Giffoni Valle Piana: approvate le aliquote e le tariffe della IUC

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Giffoni_Valle_Piana_MUNICIPIONell’ultima seduta il Consiglio Comunale, a maggioranza, ha approvato le aliquote e le tariffe della I.U.C. (Imposta Unica Comunale), in vigore dal 1 gennaio 2014, che risulta composta da tre componenti:

Imu (Imposta sui fabbricati diversi dall’abitazione principale);

  • Tasi (Tassa sui Servizi Indivisibili);
  • Tari (Tariffa sui Rifiuti).

Le aliquote Imu per l’anno 2014, in sintesi, sono le seguenti:

  • Aliquota ordinaria: 10,60 x mille;
  • Terreni agricoli: 7,60 x mille;
  • Aree fabbricabili e fabbricabili – Gruppo D5: 10,60 x mille;
  • Abitazioni principali – categorie A/1, A/8 e A/9: 6,00 x mille.

Le aliquote Tasi per l’anno 2014 sono, in sintesi, le seguenti:

  • abitazioni principali (escluse categorie A/1, A/8, A9 e loro pertinenze); 2,50 x mille;

Le aliquote Imu e Tasi sono esposte in modo dettagliato nell’allegato n.1

Le tariffe sui rifiuti (Tari) sono articolate secondo quando riportato nell’allegato n. 2

Anche per l’anno 2014, in seguito a nuove norme introdotte dal legislatore, cambia sia il sistema di tassazione degli immobili sia quello per l’applicazione delle tariffe sui rifiuti. – ha dichiarato l’Assessore alle Finanze, Fortunato De Mattia – Per la tassazione sugli immobili, è stata introdotta la Tasi, tassa sui servizi indivisibili, che non è altro un ritorno all’Imu, cosi come avveniva fino al 2012. Per le tariffe sui rifiuti da quest’anno le famiglie giffonesi troveranno in bolletta un riduzione della spesa rispetto all’anno precedente, grazie agli accertamenti sui metri quadrati fatti dall’Azienda del Cittadino negli ultimi mesi”.

Le aliquote Tasi, purtroppo, risentono soprattutto dei tagli, continui negli anni, applicati dai Governi sui trasferimenti statali ai Comuni. In questo contesto molto difficile, tenendo conto dei servizi necessari e indivisibili ai cittadini, si è cercato di far pesare il meno possibile la spesa pubblica sui bilanci familiari – ha dichiarato il Sindaco Paolo Russomando – In un’ottica di riduzione della spesa stiamo predisponendo progetti di risparmio energetico, rimodulazione delle tariffe dei contratti elettrici e applicazione di regolatori di flussi sui punti luci della pubblica illuminazione, che porteranno certamente, dall’anno 2015, una riduzione delle tariffe dei tributi locali”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.