Gemellaggio tra Santa Marina-Policastro Bussentino e Niegowić in Polonia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

santa_marina_policastroUn gemellaggio tra Santa Marina-Policastro Bussentino e Niegowić in Polonia nel Comune di Gdów, a 25 km a sud-est di Cracovia. Questo è quello che si sono ripromessi i sindaci dei due paesi ieri sera nel corso della presentazione del film “Curato Don Wojtyła a Niegowić”.

Una proposta che è nata spontaneamente e reciprocamente tra padre Jaroslaw Jarek Cielecki, il Sindaco di Santa marina Dionigi Fortunato e il Presidente del Consiglio Comunale on. Giovanni Fortunato.

Il  progetto è stata accettata subito da entrambe le parti, tanto che padre Jarek ha chiamato immediatamente  il sindaco di Niegowić che, in viva voce, ha salutato i presenti ed ha accettato di buon grado l’idea del gemellaggio.

La proposta sarà presto formalizzata nel prossimo Consigli Comunale e saranno avviate le procedure  necessarie per prendere accordi e  per avviare il patto di fratellanza. Così Santa Marina sarà il primo Comune italiano ad essere gemellato con il paese dove  Karol Wojtyła, il futuro papa Giovanni Paolo II, fu  inviato per il primo incarico da vice parroco.

Il film, presentato ieri sera, racconta proprio l’esperienza del giovane parroco Wojtyła al suo primo incarico. prende spunto dall’omonimo libro di padre Jaroslaw Jarek Cielecki, letto e approvato in vita da Papa Wojtyła. Girato interamente in Polonia, tra Wadowice, Pierzchow, Gdów, Kaly e Niegowić: luoghi molto amati da Karol,  ripercorre la vita di “Don Karol Wojtyła”, narrata attraverso i ricordi di Eleonora Mardosz, una donna di ottantasette anni che fu la perpetua del futuro Papa nella parrocchia di Niegowić. La storia è incentrata sul viaggio di Leucadia (Eleonora Mardosz), che, da Cracovia, attraverserà in autobus la campagna polacca fino a Niegowić, la parrocchia dove Karol Wojtyła, il futuro Papa Giovanni Paolo II, fu  inviato come vice parroco al suo primo incarico: rimase qui per circa un anno, dal luglio del 1948 all’agosto del 1949.

Grazie ai ricordi della donna, ripercorreremo le tappe fondamentali della vita di  San Giovanni Paolo II e conosceremo meglio l’uomo, il suo pensiero e gli episodi inediti sulla sua vita quotidiana. Alcuni oggetti di scena sono appartenuti realmente al Papa, come la stola e la tunica , che il protagonista , Karol Dudek,  indossa durante la scena del matrimonio, girato proprio nella chiesa di legno di Metkow , dove don Karol Wojtyła celebrò le sue Sante Messe. La colonna sonora, pubblicata da edizioni musicali Bixio Sam, è composta da brani originali di Giulio del Prato.

Presenti alla manifestazione: il Sindaco di Santa Marina Dionigi Fortunato, l’on. Giovanni Fortunato, Presidente del Consiglio Comunale, don Antonio Savino, Parroco di Policastro Bussentino, il dott. Tonino Luppino, promoter del film nel sud italia e  Mons. Jarek Cielecki, regista del film e direttore dell’ Agenzia televisiva ” Vatican Service News”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.