Anche il San Carlo tra le borse di studio assegnate a Danzamaremito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Un trionfo di entusiasmo ed emozione. Si archivia così la VIII edizione di Danzamaremitostage internazionale realizzato con il patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Ascea, main sponsor Deha, ed organizzato dall’Associazione Culturale Ala Promozione delle Arti di Salerno.

L’ultima serata, quella dedicata allo spettacolo finale, e successivamente, all’assegnazione delle borse di studio ha regalato un momento di grande felicità per tutti. Una fase conclusiva scandita prima dai saluti danzanti e poi dalle celebrazioni, premiazioni tanto sospirate forse anche perché, per la prima volta in assoluto, rompevano un po’ le canoniche leggi della danza.

Lo stage internazionale di Ascea ha infatti stravolto le regole, scovando all’interno del gruppo dei partecipanti, un numero circoscritto di ragazzi ai quali offrire la possibilità di studiare per una settimana presso la Scuola del Teatro San Carlo di Napoli, una chance rarissima che non si verifica quasi mai con una settimana di studi. Ma l’alto valore dei partecipanti, oltre 150 da tutta Italia, ha fatto sì che ciò accadesse. I talentuosi danzatori sono stati individuati dalle insegnanti ospiti Fernandez e Antonina Randazzo, ma il ringraziamento va alla Signora Anna Razzi, Direttrice della Scuola di Ballo del Massimo Partenopeo che ha voluto regalare a questi giovani un sogno, ma soprattutto un’esperienza eccezionale.

Numerose anche le Borse di studio offerte dal Maestro Gianin Loringett presso il Centro Professionale Off Jazz a Nizza e da madame Martine Mattox per il prestigioso stage estivo da lei organizzato a Saint Cyprien. Mauro Astolfi ha individuato diversi giovani talenti che ha invitato al Daf Dance Arts Faculty di Roma per partecipare al Progetto di Formazione Professionale del prossimo anno.

Grande attenzione anche per gli insegnanti. Qui è entrata in gioco Francesca Bernabini, presidente Federdanza Agis, che ha offerto delle borse di studio parziali per partecipare ai Corsi di aggiornamento presso l’Accademia Teatro alla Scala di Milano, la Scuola di ballo del Teatro di San Carlo di Napoli e la Scuola di Ballo del Teatro dell’ Opera diRoma.

Grande merito all’Associazione Ala, motore portante di Danzamaremito fin dal suo esordio, composto da Amalia Salzano, docente e coreografa, presidente AIDAF-Federdanza AGIS;  Adriana Cava, Direttrice della Compagnia Jazz Ballet di Torino; Loredana Errico, Direttrice Associazione L’Aquila Danza e presidente Associazione Regionale Abruzzo Danza. L’instancabile trio è già al lavoro per la prossima edizione di Danzamaremito, una nuova settimana di studio, confronto, ma anche relax e nuove amicizie.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.