Menichini esordio a porte chiuse, pochi tifosi a Baronissi alla ripresa della preparazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
allenamento_salernitana_baronissi_1

L’avventura di Leonardo Menichini sulla panchina della Salernitana inizia di buon’ora a Baronissi. Il tecnico di Ponsacco e la truppa si presentano al Figlioliacon ampio anticipo, rispetto all’orario indicato dal sito ufficiale, evidentemente per depistare giornalisti e tifosi. Lo spettro di una possibile contestazione fa sì che all’esterno dell’impianto vi siano carabinieri e polizia municipale, mentre all’interno dello stadio c’è pure la Digos. Alle 9.30, un’ora prima dell’inizio della seduta, ci sono solo 5 persone (tra loro il presidente del CCSC Santoro), Menichini e i giocatori sono già negli spogliatoi per una prima riunione conoscitiva. Col passare del tempo, però, si radunano una trentina di persone, poi anche qualcosa in più.

Poco prima delle 10.30 inizia l’allenamento: all’esterno alcuni tifosi (ancora scottati dalla vicenda Somma) se la prendono coi calciatori (Ginestra, Mounard e Foggia in particolare, col quale al termine della seduta c’è stato anche un confronto) e accusano il nuovo allenatore di essere uomo pronto ad assecondare in tutto e per tutto i voleri della proprietà (“Non sono venuti qui a svernare, ma per vincere” la replica del tecnico a fine allenamento). Le urla dall’esterno arrivano distintamente sul rettangolo verde, dove la Salernitana cerca di lavorare con serenità, visto che l’esordio in campionato s’avvicina e, remote ipotesi di ripescaggio a parte, bisogna fissare l’obiettivo: il 31 agosto alle 18 arriva il Cosenza e non si può steccare. Occhiali da sole, divisa giallo oro ufficiale, cronometro alla mano, Menichini dirige la seduta coadiuvato dal nuovo collaboratore dell’area tecnica Andrea Bonatto (che prende il posto di Ferrara) e dai preparatori Scarpellino, Genovese e D’Andrea.

carabinieri_baronissi_stadioInfastidito dalla presenza fuori dal campo di telecamere e macchine fotografiche (dovrà abituarsi in fretta), il tecnico toscano sospende la seduta per qualche minuto e chiede l’intervento del team manager Avallone. In panchina ci sono anche il dottor Leo e i massaggiatori Santangelo e Magliano. La squadra viene impegnata in quasi due ore di lavoro (esercizi col pallone, torello e partitelle a campo ridotto), nulla di particolarmente gravoso. A mezzogiorno i calciatori vanno sotto la doccia e nel pomeriggio si ritroveranno di nuovo a Baronissi. Di certo il morale della truppa non è altissimo, visto che la vicenda Somma ha scosso l’ambiente. E in città c’è grande attesa per la conferenza stampa convocata dal tecnico pontino: domani alle 10.30 Somma racconterà la sua verità al Polo Nautico.

 

 

 

 

INTERVISTA VIDEO AL PRESIDENTE DEL CCSC RICCARDO SANTORO

VIDEO BARONISSI

L’Avv. Matteo Sperduti legale dell’allenatore Mario Somma invita comunica che si terrà nella giornata di domani giovedì 21 agosto 2014 alle ore 10.30 presso il locale “Smeralda” sito nella Struttura Polo Nautico in Via lungomare Colombo Pastena in Salerno la conferenza stampa al fine di poter chiarire la propria posizione circa il rapporto con la società U.S. Salernitana 1919 S.p.A., nonchè per ringraziare dell’affetto dimostrato nei suoi confronti.
La conferenza stampa è aperta a tutti coloro vogliano partecipare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Clima surreale per allenarsi, con che stato d’animo ti metti a correre dopo l’accaduto? E’ vero che quei 3 o 4 che non avevano il posto assicurato si rigenerano. ma gli 11 che credevano in lui e che hanno sudato 2 mesi per guadagnarsi la fiducia nessuno ci pensa?
    Mo vuoi vedere che Tuia scavalca Trevisan e lanzaro?

  2. Tuia non é proprio il peggiore ed é anche giovane.Il problema sono quegli ex calaciatori come Foggia,Mounard e Ginestra che sono lí a svernare da qualche anno.Soprattutto,l’ ex calciatore (in tutti i sensi) della Lazio rappresenta un vuoto a perdere,ma sembra che Lotito da questo lato non voglia sentirci.
    Squadra incompleta e grande caos su tutti i fronti.Fabiani se fosse stato davvero una persona seria (e non l’ ex autista di Moggi) avrebbe rassegnato le dimissioni dopo il defenestramento di Somma.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.