Capaccio: corso alla defibrillazione precoce, consegna del diploma ai partecipanti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
defibrillatoreVenerdì 29 agosto, alle 11.30, presso la stanza del sindaco al municipio di Capaccio capoluogo, verranno consegnati gli attestati a coloro che hanno preso parte al corso BLS-D per l’uso del defibrillatore. Il corso è stato organizzato dal Comune di Capaccio Paestum, curato dal servizio datore di lavoro, in collaborazione con la cooperativa medica Magna Graecia. Il corso si è svolto a luglio, in due giorni, e hanno partecipato 18 persone tra dipendenti comunali, volontari della protezione civile, agenti di polizia municipale e rappresentanti di associazioni sportive. Le lezioni sono state tenute dai medici della Cooperativa Magna Graecia e alla fine i partecipanti hanno sostenuto un esame superato il quale sono stati abilitati all’uso del defibrillatore.

L’abilitazione all’uso del defibrillatore consentirà di avere persone preparate ad intervenire in maniera repentina laddove ci fosse una persona colpita da arresto cardio-circolatorio perché, com’è noto, in questi casi, è fondamentale intervenire nei primissimi minuti. Il Comune di Capaccio Paestum, per la sorveglianza sanitaria e la gestione delle emergenze, ha proceduto già all’acquisto di un primo defibrillatore che verrà collocato nella sede principale del Comune a Capaccio Capoluogo, in attesa di acquistarne altri da collocare nelle altre sedi del Comune. Sono stati inoltre acquistate 10 cassette di Pronto Soccorso da collocare nelle sedi comunali e 20 pacchetti di medicazione  da collocare in uffici e sui mezzi della polizia municipale.

Il Rotary Club Paestum Centenario ha donato alle associazioni sportive alcuni defibrillatori che verranno collocati negli impianti sportivi comunali. Il Comune di Capaccio Paestum punta ad assicurare sicurezza e intervento rapido in caso di bisogno a cittadini e ai tanti turisti che frequentano le spiagge di Capaccio Paestum nel corso dell’estate. Fondamentale in caso di emergenza è la presenza della Protezione Civile che proprio in questi giorni ha ottenuto dalla Regione Campania un finanziamento di 60 mila euro per la redazione del Piano di Emergenza nell’ambito dei Por Campania Fesr 2007/2013.

«Puntiamo a diventare una “Città cardio-protetta” per i nostri cittadini ma anche perché nella scelta delle località di vacanza da parte dei turisti oggi incide anche la presenza di strutture per la salvaguardia della salute, a cui bisogna sopperire soprattutto dopo la chiusura dell’ospedale di Agropoli. – afferma il sindaco Italo Voza – E’ importantissimo il finanziamento di sessantamila euro per la Protezione Civile perché ci consentirà di mettere a punto un piano di emergenza da attivare in caso di necessità. Grazie alla collaborazione di tutti siamo riusciti ad affrontare l’esondazione del fiume Sele ma è chiaro che emergenze del genere, disponendo di un apposito piano, possono essere affrontate in maniera più repentina e sicura».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.