Archeologia: nuovi importanti ritrovamenti agli Scavi di Policastro Bussentino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Scavi_Policastro_area_archeologica“Il campo di quest’anno  a Policastro Bussentino è stato davvero importante, oltre alle scoperte fatte  siamo riusciti a portare ragazzi da varie parti del mondo, dalla Cina, America, Belgio, Spagna, per citarne alcuni. La cosa più rilevante è che la maggior parte di questi ragazzi dopo l’esperienza qui tornano nel loro paese e trovano lavoro”. Spiega Elena Santoro archeologa e coordinatrice degli scavi. Tra i ritrovamenti più significativi di quest’anno l’identificazione di una terza fase che si va a sovrapporre alle due già scoperte. All’area di epoca romana  risalente al terzo secolo dopo Cristo e a quella successiva di riuso della struttura di epoca medievale, se ne aggiunge un’altra di epoca post medievale, probabilmente rinascimentale, si tratta di un riempimento che si va ad inserire tra le fasi preesistenti e che probabilmente costituisce le fondamenta di un edificio successivamente andato distrutto ed una strada anche questa presumibilmente di fase post medievale.

“Queste sono solo delle ipotesi che vengono fatte in base alle testimonianze che noi ritroviamo sul campo- continua l’archeologa- adesso dovremo fare lavoro di studio dei reperti per confermare o smentire queste nostre teorie. Gli scavi di Policastro rappresentano un ritrovamento unico, in questo posto si possono facilmente osservare le diverse fasi di vita del sito, il nostro obiettivo è ricostruire la storia di questo antico centro”.  “Siamo soddisfatti dei risultati che la campagna archeologica sta producendo –dichiara il Presidente del C.C. on. Giovanni Fortunato– abbiamo già avviato le procedure  per richiedere  i fondi alla Regione per il recupero delle mura e del castello. Il nostro obbiettivo è quello di valorizzare la storia che sta riemergendo nel nostro territorio in modo che diventi un’attrazione  turistica, oltre al mare e  alle bellezze naturali, e far si che il parco archeologico, che già accoglie studenti provenienti da ogni parte del mondo, diventi un importante campo scuola”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.