Bonavitacola e Iannuzzi: “No accorpamenti Autorità portuali”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
porto_commerciale_salerno_notte«Si apprende da anticipazioni giornalistiche che nel Consiglio dei Ministri di domani verrebbe varato il Decreto Legge cd. “sblocca Italia” , comprendente anche norme riguardanti il sistema portuale. In generale, la scelta del Governo di rafforzare l’integrazione delle piattaforme portuali e logistiche per costruire condizioni di maggiore competitività del Sistema paese e’ certamente e decisamente giusta e condivisibile. Ma proprio per questo, non si può non evidenziare che gli importanti obiettivi dell’annunciato Decreto Legge ,volti ad accelerare investimenti nel campo delle infrastrutture ed a snellire le procedure, potrebbero essere illogicamente contraddetti da generalizzati accorpamenti di Autorità’ Portuali, con negative conseguenze proprio sul piano operativo».

Lo scrivono in una nota i parlamentari Bonavitacola e Iannuzzi.  «Il processo di riforma deve poter avvenire, invece, all’interno di un organico disegno innovativo, che individui obiettivi e strumenti, a partire dalla realizzazione di una significativa autonomia finanziaria, per l’adeguamento delle infrastrutture e per la semplificazione delle attività’ amministrative. Nella situazione specifica della Campania, in particolare, l’accorpamento delle autorità portuali di Napoli e Salerno produrrebbe risultati sicuramente opposti a quelli voluti, considerate le ben distinte problematiche che interessano i due scali e che da una commistione di governance non riceverebbero alcun beneficio. In tale contesto stiamo portando avanti ogni iniziativa ed ogni contatto utili in sede governativa perché’ riteniamo il decreto legge uno strumento inappropriato per affrontare il tema del riassetto istituzionale dei porti. Per queste ragioni chiediamo che questo tema vada scorporato dal decreto “Sblocca Italia”, optando per un Disegno di Legge organico, che potrà’ consentire di perseguire in modo adeguato ed incisivo l’obiettivo strategico del rilancio competitivo del sistema portuale italiano».

On. Fulvio Bonavitacola
On. Tino Iannuzzi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. in ciò non si vede nulla di nocivo salvo che vada a discapito della efficienza e funzionalità di qualche ente “poco gradito”:-

  2. ben venga questo accorpamento, con la speranza che così gallozzi la finisca di fare il bello ed il cattivo tempo al’interno del porto di salerno, favorendo solo i suoi interessi, con il placet dell’autorità portuale di salerno!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.