Carceri, UILPA Penitenziari : Congresso Nazionale a Salerno con il Ministro Orlando

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ministro_Orlando_Salerno_2Mercoledì 1 ottobre alle ore 17.00 presso il Grand Hotel di Salerno si apriranno i lavori del IV° Congresso della UILPA Penitenziari, che andranno a concludersi nella mattinata del 3 ottobre. L’assise sarà aperta da una tavola rotonda sul tema : #sbarrichiamo il futuro della polizia penitenziaria, a cui parteciperanno il Provveditore Regionale per l’Amministrazione Penitenziaria Contestabile, il Vice Capo Vicario del DAP Pagano, il Segretario Generale della UILPA Attili, il Segretario Generale aggiunto della UIL Barbagallo e il ministro della Giustizia Orlando. L’intervento introduttivo sarà svolto da Eugenio Sarno, Segretario Generale della UILPA Penitenziari.

“ Il nostro Congresso cade in un momento davvero particolare e delicato – dichiara SARNO – Dalla vertenza in atto con il Governo sullo sblocco del tetto salariale per il Comparto Sicurezza alle ancora persistenti criticità del sistema penitenziario. Ci sarà, quindi, materia per un dibattito molto intenso e approfondito. La nostra tavola rotonda intende rilanciare il ruolo della polizia penitenziaria nell’ambito complessivo del sistema penitenziario , proponendone una nuova organizzazione e un nuovo assetto.

Premesso che nessun accorpamento ad altre forze di polizia può riguardare i baschi blu in quanto polizia dell’esecuzione penale, non possiamo non sottolineare – come meritoriamente fa spesso anche il Ministro Orlando – il merito degli e donne e degli uomini della polpen nel garantire, nonostante le immani difficoltà strutturali e logistiche, la funzionalità del sistema carcere. Crediamo – continua il Segretario Generale della UILPA Penitenziari – che occorra dire con chiarezza che il Presidente Renzi, ma l’intero Governo, debba farsi carico di un progetto di sostentamento dell’Amministrazione Penitenziaria.

Il progetto di riorganizzazione del DAP, infatti, destruttura e indebolisce l’Amministrazione Penitenziaria e rischia di vanificare gli sforzi che hanno consentito all’Italia di superare, quasi indenne, l’esame europeo. Credo sia giusto ricordare che grazie all’impegno del Ministro Orlando, dei vertici dipartimentali e di talune OO.SS. è stato possibile evitare salatissime sanzioni economiche. Per continuare ad avere una qualche possibilità di raggiungere i parametri che ci chiede l’Europa, in materia di detenzione, serve uno sforzo sinergico ed univoco tra le varie componenti, Governo in testa. Tra l’altro anche il diminuire degli eventi critici segnalano un miglioramento della situazione generale. ( dal 1 gennaio al 25 settembre 2014 si sono registrati 30 suicidi , 722 tentati suicidi, e 5186 atti di autolesionismo).

Purtroppo l’unica statistica a non far registrare miglioramenti è quella che riguarda le aggressioni al personale di polizia penitenziaria da parte di detenuti (dal 1 gennaio ad oggi 303 episodi, per un totale di 124 agenti penitenziari che hanno riportato prognosi superiori ai cinque giorni). Al riguardo proporremo ai vertici del DAP di prevedere per questi detenuti violenti l’allocazione in circuiti penitenziari più stringenti rispetto a quelli di “regime aperto” o a “sorveglianza dinamica”. Per quanto riguarda la vertenza dello sblocco del tetto salariale per i lavoratori del Comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico – chiude Eugenio SARNO – ci preme sottolineare il determinante contributo offerto da Andrea Orlando, unitamente ad Alfano e alla Pinotti, alla soluzione della vertenza. Il 7 Ottobre, ovviamente, risponderemo alla convocazione del Presidente Renzi a palazzo Chigi, nell’auspicio di poter annunciare la definitiva soluzione della vertenza in atto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.