Ebola: due ricoverati, accertata diagnosi di malaria

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
medici_sanità_ospedaleAccertata diagnosi di malaria per le due persone ricoverate ieri prima a Pozzuoli e poi trasferite a Napoli con sintomi simili a quelli dell’Ebola. Lo rende noto Francesco Faella, direttore del dipartimento di Emergenza dell’ospedale Cotugno di Napoli per il quale ”si esclude qualsiasi altro tipo di patologia infettiva”.

Nella giornata di ieri, riferisce in una nota Faella, ”sono stati trasferiti dall’ospedale La Schiana di Pozzuoli all’ospedale Cotugno di Napoli due uomini, un extracomunitario di 45 anni ed un italiano di tredici, collegati da rapporto di parentela, entrambi provenienti dal Burkina Faso e rientrati in Italia nella prima decina di giorni di settembre. Entrambi sono stati ricoverati con diagnosi di malaria accertata. Si esclude qualsiasi altro tipo di patologia infettiva”.

”Stiamo monitorando la delicata situazione dall’alba e voglio rassicurare la popolazione, evitando ulteriori psicosi di massa. Ho parlato con il prefetto di Napoli e con i vertici dell’ospedale Cotugno e non c’è alcun presunto caso di Ebola ma si tratta di malaria”. Lo dice il sindaco di Pozzuoli (Napoli), Vincenzo Figliolia.

”Dalla prefettura hanno disposto una serie di accertamenti e avviato controlli specifici con le strutture sanitarie e da quanto emerge, secondo i medici dell’ospedale Cotugno si tratta di due casi accertati di malaria, contratta da un ragazzino di 13 anni in un recente viaggio in Africa compiuto con la sua famiglia e da un cittadino del Burkina Faso di 46 anni. I due pazienti sarebbero parenti tra di loro. Entrambi vengono seguiti clinicamente nell’ospedale napoletano. Ribadisco, inoltre, che da questa mattina tutti i box del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli sono regolarmente in funzione e non c’è alcun disagio di sorta”, conclude Figliolia.

(Fonte ANSA)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. E cosa diavolo c’entra l’ebola? Questo è giornalismo? Questo è essere giornalai, con tutto io rispetto della categoria dei giornalai!
    Terroristi della carta stampata siete!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.