Menichini autocritico:”La peggior partita della mia gestione a Salerno”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
menichini_intervistaGiunge con il solito sorriso mister Menichini in sala stampa: “Eravamo stanchi, i giocatori che non erano al top, esordienti dal primo minuto e il Melfi che era in palla ci ha messo in difficoltà – chiosa il trainer di Ponsacco – ho fatto il turn-over per evitare stiramenti percio’ ho tenuto Negro in panca, ma mi è andata male perché mi si è stirato Trevisan che sicuramente lo perderò per Foggia. Peccato come anche per Mendicino, Gabionetta, Franco che stavano in buon momento.

Peccato per non aver dato la gioia ai tifosi che ci hanno sostenuto per 90 minuti. Anche Pestrin ho voluto risparmiarlo perché a 36 anni tre partite in sette giorni sono tante. Partite facili sono quelle che hai già giocato e vinto. Il nome non conta, fa niente che ti chiami, Salernitana, Lecce, Benevento o altre. Ogni partita è storia a se ed è una battaglia. Non direi che Calil stia deludendo, a Martina è stato decisivo, oggi c’era rigore netto su di lui che l’arbitro non ha visto. Merito al Melfi che se gioca cosi metterà in difficoltà parecchie squadre. Oggi è sicuramente la peggior partita della mia gestione. Nessuna palla gol e un passo indietro sotto il profilo del gioco. Sono sicuro che quando recupererò tutti le cose andranno meglio.”

Sui tanti infortuni che stanno falcidiando la squadra nell’ultimo periodo: “Sono chiaramente dovuti proprio all’aver giocato tre partite in sette giorni. Oggi ho preferito tenere in panchina quei giocatori che avevano speso tanto proprio per preservarli da possibili acciacchi fisici. Lavoro con questa squadra e mi auguro di recuperare quanto prima tutta la rosa che, al completo, ha tutte le carte in regola per poter far bene”.

Il mister ha quindi concluso: “Se tutti si sacrificano possiamo giocare anche con quattro giocatori offensivi. Oggi abbiamo pagato molto sotto il profilo atletico, soffrendo una squadra giovane e piena di entusiasmo. Facciamo tesoro di questo punto e pensiamo a recuperare e a riprendere il nostro cammino già da Foggia”.

GUARDA L’INTERVISTA VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Riflettere: Questo è un campanello d’allarme che già era suonato nei turni scorsi, ma che era stato zittito dalle vittorie contro squadre
    di bassa classifica che pure ci avevano messo in difficoltà. Non scordiamoci che abbiamo molti giocatori a fine carriera in età abbastanza matura!

  2. Il calcio che fa questo allenatore fa schifo….le squadre che allena non giocano…fino a adesso lo hanno salvato la fortuna e i giocatori che si ritrova tutti fior di giocatori…con il potenziale che si ritrova oggi a questi volenterosi del melfi gliene davi 4

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.