde il pallone, Rantier va alla conclusione, salva tutto Gori;

43′ – Ammonito anche Mora nell’Alessandria;

44′ – Gabionetta ci prova su punizione, la barriera devia in angolo; sugli sviluppi del corner gran tiro di Giacomini, Nordi vola e devia in corner;

46’ – Dopo un solo minuto di recupero termina il primo tempo.

 

2° TEMPO

2′ st. – Colpo di testa di Mora sugli sviluppi di un corner, palla che finisce alta sul fondo;

3’ st. – Giandonato innesca Nalini che sgroppa sull’out e pesca al centro Mendicino che dall’altezza del dischetto colpisce a botta sicura ma si salva ancora l’Alessandria;

4’ st. – Contropiede dell’Alessandria dopo un liscio di Colombo, Giandonato salva tutto con un gran recupero sull’ex Guazzo;

9’ st. – Primo cambio della partita: nell’Alessandria entra Marconi ed esce Guazzo fischiato dal settore ospiti;

15’ st. – Gabionetta servito ottimamente da Colombo non trova l’impatto con la sfera da buona posizione;

16’ st. – Risponde l’Alessandria con Rantier che si incunea in area e colpisce a botta sicura ma Gori blocca sicuro;

19′ st. – Ancora una sostituzione nei grigi: entra Valentini ed esce l’autore del gol Mezavilla;

25’ st. – Risposta tattica di Mario Somma: entra Scalise ed esce Andrea Giacomini;

26’ st. – Ultima sostituzione nell’Alessandria: esce Rantier ed entra Taddei;

28’ st. – Leggerezza in fase di disimpegno di Pestrin, Obodo recupera la palla e calcia ma Gori si supera deviando in corner con un piede;

30’ st. – Scintille tra Pestrin e Obodo: il granata entra duro sull’avversario e viene ammonito. Scambio veemente di battute tra i due sotto gli occhi del direttore di gara.

36’ st. – Altro cambio nella Salernitana: dentro Castiglia al posto di Pestrin;

40’ st. – Spinge la Salernitana anche se in modo confusionario, si difende la retroguardia dell’Alessandria;

43’ st. – Somma getta nella mischia anche il baby attaccante Cappiello che subentra a Nalini;

45’ st. – Traversa della Salernitana colpita da Gabionetta. Il brasiliano doveva restituire il pallone ai padroni di casa ma il suo lancio si stampa clamorosamente sui legni;

46’ st. – Si giocherà fino al 95esimo;

49’ st. – Angolo per la Salernitana, ultima azione;

50’ st. – Sugli sviluppi del corner occasionissima per la Salernitana che sfiora il gol con Colombo che in mischia gira verso la porta ma Nordi, d’istinto salva il risultato.

50’ st.- Finisce la partita. Fanno festa i grigi mentre la Salernitana esce sconfitta nella sua prima uscita ufficiale e dice addio alla Tim Cup.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. bhe iniziamo male già a parte la prima competizione importane correte ai ripari con il mercato il tempo scorre …………….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.