Ciclismo Gf 3 Regioni Città di Sapri: con lo sbarco di Sapri si chiude lo Scudetto Campano 2014

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ciclismo_biciEran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!  La Spigolatrice di Sapri è la celebre poesia scritta da Luigi Mercantini che narra la sfortunata spedizione di Carlo Pisacane nel Regno delle Due Sicilie. Una lavoratrice dei campi intenta alla spigolatura e presente allo sbarco di Sapri incontra Pisacane e se ne invaghisce. La donna parteggia per i trecento, ma assiste impotente al loro massacro ad opera delle truppe borboniche. Come lasciò scritto nel suo testamento politico, Pisacane ribadiva l’ideale mazziniano del «sacrificio senza speranza di premio», «ogni mia ricompensa io la troverò nel fondo della mia coscienza e nell’animo di questi cari e generosi amici… che se il nostro sacrificio non apporta alcun bene all’Italia, sarà almeno una gloria per essa aver prodotto figli che vollero immolarsi al suo avvenire». 

Un messaggio quello mazziniano che potrebbe esser letto in chiave moderna e ciclistica, senza mai dimenticare il vero valore delle gesta eroiche di questi trecento figli della nostra Italia che accettarono di morire pur di provare a cambiare le sorti della penisola, da quanti parteciperanno il prossimo 21 Settembre alla seconda edizione della Gran Fondo 3 Regioni Città di Sapri, la maggior parte dei quali effettua molti sacrifici per allenarsi e partecipare a queste manifestazione “sacrificio senza speranza di premio” e la certezza che ciascun ciclista troverà la ricompensa per la sua partecipazione alla gara, nell’animo di quanti condividono la stessa passione e nella certezza di aver contribuito alla crescita sportiva di questo evento”. 

Percorsi e territorio. La manifestazione organizzata dalla società ciclistica Sapri Bussento Bike Team, nasce con l’intento di promuovere un vasto territorio che va da Palinuro a Tortora abbracciando il basso Cilento, l’alto Cosentino e il Pollino, ricco di storia, cultura e località turistiche. Tre i percorsi di gara disegnati dal comitato organizzatore che propone un percorso corto di 60 chilometri che presenta la sola asperità di Acquavena, località che si erge ai piedi del Monte Bulgheria, nel Parco Nazionale del Cilento, ove alla maestosità del monte si contrappone lo sfondo del mare disegnando un paesaggio straordinario. 

Il percorso medio si sviluppa su 104 chilometri che portano i ciclisti a pedalare da Sapri a Policastro Bussentino per affrontare poi la prima salita, quella di Roccagloriosa, località che si trova incastonata in una valle formata dai fiumi Mingardo e Bussento. L’altro GPM è a Forca di Centola, per poi scendere a Centola località ricca di grotte. Ben 32 sono quelle censite, di superficie e sommerse, che si insinuano e articolano in gallerie e sale scavate nella roccia del costone palinurese. Grotta Azzurra, Grotta d’Argento, Grotta dei Monaci e Grotta del Sangue sono vere e proprie opere naturali 

La rinomata località turistico balneare Marina di Camerota annuncia la terza ed ultima salita della Medio Fondo, la salita che conduce ai 520 metri di San Giovanni a Piro. Poi nel finale sedici chilometri di pianura che potrebbero vanificare gli sforzi compiuti in precedenza dai battistrada o premiare buoni passisti nella loro fuga verso la vittoria di Sapri. 

La prova regina si terrà sulla distanza di 174 chilometri. Nei primi sessanta i partecipanti affronteranno la salita di Acquavena e toccheranno due volte l’abitato di Policastro. A San Costantino di Rivello si entra in territorio lucano, questo centro collinare offre un’ampia veduta sul Golfo di Policastro. Si continua a salire tra i monti dell’appennino lucano, dopo aver toccato Rivello, sino ai 788 metri del Lago Sirino posto in una dolina carsica alle falde dell’omonima vetta, il cui fondale e le sponde sono costituite da calcari con noduli di selce risalenti al Triassico e da diaspri policromi prevalentemente di colore rosso, grigio, marroncini e bianco del periodo Giurassico. 

Da Lauria, il cui simbolo comunale è il basilico aggrappato ad una pianta di lauro che ostenta il motto Noli me tangere (Non mi toccare), il cui significato tende ad enfatizzare la temibilità e intoccabilità dei suoi abitanti, si scende verso Tortora primo comune della Calabria, al confine con la Basilicata, che si affaccia sul Mar Tirreno. La località riveste notevole importanza per il turismo balneare anche se il suo territorio è prevalentemente collinare. A Marina di Maratea i ciclisti rientrano in Basilicata e dopo aver toccato la costa di Cersuta si presenteranno a Sapri per il meritato applauso finale. 

Scudetto Campano. La manifestazione è prova Master del circuito Scudetto Campano e chiuderà la fortunata challenge campana. Dunque a Sapri si assegnano punti importanti per quanti aspirano al successo finale di categoria o ad un piazzamento, che verranno premiati al termine dell’evento. Si assegnano punti validi anche per le classifiche dei circuito Interforze e Dalzero Sud 

Eventi collaterali. Ciclisti, familiari e accompagnatori ammirare le splendide località balneari della zona e qualora le condizioni meteo lo rendano possibile anche fare il bagno. Mentre Sabato 20 verrà aperto il villaggio della manifestazione che ospiterà gli stand di numerose aziende che producono abbigliamenti e prodotti tecnici per il ciclismo, oltre ai prelibati frutti enogastronomici di questa terra. In serata il concerto gratuito per tutti. 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.