Ragazzo ucciso: Polizia, nessuna nostra auto incendiata. Scritte contro Carabinieri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
carabinieri_posto_bloccoNessuna auto della polizia o delle forze dell’ ordine è stata incendiata dopo l’ uccisione da parte di una carabinieri del 17enne Salvatore Bifulco. Lo ha precisato la Questura di Napoli in relazione a notizie di stampa. “Sono state danneggiate – afferma la Questura – due auto della polizia, che erano state parcheggiate dagli agenti intervenuti per sedare gli animi dopo quanto avvenuto nella notte tra il 5 ed il 6 settembre.

Una di esse ha avuto il parabrezza infranto, forse con una grossa pietra. Un’ altra ha riportate delle ammaccature, ma non vi è stato alcun incendio”.

Secondo quanto si è appreso anche due auto dei carabinieri sono state danneggiate, ma anche in questo caso si è trattato di ammaccature e danni ai parabrezza e non di incendio. Per il pomeriggio di oggi una manifestazione è stata indetta da un Centro sociale che opera nella periferia occidentale di Napoli. Nella notte scritte con bombolette spray sono state tracciate tra Soccavo ed il Rione Traiano contro i carabinieri e le forze dell’ ordine.

‘Prego per i ragazzi, per i genitori, per tutti perché si faccia tutto il possibile per evitare queste situazioni dolorose che veramente fanno lacrimare il cuore”. Lo ha detto il cardinale Crecsenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, in merito alla morte di Davide Bifolco, il ragazzo di 17 anni ucciso da un carabiniere nel corso di un inseguimento a Napoli. ”Sono vicino – ha affermato – esprimo tutta la solidarietà ai familiari e a tutti e offro la mia preghiera, soprattutto, affinché il Signore dia forza e coraggio per sostenere una prova così difficile”.

I magistrati della Procura di Napoli stanno approfondendo l’esame sulle dichiarazioni rese dal carabiniere di 32 anni, indagato per omicidio colposo, per la morte di Davide Bifolco, e di Salvatore Triunfo, il giovane che era sul motorino insieme con la vittima e un’altra persona sulla cui identificazione sono tuttora in corso accertamenti. Versioni contrastanti in quanto il militare sostiene che il colpo è partito accidentalmente mentre tentava di immobilizzare Davide mentre l’amico di quest’ultimo avrebbe affermato che il carabiniere ha sparato alle spalle del ragazzo.

A quanto si è appreso, secondo i primi accertamenti il colpo sarebbe stato sparato a distanza ravvicinata e avrebbe raggiunto Davide al torace. Una circostanza che però potrà essere confermata solo dall’autopsia. Se risultasse acclarata, darebbe credito alla ricostruzione fornita dal militare indagato. Gli inquirenti infine escludono che il giovane, una volta colpito, sia stato ammanettato come riferito invece da residenti del rione.

(Fonte ANSA)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. e basta bisogna ripsettarre le regole io non ho i soldi per pagare lassicurazione cammino a piedi ci vogliono leggi severe giustificare solo perché e un ragazzino dipiace ma le regole anzi la legge va rispettata sono realta che non potranno mai essere cancellate sono la feccia della società napoli nn e solo questo ce tante gente onesta

  2. Non esiste che non esiste l’assassinio che sia di un giovane o anziano,donna o maschiio,sia chiaro,però tutti sanno quele rischio si corre quando non si fermano ad un posto di blocco e lo si forza,perchè di questo si tratta,forzare un posto di blocco nonostante ci sia stato l’alt.

  3. giusto per capire chi era questo soggetto:Il giovane era a bordo di uno scooter insieme ad altre due persone nel quartiere Traiano: si tratta di un latitante ora ricercato e di un 18enne con precedenti. Il conducente non si è fermato e ne è nato un inseguimento. Il colpo sarebbe partito accidentalmente dalla pistola di uno dei militari. Il fratello della vittima: “Non aveva patentino e assicurazione”. La madre: “Non ha visto che era un bambino?”
    un bambino?????ma quale bambino ma avete visto la foto? e poi un bambino in compagnia di un ricercato e di un 18enne con precedenti? Azz e tu così stai attenta al tuo “bambino”?????

  4. La pistola d’ordinanza è tenuta nel fodero con la sicura. Ora, ditemi che ci fa il CC con la pistola in mano e senza sicura? Si può parlare di colpo partito accidentalmente? Non credo.

  5. a prescindere dalla costernazione per la tragedia, poichè quando muore un giovane lo è sempre, faccio una considerazione: io ho tre figli giovani e alle 3 e mezza di notte stanno a casa a dormire, non vanno in giro in tre sul motorino, non vanno senza patente e assicurazione, e potrei proseguire all’infinito. A prescindere dalle responsabilità penali che verranno accertate, mi sembra che certe volte lo fanno apposta a creare le occasioni.

  6. >va in giro a delinquare con i suoi colleghi criminali la sera tardi quando è buio
    “Ma non lo vedi che è un bambino??”
    Se è un bambino, cara signora, dovevate stare attenta alle sue amicizie .E soprattutto non dovete farlo girovagare a un ora cosi tarda. Il carabiniere ha svolto il suo dovere, per quanto ne sapeva poteva essere armato cosa molto probabile visto gli amici che frequenta.

  7. Sapete solo parlare e chiaccherara a vanvera…..volevo vedere se tutto cio\’ fosse capitato a un figlio vostro.La verita\’ e\’ che in italia non funziona niente di niente…..IL SILENZIO PER VOI E\’ LA MIGLIORE MEDICINA PER FARVI RAGIONARE UN PO\’

  8. x opinionista
    Se mio figlio fa il criminale io secondo te lo continuo a far uscire? Tutto questo succede perchè i genitori sono incapaci di educare i figli.

  9. Dispiace per il ragazzo…anche se effettivamente nn fermarsi al posto di blocco in tre sul motorino senza casco etc etc…ha un che di comportamento scorretto, o mi sbaglio? Premesso che spero che il carabiniere venga indagato e se giusto condannato…la mia domanda è una sola…ma tutta sta gente che attacca le forze dell’ordibe perchè nn scende con la stessa rabbia in piazza e nn affronta faccia a faccia tutti quei cammorristi che uccidono ogni giorno qlla terra, uccidono l’economia etc etc, e spesso, molto spesso fanno partire colpi di pistola che accidentalmente uccidono degli innocenti? Quando è successo, perchè è successo come mai nn avete inveito e sfidato i cammorristi e la gente dimerda che sapete molto bene dove trovarla? Vorrei una risposta…p.s tanti giornalisti per come ci rocamano dovrebbero solo vergognarsi! Un augurio alla Napoli ed a tutta la Campania x bene!

  10. Ma cosa dici, tu non hai idea del degrado che vivono in quei quartieri a Napoli e facile entrare in brutti giri.
    Ma il carabiniere non ha nessun diritto di sparare ad una persona disarmata oltretutto un ragazzino.
    E una vergogna e il carabiniere deve pagare come tutti i cittadini normali.infatti è indagato per omicidio
    Non fate commenti inutili e questa la verità

  11. E’ vero che la legge vieta ai carabinieri di sparare a piacere.

    Ma la legge vieta tante cose, pero’ a napoli funziona diversamente, lo sappiamo. E che sarà mai.
    I napoletani (soprattutto le bestie come questo bifolco di nome e di fatto, i suoi parenti e i suoi amici) hanno deciso che gli piace vivere in un posto dove la legge non si rispetta. Contenti loro. Solo che poi non si rispetta MAI, non solo quando ti conviene a te. Se tu puoi girare a tre su un motorino non tuo, senza documenti e senza casco, e non fermarti all’alt dei carabinieri, allora i carabinieri possono speronarti con l’auto e spararti in petto mentre sei a terra sanguinante.

    Se i napoletani vogliono la legge la rispettassero loro. SEMPRE.
    Altrimenti io, come la stragrande maggioranza degli italiani, perdoneremo SEMPRE il carabiniere.

  12. Per il caro x CF
    Come fa il caro carabiniere a sapere che è un ragazzino disarmato?Non so se hai notato che era sera tarda al momento ed il caro ragazzino faceva il criminale con gli amici. A sto punto se a 17 anni non è responsabile di quello che fa allora possiamo pure togliere di mezzo tutte le condanne che riguardano minorenni criminali, come stupratori ,assassini, rapinatori , etc etc. Dopotutto sono solo “ragazzini”…………….. Ah, se un giorno uno di questi “ragazzini” viene a stuprare le tue figlie e ad uccidere i tuoi figli, ricordati che non è responsabile delle sue azioni. ‘E colpa dei carabinieri che gli sparano che sono diventati criminali.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.