Parco Nazionale del Cilento e Diano: Forestale scopre smaltimento illecito e deposito di rifiuti speciali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rifiuti_bruciatiSono stati denunciati dal Corpo Forestale dello Stato, C.F. e C.N., responsabili di smaltimento illecito e abbandono di rifiuti speciali e nonnel comune di Caselle in Pittari in località “Formara”. I reati accertati, venivano perpetrati nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, in zona sottoposta a vincolopaesaggistico-ambientale. Il Comando Stazione Forestale di Sanza, durante un servizio finalizzato alla prevenzione ed al contrasto degli illeciti in materia ambientale, in transito sulla strada Comunale denominata “Caselle-Bosco” in agro del comune di Caselle in Pittari notava una colonna di fumo innalzarsi dalla sottostante località “Formara”.

Gli Agenti giunti sul posto, da una prima ricognizione dei luoghi, constatavano che nei pressi di un fabbricato edile in corso di costruzione all’interno di un’area recintata, era in atto un abbruciamento di rifiuti di vario genere, cartoni, imballaggi in plastica, materiale organico, sacchetti di plastica, lattine di alluminio ecc.. Durante il sopralluogo, si appurava che all’interno dell’area erano stati abbandonati ingenti quantitativi di rifiuti speciali e non, di cui mc.10 circa di rifiuti costituiti da imballaggi in plastica, cartoni, rifiuti organici provenienti da attività di ristorazione, materiale plastico di varia natura, bottiglie di plastica e, mc.30 circa di materiale di demolizione edile, contenitori-bidoni di latta e plastica contenenti prodotti chimici, ritagli di polistirolo abbandonati sulla scarpata del Vallone denominato “Formara”, sversati direttamente sul suolo nudo, privi di ogni criterio e strutture per il loro stoccaggio e contenimento, ed esposti agli agenti atmosferici, compromettendo l’habitat naturale e deturpando in maniera significativa le bellezze naturali dell’area.

Accertato l’abuso le Giubbe Verdi, al fine di interrompere la condotta illecita ponevano a sequestro preventivo l’intera area, deferendo i due di cui uno in qualità di trasgressore ed esecutore materiale e l’altro in qualità di proprietario dell’area alla Procura della Repubblica del Tribunale di Lagonegro. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato, sono costantemente impegnati su tutto il territorio Cilentano nelle attività di monitoraggio e contrasto al fenomeno del traffico e della gestione illecita di rifiuti, riconducibili alle operazioni illegali ed ai crimini ambientali, oltre che al comportamento non corretto di alcuni cittadini, condotte che rappresentano una concreta minaccia sia per l’ambiente che per la salute pubblica.

Il fuoco, viene spesso usato come strumento per disfarsi dei rifiuti, a discapito della qualità dell’aria che ne riceve i fumi e della salute delle persone. Alcuni materiali, infatti, come quelli plastici, quando bruciano liberano sostanze pericolose. Non a caso la Legge punisce in modo particolarmente severo il reato di combustione di rifiuti rispetto alle altre forme d’illecito smaltimento.

Comunicato e Foto ufficiali del Corpo Forestale dello Stato

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.