Campagna conserviera, Basile (Flai CGIL): “Salvaguardare le imprese sane e combattere il lavoro nero”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Pomodoro_industriaDa diversi anni e in più occasioni la FLAI CGIL SALERNO ha denunciato fenomeni distorsivi e degenerativi nel settore conserviero legati soprattutto al non rispetto dei diritti dei lavoratori, alla non applicazione del contratto, alla mancanza di legalità e, non da ultimo, all’aumento del fenomeno delle cooperative in produzione. La campagna di trasformazione, a partire da Scafati fino a Battipaglia, Altavilla Silentina e Oliveto Citra, è iniziata verso il 15 luglio e, se le condizioni meteorologiche saranno buone, si andrà avanti fino alla fine di settembre In questo momento sono al lavoro circa 11 mila persone che, con temperature da incubo e con un tasso di umidità molto elevato, trasformano il cosiddetto “ORO ROSSO” in un settore, quello conserviero, che nonostante la crisi cresce di un + 5%.

Ma a fronte di ciò crescono anche l’illegalità e il non rispetto dei diritti contrattuali (sotto salario, orario di lavoro, maggiorazioni ecc.). Ogni anno, la Flai Cgil sigla un accordo sindacale con l’Associazione ANICAV  al fine di promuovere la qualità del lavoro e dei processi produttivi in un ottica di legalità e trasparenza. Quest’anno, anche a livello nazionale, unitariamente, è stato firmato un protocollo per la promozione della responsabilità etica e sociale nella filiera del conserviero. Una intesa che prevede l’attivazione di un confronto con il Ministero del Lavoro, al fine di programmare azioni incisive di contrasto al lavoro irregolare e all’illegalità con attivazione di tavoli specifici presso le Prefetture. A Salerno da anni è stato costituito un tavolo tecnico presso la Prefettura che si confronta sulle criticità del settore.

Per questi motivi, chiediamo a tutti gli organi preposti al controllo di vigilare affinché vengano sanzionate le imprese che utilizzano strumenti irregolari dando vita ad un sistema che, generando concorrenza sleale, penalizza le aziende sane. Inoltre, nonostante le criticità evidenziate nel settore del cosiddetto ORO ROSSO, difficile e pieno di stagionalità, il sindacato riesce a fare ancora contrattazione portando risultati positivi all’intera collettività. Infatti, proprio nella giornata di ieri, 21 agosto, è stato siglato alla LA DORIA SpA di Angri l’accordo integrativo, un risultato importante per il settore e che porta ossigeno in un momento di profonda crisi. Questo a dimostrazione che la legalità paga, sia per l’azienda che per il lavoratori. La legalità rappresenta un faro per chi vuole VERAMENTE FARE IMPRESA nel rispetto delle regole.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.