Lega Pro, Girone C: classifica inalterata ma attenti dietro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Foggia_Salernitana_4La classifica rimane inalterata. Il pareggio in extremis del Melfi ai danni del Benevento rende meno amara la beffa di Foggia con la Salernitana che rimane in testa alla classifica, seppur in condominio con i sanniti. Eppure la partita di Foggia merita qualche riflessione. Alla Salernitana non è riuscita l’impresa di congelare il gol di Calil, e quindi un successo che sarebbe risultato preziosissimo per il presente e per il futuro. Quando non si aspettava altro che la doccia calda, per scrollarsi di dosso il sudore cristallizzato, è arrivata puntuale la doccia fredda, offerta da Iemmello a coronamento di una partita nella quale sono emerse alcune preoccupanti involuzioni sul piano del gioco e dell’intensità agonistica.

La Salernitana delle emergenze, delle difficoltà sfuse e a pacchetti e dell’autolesionismo, vedi vicenda Castiglia torna da Foggia con un punto ma la sensazione è che con un po’ di attenzione in più i granata avrebbero potuto strappare l’intera posta in palio. La Salernitana ha commesso almeno tre  errori allo Zaccheria: ha tirato troppo presto i remi in barca rannicchiandosi in attesa del triplice fischio. Secondo: si è fatta coinvolgere nel clima da corrida scatenato ad arte dai pugliesi e questo ha giovato soprattutto ai padroni di casa. Terzo non ha saputo gestire la palla nel momento più delicato del match con un gol in contropiede frutto di errori marchiani con la difesa indifendibile. Il resto lo ha fatto l’arbitro, che con gli occhi appannati dalle luci artificiali non ha visto un rigore per la Salernitana ed una serie infinita di falli che meritavano di essere sanzionati con il cartellino rosso. Altro che tutela per la capolista. Se questo è il metro urge svegliarsi in tempo. Non avere timore di dire le cose come stanno anche se questo può creare qualche imbarazzo per il ruolo ricoperto da Lotito in federazione.  Pari e patta, risultato che serve alla classifica un po’ meno alla squadra. Serve una svolta, serve anche un pizzico di coraggio e cattiveria in più. Quello di Foggia può essere un punto di ripartenza per affondare il campionato con un atteggiamento diverso e più determinato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.