Comune di Salerno: nuove entrate per superare la crisi di liquidità. Risparmi su elettricità e telefoni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Comune_Salerno_esternoApprovato, in sede di Giunta, il Bilancio di Previsione. Si punta decisamente a nuove entrate per superare la crisi di liquidità. Resteranno immutate le aliquote delle tasse, mentre sono allo studio soluzioni per favorire nuove entrate nelle casse di Palazzo di Città. L’obiettivo è sempre lo stesso: non abbassare mai il livello – sia qualitativo che quantitativo – dei servizi da offrire alla cittadinanza. In pratica, sono previste entrate tributarie per circa 146 milioni e mezzo di euro, quasi 10 milioni in più rispetto al 2013, mentre verrà potenziato il servizio di riscossione coattiva. Migliaia sarebbero infatti le utenze da censire per le verifiche tributarie del caso. Oltre a questo, sono alle viste sensibili tagli alle spese di energia elettrica e telefonia.

Messi in atto strumenti di contenimento della spesa. Tra le voci di spesa più pesanti ci sono proprio quelle relative a telefonia e rete internet, oltre a quelle per l’approvvigionamento elettrico. In tal caso, è possibile rinegoziare le condizioni contrattuali per giungere ad un risparmio complessivo di circa il 15%. Probabile che per Palazzo di Città cambi  il gestore del servizio di fornitura energia elettrica. Intanto, si continua a lavorare senza sosta, ancora in questi giorni, soprattutto per quel che riguarda gli interventi di manutenzione delle strade nei diversi quartieri della città. A completamento i lavori in via Pertini, a Fuorni, in via Pinto, nell’area di Santa Margherita, in via Petrillo e nelle zone circostanti. Si conclude anche un importante intervento in via Tiberio Claudio Felice, sulla strada che collega con il Polo Annonario di Salerno. Subito dopo ferragosto si realizzeranno interventi di manutenzione stradale in via dei Principati, via Martiri Ungheresi e in alcune traverse del centro storico.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Quanto siamo ridicoli a votare individui(opposizione compresa) che
    non sanno fare altro,PER LORO INETTITUDINE NEL GOVERNARE,
    che leggiferare,se non producendo altre tasse e tagli per quelli che
    gli garantiscono migliaia di euro di stipendio al mese.Siamo in un posto
    dove i trasporti pubblici fanno ridere perfino i Pachistani(con tutto il
    rispetto per loro),un mare VOMITEVOLE,e dovrebbe essere una nostra
    risorsa,un area industriale LASCIATA STARE ALLA DESERTIFICAZIONE,
    e parlano ancora di tassare?Chi? Perchè cosa?PER raggiungere quale obbiettivo o risanamento?Ma quanto vogliamo rimanere ancora SUDDITI in questo modo?

  2. Basta mandare qualche pattuglia in giro a verificare qunti idioti parlano al cellulare mentre guidano, quanti parcheggiano indisturbati sugli scivoli per handicappati. Sindaco, se vuoi il problema lo risolvi in poco tempo, senza gravare sulle persone per bene…scommettiamo?

  3. Città Turistica?….ma a quale prezzo?
    si stà seriamente cominciando a giocare duro sulla pelle e sui portafogli dei Salernitani.
    La spending review ormai le Istituzioni locali l’hanno adottata a sistematico pretesto per aumentare tasse e gabelle.
    Rivedrei i costi per qualche attività non necessariamente vitale per la Città, migliorando i servizi di cui dovrebbero usufruire i contribuenti residenti che poi pagano le tasse.

  4. BASTA CESSARE DI SPERPERARE TANTO DANARO PER LE STRAFOTTUTISSIME LUCI D’ARTISTA… … … VERGOGNATI SINDACO !!!

  5. x Giabnpiero: hai ragione, ma una cosa è multare, contravvenzionare ect.. altro è riscuotere. Tra mille rivoli della giustizia, scappatoie, falsi nullatententi, extracomunitari, amici degli amici, giudici di pace compiacenti, falsi invalidi, falsi cascatori (nelle buche stradali), notifiche sbagliate, prescrizioni, apolidi, senza fissa dimora ect….. si finisce per non intascare niente. Morale sono solo sempre gli stessi fessi a pagare.

  6. “L’obiettivo è sempre lo stesso: non abbassare mai il livello – sia qualitativo che quantitativo – dei servizi da offrire alla cittadinanza.”

    MA DAVVERO?

    Include la sporcizia dovuta al non ritiro della spazzatura,la mancata disinfestzione,il trasporto pubblico vergognoso indegno per una città del “primo” mondo?

    Ma ci prendono in giro?E per di più abbiamo le tasse comunali più alte d’Italia!!!Gli sperperi sono altrove e sono ben altri,altro che 15%.

    Comunque,come avevo ben inuito,siamo una città fallita senza liquidità.Si era capito già da tempo,ma qualcuno ancora nega l’evidenza

  7. con questa liquidità…noi … prima andiamo a goderci le luci d’Artista e poi, una volta stanchi, ci andiamo a sedere in poltrona al Teatro Verdi…
    Concordo con basta, la pressione fiscale è già ai massimi, bisogna cominciare non a tagliare ma a ridimensionare eventi che non sono necessari alla vita dei contribuenti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.