Il Viminale potrebbe riscrivere i gironi di Lega Pro: troppe gare a rischio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Cellerini_ArechiMentre i tifosi manifestano il proprio malcontento per il calendario spezzatino esponendo striscione in vari punti della città emergono indiscrezioni circa la segnalazione che il Viminale avrebbe fatto alla Lega Pro sulla composizione del girone meridionale e sui rischi dell’inserimento di sette società Campane e di numerose tifoserie rivali.

 Il Ministero degli Interni, in data 11 agosto, ha scritto una lettera al presidente ed ai dirigenti della Lega Pro chiedendo ufficialmente di modificare i gironi e di separare le squadre campane. Nella missiva si legge chiaramente che “sussiste il rischio concreto di incidenti, con pericoli per l’incolumità fisica degli spettatori causati dalla rivalità tra le rispettive tifoserie. Ci sono motivi di tensione che non possono essere circoscritti al mero ambito sportivo”.

Anche lo scorso anno l’osservatorio sulle manifestazioni sportive segnalò la pericolosità dei tre derby salernitani. Nonostante quelle segnalazioni tutto rimase inalterato. Accadrà anche adesso? Oppure il Viminale deciderà d’imperio? Sicuramente gli orari serali per le partite a rischio non potranno essere presi in considerazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. giocate sti derby e basta piagnoni travate scuse perche siete scarsi ma che pensate che se andate nell’altro girone andate iin B
    nei sogni tutto e possibile ma la realta e un altra

  2. @basta con le scuse
    noi non sappiamo se andiamo in b o in d ma vogliamo che nessuno si faccia male e non si spendano soldi inutili per muovere forze dell’ordine che potrebbero svolgere,contemporaneamente,altre funzioni ben più utili alla società che controllare i tifosi di una squadra di calcio.
    Negli altri gironi ci sono squadre tecnicamente forti e si sa che forse,tecnicamente,converrebbe giocare nel girone meridionale ma,come detto prima,lo scopo è un altro: vinca il migliore! ma sul campo!

  3. Mentre i vertici della Lega Pro hanno optato per la suddivisione territoriale e per orari e date che negheranno a tantissime persone la gioia di seguire dal vivo le partite di calcio, le autorità competenti sono già a lavoro per predisporre piani di sicurezza atti a garantire l’ordine pubblico e l’incolumità degli spettatori. Mentre ieri Macalli ha ripreso il solito cavallo di battaglia parlando di “derby a porte aperte, famiglie sugli spalti e Lega Pro all’avanguardia”, quest’oggi l’emittente locale Telecolore ha rivelato che il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, in data 11 agosto, ha scritto una lettera al presidente ed ai dirigenti della Lega Pro chiedendo ufficialmente di modificare i gironi e di separare le squadre campane.

    Nella missiva si legge chiaramente che: “sussiste il rischio concreto di incidenti, anche gravi, con pericoli per l’incolumità fisica degli spettatori causati dalla rivalità tra le rispettive tifoserie delle squadre inserite nel girone C”.

    Si fa riferimento all’inserimento della Salernitana in tale raggruppamento ma solo per evidenziare che: “la co-presenza di sette società le cui tifoserie sono notoriamente caratterizzate da acerrime rivalità con quella salernitana, potrebbe determinare gravi problematiche di ordine e sicurezza pubblica a causa di un’esasperazione che non può essere circoscritta al mero ambito sportivo”.

    Con la missiva, datata 11 agosto, si chiede alla Lega di valutare una diversa composizione dei gironi, separando le squadre campane. Ma ieri sono stati addirittura compilati i calendari ed i gironi non sono stati modificati. Adesso il Ministero potrebbe muoversi diversamente.

    Quando accaduto l’anno scorso in occasione dei derby con Paganese e Nocerina, dunque, sembra non aver insegnato nulla e questa mattina, intervistato dal giornalista Giancarlo Frasca, il Questore di Salerno Alfredo Anzalone si è espresso così: “Non è un girone facile, ci sono partite che vedranno sugli spalti tifoserie contrapposte. Bisogna accettare la realtà ed alzare il livello di guardia, in questo saremo favoriti dalle nuove direttive dell’Osservatorio e del Consiglio dei Ministri”.

    Anzalone spiega: “Le gare a rischio non si giocheranno di sera, c’è già l’intesa con il Prefetto: serviranno più accorgimenti, più uomini e più mezzi, vogliamo che i cittadini onesti vadano allo stadio senza rischiare”.

    Sul raggruppamento: “Questa suddivisione delle squadre non ci agevola, però è il nostro lavoro e lo faremo nel miglior modo possibile come sempre con l’impegno dovuto. Il problema è che molte squadre non solo campane, ma anche calabresi (Anzalone è stato già Questore di Cosenza) sono caratterizzate dalla presenza di pseudo-tifosi che sono in rivalità con altri pseudo-tifosi”.

    Sulle porte aperte auspicate da Macalli: “E’ un progetto futuro, e ci sono alcune parti d’Italia in cui è già pienamente operativo. Non ho nessun problema a pensare che il futuro possa essere quello, ma guardando al passato, il fatto che lo pensi non vuol dire che è realtà. Il presente è estremamente diverso e potrebbe creare grossi problemi”.

  4. x il bimbominkia 15enne che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi

    ma la finisci di dare aria alla bocca con le fesserie che dici?!?!?!
    questo è un girone assurdo, nel migliore dei soldi spenderemo migliaia di euro dei contribuenti (cioè le persone come me non certo quelle come te) per pagare le forze dell’ordine che dovranno essere impegnate in tutti questi derby, nel peggiore dei casi ci ritroveremo sui vari forum o nei telegiornali a piangere l’ennesima morte assurda, peccato che piangere il morto non serve a un piffero il problema va risolto PRIMA!!!!! Quando e se, dio non voglia, saremo qui a piangere una disgrazia a causa di questi derby voglio proprio vedere se avrai la faccia di venire di nuovo a scrivere caz…e su questo forum

  5. Il sig Macallo(voluto) non dimentichi che il suo alto pensiero ha fatto si che la Nocerina fosse radiata dal calcio, ben sapendo del pericolo che era stato più volte segnalato da organi preposti al caso, e lui dritto con il suo pensiero. ora quale squadra e quante squadre vuole far radiare?

  6. I GIRONI VANNO CAMBIATI O SARA’ GUERRIGLIA OGNI DOMENICA LO METTO PER ISCRITTO

  7. Ma vi rendete conto ? A parte i soliti sfotto’ da tastiera a salerno arriveranno Casertani, Torresi (Savoia) Benevetani, e altre piccole realtà dell’interland Napoletano….niente di anormale siamo corregionali , ma vallo a spiegare a quel “PIECURO” Di Presidente della Lega Pro quanti Carabinieri,Vigili, Poliziotti, tutti pagati da noi contribuenti che invece di guardare 4 imbecilli che vengono a fare casino in casa d’altri dovrebbero vigilare ben altre cose piu’ serie….!
    Ah….. dimenticavo se lo hanno fatto presidente allora tutto si spiega……!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.